Home

sabato 24 settembre 2016

Chesecake yogurt e frutta



Ancora una ricetta sospesa tra estate e autunno, proprio come mi sento io...in un limbo che ancora non mi è chiaro, ancora sognante a ricordare il rumore del mare e la bellezza del sole che scotta la pelle e già invischiata nel vortice dei mille impegni settembrini ora che la scuola, e tutti gli impegni collaterali dei bimbi, sono iniziati.

E' strano davvero, mi faceva pensare ieri la mia amica Vivi, come gli uomini abbiano deciso di far iniziare il tutto a Settembre, quasi fosse un duplice Capodanno, mentre fuori la natura si prepara ad un lungo sonno e riposo.
Voi non faticate in questi giorni ad alzarvi dal tepore del letto, ora che le temperature concedono un sonno profondo e ristoratore?
Io sto facendo molti sogni, in questo periodo, e finalmente riesco a dormire più ore di fila la notte, rispetto alle sere d'estate in cui, ahimè, questo avviene di rado.

E' difficile andare contro natura, ma mi rendo conto che l'uomo lo fa spesso, e come sempre...è ancora più difficile darne spiegazione ai bambini. 
Chieder loro di andare di fretta mentre la natura rallenta il passo. 

Quindi lasciatemi ancora qui, per un pò, in quel tempo in cui la campagna settembrina regala gli ultimi fichi e i primi grappoli d'uva. E perdonatemi quella nostalgia di fragole rosse e mature.....

Ingredienti
per la base:

250 g di biscotti secchi
100 g di burro di qualità
1 cucchiaio di MielBio Rigoni d'Asiago

Per la crema

250 g di philadelphia
250 g di yogurt greco
200 g di panna fresca
10 g di colla di pesce
80 g di zucchero a velo
frutta fresca per decorare

Procedimento

Sbriciolare nel mixer i biscotti, fondere il burro a microonde e in una ciotola amalgamare biscotti, burro e miele.
Distribuire il composto su uno stampo a cerniera da cm 20 ricoperto di carta da forno e posizionare in frigo, dopo aver compattato la base con le mani, a riposare mentre preparate la farcia bianca.

Mettere in acqua fredda la colla di pesce.
Montare la panna tenendone da parte qualche cucchiaio non montata.
Nella planetaria lavorare il philadelphia con lo yogurt greco e lo zucchero. Sgocciolare la colla di pesce, scaldare a microonde la panna liquida e sciogliervi la colla di pesce.
Aggiungere al composto di formaggi la gelatina sciolta e in ultimo la panna montata, mescolando dall'alto al basso per non smontare troppo.
Distribuire la farcia sulla base di biscotti secchi e lasciate riposare in firgo almeno 5 ore.
Sformate delicatamente il vostro dolce, mettetelo sul piatto di servizio e decorate con frutta fresca lavata e asciugata.
Servire fredda.



giovedì 22 settembre 2016

Tarte pomodori confit e cioccolato fondente


Ci sono momenti in cui una canzone, un sapore, un odore...mi colpiscono come un pugno nello stomaco e affiora in me una sensazione, talvolta soprattutto sgradevole, che ho avvertito molti e molti anni prima sulla mia pelle.

Questa mattina, ad esempio, guidando sotto la pioggia, sono riemerse in me sensazioni di quando mi svegliavo presto al mattino per andare alle superiori, sfidando qualsiasi intemperia. 
Nessuno si preoccupava per me come io adesso faccio con i miei figli e io non soffrivo particolarmente per svegliarmi presto, per dover studiare molto, per correre in bicicletta in mezzo al traffico e alla pioggia con uno zaino pesante sulle spalle. No.
Non ricordo il freddo, la fatica, la sonnolenza. No.

Ricordo però bene il disagio dentro di me.
A dire il vero se avessi cercato di rievocarlo con il mio pensiero non ci sarei riuscita, credo: i toni di questo malessere allora così intenso, adesso hanno i contorni sfocati, quelli del passato remoto.
Però il cielo grigio, la pioggia incessante, l'odore dell'asfalto mi hanno ricordato di botto quanto mi sono odiata.

lunedì 19 settembre 2016

Parmigiana veloce a modo mio



Fatico a lasciare andare l'estate, già l'aria fresca di questi giorni mi ha fatto rabbrividire e tirare fuori la copertina da mettere sul letto ma soprattutto...mi ha fatta restare davanti all'armadio con la faccia di chi non sa proprio cosa mettersi addosso!

venerdì 16 settembre 2016

Plumcake ai mirtilli



Cari bambini miei,
sembra impossibile ma avete già entrambi superato l'emozione unica 
del "primo giorno di scuola elementare".
A Giugno siete usciti dal cancello della scuola facendo il countdown a voce alta, 
con le braccia in alto e i sorrisi stampati sulle labbra e gli occhi di chi meritava una vacanza!
Una lunga estate ad attenedervi con me dall'altra parte del cancello, per ricompensare i tanti sacrifici fatti, come dimostrano due pagelle d'oro.
Io e il papà abbiamo cercato di rendere la vostra estate indimenticabile e ieri sera, quando vi ho chiesto qual è stato il momento più bello della vostra estate voi mi avete risposto: "quando siamo andati al mare", in coro, voto unanime.

martedì 13 settembre 2016

Bruschette integrali con pomodorini zucchine melanzane e stracciatella



 Anche se era partita con una brutta notizia e una forzata lontnanza, quest'estate ha ripreso la piega giusta, e devo dire che, traendo proprio l'ennesimo insegnamento dagli eventi più duri, me la sono davvero goduta attimo per attimo.

venerdì 9 settembre 2016

Filoncini di pane magro




Ora che le temperature si raffrescano torna certamente il piacere di fare il pane in casa e accendere il forno.
Questa è una ricetta molto semplice e abbastanza veloce per  ottenere dei filoncini dalla crosta croccante e morbidi dentro.

sabato 3 settembre 2016

Bon Bon al cocco e cioccolato fondente




Ultima veloce ricetta tratta dal Buffet di compleanno di mia figlia, che ha voluto tutto in giallo e azzurro e ovviamente era vestita di giallo con lo smalto delle unghie azzurro...perchè lei su questi particolari non scherza ;)

mercoledì 31 agosto 2016

Torta Pianoforte




Quest'anno per i miei figli è stato il primo anno di approccio serio alla musica. 
Se è vero che ho cantato e fatto concerti col pancione, come è vero che addormentavo Anais solo
facendole ascoltare sonate di pianoforte, così come è altrettanto vero che in macchina, in casa, ovunque sia possibile, la nostra famiglia ascolta musica e canta tutta insieme....è soprattutto vero che l'8 Settembre dell'anno scorso ho iscritto i miei figli alla scuola di Musica del mio paesello, la stessa che abbiamo frequentato sia io che mio marito. 

Anais, 7 anni, a pianoforte. Gioele, 5 anni, l'allievo più piccolo mai avuto dal maestro di Chitarra.
Anche mio marito era scettico, invece i pargoli ci hanno piacevolmente sorpreso. Se l'approccio di Gioele è stato volutamente, da parte nostra e dell'insegnante, gioioso e giocoso, l'approccio di Anais con il pianoforte è stato fin da subito tosto e passionale. 
Anais studia ogni giorno più di un'ora, forse due, con mio nonno che a sua volta è stato maestro di musica per quasi 40 anni nella Filarmonica del paese.

Anche io ho calcato queste orme, ma mentre a me lo studio del solfeggio e del pianoforte stancava e annoiava non poco, (io volevo solo cantare!!!) Anais sembra divertirsi tantissimo.
Tornata dalle vacanze, la prima cosa che ha cercato non appena aperta la porta ci casa è stata la sua tastiera digitale, con la quale tutti i giorni si diverte e, dice lei, si rilassa.
Di sicuro ascoltarla suonare, la sera, dopo una giornata di pensieri, abbandonata sul divano con le luci soffuse, è stata una delle mie gioie più grandi e indimenticabili.
Anais ondeggia sul suo seggiolino inarcando il corpo e dondolando i capelli, le sue mani trovano i tasti mentre i suoi occhi sorridono e cercano le note con sguardo birichino...io mi rilasso e sogno che possa sempre trovare nella musica un conforto. 
Solo questo spero, che nella musica trovi divertimento, sfogo alla creatività e porto sicuro nell'allegria e nella tristezza.

Così, dopo la torta Chitarra elettrica per Gioele in pasta di zucchero, ecco la Torta Pianoforte, creata da me e suo padre per la festicciola con gli amici quando, dopo una piccola e rapida esibizione musicale, Anais ha finalmente potuto ammirare la Torta che le avevamo tenuta nascosta.
Con queste dosi vengono comodamente 50 porzioni di torta. Appena tagliata mi sembrava poco farcita, ma lasciata riposare
la torta si è ben inzuppata e ha dato il meglio di sé il giorno successivo
quindi ve la ripropongo esattamente come io l'ho fatta.

Nel caso non abbiate tempo per prepararla un giorno-due prima, preparate 500 g di panna fresca montata e tagliate in 3 strati anzichè due per fare anche uno strato di panna.
A me piace farla in casa perchè è naturale, si stende sottile e si amalgama perfettamente alla torta.


Ingredienti

per il pan di spagna bianco:
9 uova
180 g di zucchero
180 g di farina

Per il pan di spagna nero
9 uova
180 g di zucchero
140 g di farina
40 g di cacao amaro

Per la crema
4 tuorli
4 cucchiai di zucchero semolato
4 cucchiai di farina
600 g di latte fresco
100 g di cioccolato fondente

500 gr di mascarpone
gocce di cioccolato

inoltre 500 g di panna

per le decorazioni:
1 kg di pasta di zucchero

Per i pan di spagna procedere montando le uova con lo zucchero finchè non scriveranno.
Unire poi la farina e il cacao setacciati, mescolando dall'alto al basso.
Cuocere in due stampi rettangolari 33 per 25 cm.
Una volta cotti posizionarli vicini, tagliare a forma di pianoforte, sagmoando la cosa ad uno dei rettangoli e tagliare i pan di spagna in due parti.

Per la crema mescolare in una casseruola antiaderente i tuorli con lo zucchero semolato, stemperare la farina nelle uova con un goccio di latte, versare tutto il latte a filo e portare a bollore su fuoco lento, sempre mescolando.
Unire la cioccolata fondente sminuzzata, mescolare e coprire con pellicola a contatto.

Una volta fredda la crema, unire il mascarpone e lavorare con le fruste.
Regolare di zucchero, in caso ne servisse unire zucchero a velo.

Bagnare la torta con sciroppo di zucchero e acqua e maraschino.
Posizionare il primo strato di pan di spagna e farcire con la crema al cioccolato 
Aggiungere una manciata generosa di gocce di cioccolato.
Ricoprire con l'altro pan di spagna: io ho alternato i colori per avere uno strato di pan di spagna giallo, la crema e il pan di spagna al cacao.
Ricoprire la torta con la panna fresca e poi stendere sopra di essa la pasta di zucchero tirata già sottilmente.

Ho tirato la mia pasta con un mattarello Pavoidea lavorato con le note musciali, in modo da avere una pasta di zucchero decorata, come si può vedere in particolare nella foto qui sopra.

Ritagliare le eccedente e procedere alle decorazioni aggiungendo il colorante nero e azzurro a piccole porzioni di pasta con cui creare i tasti e i fiorellini, che andranno posizionati e applicati con colla alimentare.

Tenere la torta in frigo sino al momento di servire, la torta è più buona se fatta almeno 24 ore prima di essere servita.

Ancora tanti auguri per i tuoi 8 anni Anais!!!!!
Ne è rimasta un bel pò ma a casa tu l'hai divorata e mi ha detto che ti è piaciuta tantissimo, questa per me è la gioia più grande!



lunedì 29 agosto 2016

Pasticcini con frutti di bosco




 Per il compleanno di Anais seconda parte, ovvero festa con gli amici, ho cercato di curare il buffet da sola. Come sempre amo sperimentare e questo è il rischio di non sapere se il risultato sarà buono. Per questi dolcetti mi sono per questo affidata a una ricetta di Flavia- Mysia che ho modificato soltanto usando olio di oliva, aggiungendo le gocce di cioccolato all'impasto e usando frutta di bosco.
Ad Anais e a Gioele sono piaciuti molto!!!!
 Facili da realizzare e carini da vedere, dolcetti che sanno di estate!
Tra pochi giorni vi mostrerò anche la torta :)
E' stata una bellissima festa...oggi però è la giornata delle pulizie :(

Ingredienti per circa 40 dolcetti

2 uova
80 g di zucchero
25 g di olio di oliva leggero
70 g di farina 00
1 cucchiaino di lievito per dolci
250 g di panna da montare 
2 cucchiai di zucchero a velo
250 g di frutti di bosco misti
gocce di cioccolato, q.b


Procedimento

Montare nella planetaria le uova con lo zucchero. Unire l'olio a filo, la farina setacciata con il lievito, le gocce di cioccolato
e mescolate con cura sino ad ottenere un impasto vellutato. Versate l'impasto in piccoli pirottini. Per mantenere la forma io ho usato uno stampo apposito Le Creuset, che si può usare anche senza pirottini di carta perchè molto antiaderente, è davvero una linea eccezionale per chi ama pasticciare in cucina come me ;)


 Fate cuocere in forno già caldo a 170° per una decina di minuti e comunque finchè non saranno dorati, non ci vorrà molto
Fate raffreddare.
Montate la panna con lo zucchero a velo, decorate i dolcetti con la sac a poche e guarnite con la frutta pulita.
Tenete in frigo sino al momento di servire.




Il Blog di Aria: cucina e vita

In questo spazio raccolgo le mie ricette sparse, ma anche pezzi di vita che ad esse inevitabilmente si sovrappongono.
Qui trovate profumi e sapori che evocano ricordi e riflessioni: le mie ricette sono per lo più dolci e piatti vegetariani