mercoledì 16 aprile 2014

Tarte allo sciroppo d'acero e il mio contest vintage sui ricordi!


Ho pochi e preziosi ricordi della mia mamma.
Li custodisco nell'angolo migliore di me stessa.

Avrei voluto possedere più ricordi.
Rievocare il sapore di una torta fatta con lei, 
o di pomeriggi trascorsi a fare shopping, 
o ancora di altri passati a raccontarsi segreti, scambiarsi consigli, baci e tenerezza.
Vorrei avere nelle narici l'odore della sua pelle di ceramica bianca.

Di mia madre ricordo la semplice eleganza.
La sua bellezza che mi ha reso invidiosa fin da piccola.
Ricordo la crostata di frutta fatta con un preparato
come se fosse la torta più buona sulla faccia della terra.
Ricordo il suo amore per le banane e l'anguria.
Ricordo le mezz'ore passate ad ammirarla mentre si truccava.
Ricordo le decolletés con il tacco né troppo basso né troppo alto.
Ricordo le volte in cui restava a piedi con la 126 
e io e il nonno la dovevamo andare a prendere a metà strada.
Ricordo quando l'aspettavo di ritorno dal lavoro, con la sua nuova ypsilon 10.
(sono trascorsi 28 anni ma ricordo ancora molto bene la sua targa)
Ricordo i suoi pranzi a base di caffelatte e crostini di pane ferrarese.
Ricordo le sue borse.
Ricordo il giorno del suo matrimonio.
Ricordo i regali che mi portava a casa anche se non era un'occasione speciale, li conservo ancora perchè mi hanno insegnato cosa significa stupire le persone e coltivare l'amore come un fiore.
Ricordo poi le uova di Pasqua dalla carta vintage e i quaderni dalle copertine retrò che mi regalava anche se non erano quelli commerciali in voga al momento....quanto mi sono piaciuti crescendo!!!
Ricordo i "roselline" colorati insieme.
Ricordo la sua voce quando mi cantava "Ameno tu nell'Universo" di Mia Martini 
e "I giardini di Marzo di Battisti", tramettendomi la passione per il canto.
Ricordo le ricerche fatte insieme di scuola e sull'enciclopedia custodita in casa.
Ricordo i libri che mi regalava sempre e le loro copertine meravigliose..il mio preferito era Polly.
Ricordo la felicità, che se n'è andata troppo presto.
Conservo ancora il suo pettinino da sposa tra gli oggetti più preziosi che ho..
che non sono monili d'oro o d'argento, ma pezzi di vita, che a me sembrano un sogno.

Ai miei figli vorrei restasse in bocca il sapore di miele e sciroppo d'acero dei miei dolci,
 ma soprattutto il gusto dell'amore che metto in ogni cosa.
Quello, anche se ti portano via tutto, non lo puoi scordare-
Indietro non si torna, 
se non annusando un profumo o respirando l'odore di qualcosa che ci strappa al presente 
e ci porta dentro l'anima.
E allora riempio le nostre giornate di inebrianti essenze che invadono casa nostra,
come quella di questa torta aromatica, 
ma soprattutto riempio le nostre giornate 
di abbracci, baci, parole ben pronunciate con voce chiara e sicura: 
Vi voglio bene, ci sarò sempre per voi.
Questo dolce è tipico canadese,
 fatto appunto con lo sciroppo d'acero che è un prodotto tipico
 e facile da reperire in Canada.
Provatelo, è particolare, e vi piacerà solo se come me amate alla follia questo sciroppo.
La pasta brisè fuori è deliziosa.

Ingredienti
(ricetta adattata da qui)


180 g di farina
115 g di burro
1 pizzico di sale
1 cucchiaio di zucchero
50 ml di acqua fredda

200 g di sciroppo d'acero
100 g di burro
100 g di panna liquidia
2 cucchiai di farina
1 pizzico di sale
1 uova

Procedimento

Per la pasta: mescolare velocemente farina, sale, e zucchero. Unire il burro freddo a pezzetti, lavorare con la punta delle dita e aggiungere l'acqua fredda lavorando appena la pasta.
Stenderla in una tortiera da 22 cm e mettere in frigo

Preparare il ripieno cuocendo lo sciroppo d'acero in un pentolino a fuoco basso per 5 minuti.Versare lo sciroppo sul burro in una ciotola e mescolare finchè non sarà sciolto.
Unire la panna.
Prelevare un poco di composto e , in una tazza, unirvi e stemeprarvi la farina, poi riunire il tutto.

Aggiungere il pizzico di sale.
Sbattere l'uovo e unirle al composto.
Tirare fuori dal frigo la tortiera, preriscaldare il forno, versare il composto (liquido) sulla pasta (avrete avuto cura di lasciare un bordo di almeno un cm) e infornare a 180° per 45 min. finchè la crema non sarà rassodata e dorata.
Con la pasta eventualmente avanzate fate delle decorazioni da metter sulla torta al centro quando infornate (essendo il composto liquido si andranno a posizionare a caso sulla torta!)

************************

Non so come ringraziarvi dele tante ricette arrivate per il mio contest.
Mi avete regalato i vostri ricordi più preziosi,
mi avete commossa, 
mi avete fatta sognare.

Se vi va di regalarmi un vostro ricordo,
 il mio Contest in collaborazione con Wald vi apetta ancora fino al 21 Aprile 2014.
I premi appartengono alla collezione ChiaroScuro, acquistabile anche tramite lo shop online...
potete vederne un assaggio tra le mie fotografie SOPRA....

Sono troppo belli e vintage, non trovate?











lunedì 14 aprile 2014

Plumcake salato con spinaci, piselli, patate e brie



E' quasi lunedi, buon inizio settimana!
Io sono piena di energia nonostante un week end molto intenso,
Sabato è stata una giornata meravigliosa che porterò per sempre nel cuore:
uno di quei giorni che non puoi dimenticare
che ti si stampa dentro, con tutti i sorrisi, le strette di mano, i colori dei palloncini
che si alzano in cielo insieme alla speranza
mentre la porta di una Nuova Scuola si apre,
e inizia proprio da oggi una Nuova avventura...
Oggi  vi voglio lasciare una ricettina veloce ottima per il pic nic di Pasquetta.

Io l'ho inventata per smaltire una manciata di spinaci e
 del brie che mi sono avanzati da altre preparazioni.
Adoro i cake salati, e questo è pieno di sapori e colori!


Ingredienti

200 g di farina
1 yogurt bianco
3 uova
1 scatoletta di pisellini
30 g di parmigiano
1 manciata di spianci lessati e strizzati
una patata piccola
sale
1 fetta di brie
mezzo bicchierino d'olio extravergine leggero
mezza bustina di lievito per torte salate.

Procedimento:

Frullare gli spinaci con un vasetto di yogurt bianco.
In una ciotola lavorare le uova con lo yogurt, unire la farina, il formaggio, il sale, il lievito, 
l'olio e infine le verdure a pezzetti e i pisellini scolati, il brie a pezzetti.
Infornate a 180° per circa 40 minuti.

Facile, no?


sabato 12 aprile 2014

Whoopie! (pies)


 Ho trascorso giorni non facili. Notti difficili. Sto ancora camminando nel mio labirinto interiore, alla ricerca di una serenità che un giorno è sfuggita dalle mani. "Dicono che quando arrivi sul più bello, va tutto bene l'importante è non saperlo, a noi è sfuggito, tutto"...recita una canzone di Elisa...cantante che vi ho già detto di adorare...

martedì 8 aprile 2014

Torta integrale di mele a forma di Coniglietto Pasquale


Come vi dicevo...Gioele è stato ammalato, ha dovuto prendere l'antibiotico e sopportare una febbre piuttosto alta e una tosse molto secca e fastidiosa.
Nei momenti in cui la tachipirina faceva effetto, si doveva pur trovare qualcosa da fare insieme per passare il tempo mentre fuori pioveva !!!

sabato 5 aprile 2014

Torta briseé di asparagi e crescenza


Notte in bianco come non succedeva da anni!
Gioele con tosse fastidiosa ed insistente accompagnata da febbre... e mamma apprensiva che oltre a dispiacersi per lui teme che anche la sorella si ammali, e non possa gareggiare domenica....
dopo tante tante, tantissime prove di Winx sulle rotelle....non sarebbe proprio il caso ...
e non certo per vincere chissà che cosa ma....piuttsto per indossare quel sospirato vestito con paiettes con il quale si sente davvero Bloom...
e per inaugurare il primo singolo da sola, appunto, dopo tanto, tanto impegno!
tenete le dita incrociate!

mercoledì 2 aprile 2014

Creme brulèe di Milena



La creme brulée è uno dei miei dolci preferiti. 
Una simil crema catalana che però, invece di cuocere sul fornello, viene cotta in forno a bagnomaria.

Rompere quella crosticina di zucchero e trovare sotto la corazza croccante una morbida crema voluttuosa è una soddisfazione che non ha eguali: è come scoprire che sotto la scorza che ostentiamo per difenderci ci sono sabbie mobili di puri sentimenti in cui non è affatto male restare intrappolati.

martedì 1 aprile 2014

Colomba glassata al cioccolato con lievito madre



Anche se quest'anno la Pasqua viene abbastanza tardi a me sembra ieri 
che è iniziato questo nuovo anno e mi ritrovo spesso a chiedermi : è già Pasqua?

sabato 29 marzo 2014

Le panelle (di ceci)


Quando ho voglia di sognare e ho bisogno di calmarmi penso al mare...
E pensando al mare è inevitabile pensare alla Sicilia, questa terra magnifica, alle sue spiagge meravigliose e ai suoi colori indimenticabili....

mercoledì 26 marzo 2014

Torta al latte caldo


A volte è necessario fermarsi, smettere di controllare tutto, lasciasi travolgere dalle proprie emozioni.
A volte è necessario pensare a sé stessi, senza sensi di colpa, senza curarsi del giudizio degli altri...che in fondo a fare più male è il severo giudizio che diamo noi a noi stessi.


Il Blog di Aria: cucina e vita

In questo spazio raccolgo le mie ricette sparse, ma anche pezzi di vita che ad esse inevitabilmente si sovrappongono.
Qui trovate profumi e sapori che evocano ricordi e riflessioni: le mie ricette sono per lo più dolci e piatti vegetariani