venerdì 21 novembre 2014

Panini da buffet al farro e olio extravergine d'oliva


Non sono una mamma inflessibile e non ambisco ad essere "la perfettina" ma, come vi dicevo in un precedente post, la mia battaglia contro le "merende industriali e confezionate" la porto avanti con convinzione, anche se si sta facendo dura, perchè ci credo tantissimo.

Certo, è molto più semplice quando i tuoi bambini aprono la credenza e ci trovano soltanto i prodotti da te accuratamente selezionati.
 A casa nostra non è mai mancato nulla: biscotti, fatti in casa nella scatola di latta e  anche industriali -purchè non contenenti olio di palma e grassi vegetali non meglio identificati-,  e ancora creme spalmabili che scelgo in base allo stesso principio, cereali per la colazione, preparato per cioccolata in tazza homemade, talvolta persino caramelle, mou o gommose, alla frutta.
Nel cassetto del freezer ci sono sempre focacce, tigelle, pain au chocolat, pangoccioli, pizzette, panini di ogni sorta....il tutto amorevolmente preparato dalle mani di mamma e papà e sempre gradito dai nostri bambini.
Basta scongelarli un attimo in microonde ed ecco, la merenda è pronta.

Ovviamente Anais e Gioele vengono spessissimo a fare la spesa con noi e talvolta abbiamo ceduto davanti a qualche richiesta.
 Sono dell'idea che l'eccezione ci può e ci deve stare, soprattutto alle feste, e in occasioni speciali. Ma sono altresì convinta che vada spiegato loro fin da piccoli perchè certe cose la mamma non le vuole acquistare... - Possiamo provare a farli noi, ho detto loro tante volte davanti a confezioni invitanti di biscotti - ed ho mantenuto la promessa, preparando con loro Flauti, Pan di Stelle e altro ancora in compagnia e con divertimento, insegnando loro cosa sono gli ingredienti, e come si miscelano tra loro.

Mi rendo conto che nel contesto scolastico le tentazioni siano più forti.
I bambini si confrontano e la parola dei genitori non è più l'unica al mondo.
Ancora una volta, però, la verità premia.
- Non c'è nessun problema se al posto dell'acqua vuoi un succo di frutta da bere a scuola - ho risposto ad Anais. - Cerchiamo insieme un succo senza zucchero così i tuoi dentini ringrazieranno!- le ho detto col sorriso. Ovviamente questo vale come regola quotidiana, ma se andiamo a una festa di compleanno nessuno le negherà tè freddo confezionato e coca cola!
- Lo stesso vale per le merendine confezionate...
se ne vuoi una di tanto in tanto non ci sono problemi!-
Così, il giorno dopo, ha portato a merenda una confezione di famosi salatini confezionati
Domani cosa vorresti, invece? le ho domandato alla sera.
Un panino, mamma. Quelli che mi hai dato oggi non li ho mangiati tutti, non mi piacevano.
Il tuo panino è molto più buono.

Eh, si, io lo so perchè!
C'è un ingrediente segreto in quei panini...ed è tutto il mio amore per voi.

Dopo i panini al latte e burro, e la loro ricetta perfetta in seguito a decine di tentativi, ho deciso di coler provare a sostituire il burro con l'olio, eliminare l'uovo, e sostituire in parte la farina 0 con quella di farro.
Il risultato è stato strepitoso al primo tentativo, e quindi oggi li propongo a voi, sperando che possano vincere sulle merendine confezionate, se anche voi lottate contro di esse come me :D


Ingredienti

 300 g di farina 0
200 g di farina di farro
1 cucchiaino di zucchero
150 ml latte
130 ml acqua
60 ml olio di oliva (per me Dante)
10 g di sale
4 g di lievito di birra secco

Procedimento

Nella planetaria unire le farine,  lo zucchero, il lievito, il latte tiepido, l'olio, l'acqua a temperatura ambiente (facendo attenzione prima di versarla tutta) e azionare.
Impastare per dieci minuti lentamente, poi unire il sale e finire di lavorare il panetto, aggiungendo eventuale acqua, o farina, se dovessero servire.
Mettere l'impasto in una ciotola leggermente oliata e coprire con la pellicola, lasciare lievitare sino al raddoppio.
Procedere alla preparazione dei panini staccando un pò di pasta e facendola roteare nel palmo della mano dopo averla tirata con delicatezza, formare il panino e appoggiarlo sulla leccarda del forno ricoperta di carta forno.
Formare tutti i panini e coprire con un canovaccio.
Lasciare lievitare ancora 40 minuti.
Cuocere in forno preriscaldato a 190° per circa 15 minuti, controllando ovviamente in base al proprio forno.
Si possono congelare una volta raffreddati e si possono scongelare la sera per la mattina o al mattino, velocemente, in microonde.


martedì 18 novembre 2014

Biscotti alla zucca


  In  questi giorni sono impegnatissima e vivo lontana dal pc, ma non dalla cucina, dove riesco sempre a trovare, a qualsiasi ora del giorno e della notte, un momento per fare pace con me stessa e sentirmi una regina.
Il fatto è che ultimamente mi sento davvero una Regina perchè finalmente, dopo tanta attesa, sto raccogliendo soddisfazioni anche più grandi di quanto le avevo immaginate.
Sono circondata di persone entusiaste, che mi stimolano a fare sempre meglio, e soprattutto sono protetta da tanto affetto, che mi dà la forza per non guardare al passato 
ma soltanto alle cose belle che ci sono e che verranno.

domenica 16 novembre 2014

Panini alle noci con lievito madre


Partecipo raramente ai contest, per mancanza di tempo, ma questa volta ero proprio curiosa di assaggiare le farine speciali di Molino Grassi, che non mi hanno affatto delusa.
Complice un lievito madre bello arzillo e profumato, ho impastato questo pane appositamente per mio marito, arricchendolo di noci, che a lui e ai bambini piacciono molto e fanno tanto bene.

sabato 15 novembre 2014

Torta Moccaccina (di Ernst Knamm) my way


Non guardo la televisione da moltissimi anni. O meglio, non guardo programmi di televisione per adulti da moltissimi anni. In seguito al mio matrimonio e al mio trasferimento in una nuova casa, ho davvero abbandonato l'abitudine di guardare la televisione che è rimasta spenta per alcuni lunghi mesi...giusto il tempo che arrivasse e crescesse un pò la prima piccola adorabile peste della famiglia.

martedì 11 novembre 2014

Biscotti alla farina di castagne per San Martino


La nebbia agli irti colli
Piovigginando sale,
E sotto il maestrale
urla e biancheggia il mare;
Ma per le vie del borgo
Dal ribollir dè tini
Va l'aspro odor de i vini
L'anime a rallegrar.
Gira sù ceppi accesi
Lo spiedo scoppiettando:
Sta il cacciator fischiando
Su l'uscio a rimirar
Tra le rossastre nubi
Stormi d'uccelli neri,
Com'esuli pensieri,
Nel vespero migrar.

lunedì 10 novembre 2014

Zebra cake


Dopo 10 giorni di assenza forzata causa varicella, domani si torna a Scuola e alla vita di sempre e per festeggiare...una torta buona, sana e divertente preparata a 4 mani con la mia bambina :
La Zebra Cake!

Oggi siamo un pò di fretta, sono tante le cose da fare nel poco tempo libero del week end, e allora vi lascio direttamente al dolce...che parla da sé!

E' molto divertente farlo insieme ai bambini e creare questa magia...
che è molto semplice, perchè si ottiene da sé!

giovedì 6 novembre 2014

Crostata al cioccolato, mascarpone e ricotta


Ho visto una crostata simile da un'amica che aveva scovato la ricetta in rete e l'ho provata.
Buona ma... qualcosa mi lasciava perplessa: la frolla faticosa da stendere e un pò secca.
Così ho riprovato seguendo le dosi della mia frolla al cacao, ho rivisto le dosi del ripieno e ho ottenuto la mia crostata di frolla al cioccolato, ripiena di mascarpone, ricotta e gocce di cioccolato.
Sarò puntigliosa, ma sul mio blog mi piace pubblicare solo ricette che mi sembrano riuscite al 100%, poi magari qualcuno le prova e non lo soddisfano, però io devo esserne convinta, altrimenti non sarei serena, e mi sembrerebbe di aver perso del tempo inutilmente.

mercoledì 5 novembre 2014

Minestra di farro, orzo, patate e lenticchie rosse


Tutte le domeniche, in Autunno e in Inverno, io preparo una minestra calda al cucchiaio. Pasta e fagioli, vellutate di ceci, zuppe di legumi, di cereali, o di verdure...l'importante è che siano piatti caldi e confortanti, che ci scaldino lo pancia e la mente.
Ho abituato i miei bambini da sempre e a loro piacciono molto.

Io non avevo mai mangiato questi piatti da bambina, a casa mia non era tradizione.
La domenica si servono i tortellini, i cappellacci, le lasagne, ma mai le zuppe.
Le ho scoperte ormai adulta e non le ho più abbandonate.

lunedì 3 novembre 2014

Tortine alle carote e yogurt


E così, è nuovamente Novembre.
Tutto inizia, tutto finisce, tutto torna in un ciclo immutabile eppure sempre diverso,
che tramanda il passato e i suoi arcobaleni in una leggera e fragile bolla di sapone che danza
inconsapevole sul mondo, soffiata da un bambino, con il suo primo respiro,
colmo di vita come un seme nella terra.
 

venerdì 31 ottobre 2014

Crostata alla zucca e cioccolato


 Pensavo di riuscire a mettervi la ricetta di questa crostata prima ma...qualcosa ieri ha scombussolato tutti i miei piani! Anais si è svegliata con il viso pieno di puntini rossi, febbre, mal di testa, male alla pancia...e sì, ci siamo ritrovati catapultati nella varicella.


Il Blog di Aria: cucina e vita

In questo spazio raccolgo le mie ricette sparse, ma anche pezzi di vita che ad esse inevitabilmente si sovrappongono.
Qui trovate profumi e sapori che evocano ricordi e riflessioni: le mie ricette sono per lo più dolci e piatti vegetariani