Home

domenica 19 agosto 2018

Fiorellini di grano saraceno con nocciolata


Cosi, anche il Ferragosto è passato....e in un attimo sarà Natale!!!! ahahahhh, scherzo dai!!!! Però un pò è vero, il tempo vola ed è da quando sono bambina che, arrivata al 15 di Agosto, provo una sorta di blues che mi attanaglia...le giornate che si accorciano, le temperature che un pò calano, le vacanze che finiscono....Tuttiavia, negli ultimi anni sono diventata più brava, complice il compleanno di mia figlia Anais a breve, che mi impone di pensare tutto Agosto come ad una lunga festa, che si conclude nel migliore dei modi.
Per il compleanno della mia principessa preparerò sicuramente anche questi dolcetti, li ho già sperimentati e a casa sono stati un successo! A presto con le altre idee e ricette..... intanto godiamocele tutte queste bellissime giornate calde di sole....non potete immaginare quanto mi facciano bene!

Ingredienti
125 g di farina di grano 00
100 g di farina di grano saraceno
1 uovo
80 g di zucchero a velo
125 g di burro
 
Procedimento
Nella planetaria versare le farine, l'uovo, lo zucchero e il burro a pezzetti.
Lavorare rapidamente fino ad ottenere un impasto liscio e mettere in frigo fino al momento di utilizzarlo.
Trascrso il tempo, (almeno una mezz'ora), stendere l'impasto e con un tagliabiscotti a fiore ricavare tanti fiorellini che andrete a sistemare nei pirottini da cupcakes capovolti sulla leccarda del forno.
Fate aderire bene i petali,  e fate cuocere così i vostri fiorellini per circa 10 minuti in forno preriscaldato a 180°
Sfornateli, fateli raffreddare bene, sformateli e farciteli di nocciolata Rigoni d'Asiago.
Decorate con confettini colorati e stupite chi amate! 


lunedì 13 agosto 2018

Pasta allo scarpariello


Probabilmente penserete che con il caldo io sia impazzita per mettere una ricetta-non ricetta come questa! Ma vi confesso che, prima di imparare a cucinare, io la pasta al pomodoro la facevo solo e sempre con la passata in vasetto. Poi, nel tempo, ho fatto di necessità virtù perchè ogni estate, come questa in particolare, sono stata letteralmente e piacevolmente invasa dai tantissimi pomodori che amici e parenti hanno piantato nei loro orticelli.

Maturi, succosi, dolcissimi, biologici e a km zero: che volere di più? Li ho preparati in tutte le versioni e oggi ve li presento in questo primo piatto che per me riassume tutti i profumi dell'estate: pomodoro e basilico, e sembra di essere sempre in vacanza.

Preparando questa pasta, ho imparato che è stata inventata a Napoli nei quartieri Spagnoli e proprio a Napoli si chiama "allo scarpariello"....io sinceramente non sapevo che questo piatto alla napoletana si chiamasse così, l'ho scoperto qui, dove mi sono lasciata anche ispirare dall'abbinamento con questo formato di pasta che ci sta una meraviglia.
Insomma, in cucina c'è sempre da imparare, anche facedo le cose più semplici, che però non sono banali.

Ma a proposito di vacanza, dove siete di bello? Io a casa, dove abbiamo tanta "manutenzione" da fare e un compleanno speciale da preparare....oggi tra una cosa e un' altra sbircerò su Spartoo per un paio di sneakers da regalare alla mia ragazza, ci sono sconti e spedizioni rapidissime, non si può non approfittarne ;)


Ingredienti

pasta (80 g per persona)
pomodorini dell'orto a volontà, io ho scelto i datterini
olio evo
basilico q.b
aglio (per me di Voghiera, uno spicchio)
peperoncino
pecorino e parmigiano grattuggiato.

Procedimento


In una larga padella fate imbiondire l'aglio nell'olio con il peperoncino, aggiungete i pomodorini tagliati a metà e fate cuocere a fiamma vivace per una decina di minuti, il tempo di essare al dente la pasta in abbondate acqua salata in ebollizione. Scolarla un paio di minuti prima della fine del tempo di cottura e ultimate la cottura nella padella con il sugo di pomodorini. Ora, a fiamma bassa unire man mano i formaggi grattugiati e mescolate bene, aggiungendo un cucchiaio di acqua di cottura della pasta che servirà per mantecare bene il tutto. Spegnere la fiamma e unire il basilico fresco. Servire subito.

 

domenica 12 agosto 2018

Cupolette panna e caffè




Oggi è domenica e un dolcino non si nega a nessuno, siete d'accordo? Poca fatica e massima resa se come me siete appassionati del tiramisù declinato in ogni possibile versione. Perfette per la tavola del Ferragosto queste cupolette possono essere anche preparate con anticipo e conservate in freezer, come un semifreddo.
Io le preferisco però fredde di frigo, più morbide e cremose, provatele e poi mi dite quale versione preferite. Vi auguro un Buon week end!

Ingredienti per 6 piccole coppette 
(ricetta liberamente modificata da qui)

250 g di panna fresca
due cucchiai di zucchero a velo
2 tazzine di caffè
1 bicchiere di latte
cacao q.b
6 pacchettini di pavesini



Procedimento

Rivestire di pellicola i pirottini in alluminio per sformare più facilmente le cupolette.
Montare la panna con lo zucchero ben fredda.
Unire latte e caffè e immergervi i biscotti, foderando la cupoletta interamente.
Coprire il fondo di biscotti con qualche cucchiaio di panna e fare uno strato di biscotti imbevuti di caffè e latte.
Mettere ancora un cucchiaio di panna e terminare con i biscotti.
Procedere così per tutte le cupolette.
Mettere in frigo tutta la notte.
Al momento di servire, sformare e spolverare di abbondante cacao amaro!


martedì 7 agosto 2018

Melanzane al forno gratinate con pomodorini





Ieri sera ho letto un annuncio "strano" nel gruppo fb del paesello dove abito. Una signora che conosco bene "regalava" verdure del suo orto perchè ne aveva in abbondanza!!!! Così ci siamo scambiate un pò di battute (non volevo approfittarne, ma ho capito che davvero le faceva piacere!) e durante la passeggiata serale sono passata davanti a casa sua per ritirare un sacchetto colmo di doni della terra. Con me altre signore che amano la verdura!
 Qualche giorno fa, invece, la mia amica Linda è andata in vacanza, e mi ha portato tanti pomodorini del suo orto, erbe aromatiche e fichi.

Questo è il periodo dell'anno in cui la natura è davvero generosa e se ci sono amici che lo sono altrettanto, ecco che nel frigorifero non mancano gli ortaggi più buoni, naturali e locali che si possano desiderare. Tutto bio! Grazie amici!
E allora sbizzarriamoci in cucina e in pochissime mosse avremo un contorno da leccarsi i baffi!

Ingredienti

1 grossa melanzana
pomodorini datterini
pangrattato
parmigiano reggiano
un cucchiaio di pesto fatto in casa con solo olio, basilico fresco e parmigiano (facoltativo)
olio extravergine

Procedimento

Preriscaldare il forno a 180°-
Lavare la melanzana e affettarla non troppo spessa.
Ricoprire la leccarda con un foglio di carta da forno e stendervi le fette di melanzane precedentemente spennellate di olio evo da entrambi i lati.
Fate cuocere le melanzane dieci minuti mentre preparate il condimento.
Lavate i datterini e tagliateli a pezzetti.
Metteteli in una ciotola con qualche cucchiaio di pangrattato, qualche cucchiaio di parmigiano, un cucchiaio abbondante di pesto.
Mescolate il tutto e cospargete con questo condimento le melanzane, irrorate con un altro filo d'olio e proseguite la cottura per altri 15-20 minuti controllando il vostro forno.
Buon appetito! 


sabato 4 agosto 2018

Barchette di melanzane ripiene di pasta con melanzane e scamorza




Fa caldissimo, lo so che non si può nemmeno pensare di accendere il forno, ma la mia fortuna è quella di avere l'aria condizionata in cucina e quando ho delle buone melanzane dell'orto a questa pasta non rinuncio!
Perfetta per il week end, non potete non provarla almeno una volta, questa è la pasta che più profuma di estate!

Ingredienti per 4 persone

2 melanzane medie
220 g di pasta tipo radiatori
100 g di scamorza
olio extravergine
sale aromatico
200 gr di polpa di pomodoro

Procedimento

Lavate e tagliate le melanzane a metà, svuotatele della polpa che taglierete a cubetti, e lessatele in acqua leggermente salata. Ci vorranno 5-10 minuti.
In una casseruola versate poco olio extravergine, i cubetti di melanzana e rosolate, poi unite la passata, il sale a romatico, un bicchiere di acqua e proseguite la cottura finchè le melanzane non saranno tenere.
Nel frattempo portate a cottura la pasta, ma tenendola al dente, scolatela e conditela con il sugo alle melanzane e la scamorza a cubetti.
Riempite le barchette di melanzane scolate con la pasta, spolverate di parmigiano e guarnite con basilico, infornate per circa 10 minuti con la funzione grill.
Sfornate e servite subito, che delizia!



martedì 24 luglio 2018

Crostata morbida con crema di nocciole






Mamma, non fai più torte!!!! Eh, si, è vero....mi sono presa un lungo periodo di vacanza! Non solo quella del viaggio, che quest'anno ci ha portato dalla Toscana fino alla Spagna, passando per la Francia e tornando per la Sardegna! Parlo della vacanza mentale, quella che esiste solo staccando i telefoni, allontanandosi dal pc, dedicandosi a se stessi e a cose nuove, abbandonando la routine e le scadenze, gli impegni, i pensieri stressanti...
Dopo quasi 9 anni di blog, devo ammettere che a volte anche la cucina diventa, da passione, a normalità...e questo smorza un pò i toni, appesantisce il tutto, accentua le angolature...

Ma sono pronta per tornare: mi sento gli occhi e il corpo pieni di luce e bellezza, mi sento spronata da nuovi progetti di vita, mi ricaricherò con un pò di shopping visti i saldi ovunque e in particolare su Spartoo vista la mia passione per le scarpe....e sarà ancora Aria in Cucina, con tante ricette e soprattutto tante riflessioni in testa!
Per ora godetevi questo spettacolo di torta: facilissima, velocissima, con quel sapore di nocciolata che conquista tutti...se poi è senza latte, a casa mia è ancora più apprezzata!
Che aspettate a farla? Io ne ho dovute fare due...e sono state spazzolate in meno di 24 ore!!!!



Ingredienti
(ricetta originale qui)

2 uova
100 g di zucchero semolato
145 g di farina
40 g di latte
40 g di olio di semi (per me oliva leggero)
2 cucchiaini di lievito
250 g di nocciolata senza latte Rigoni d'Asiago 

 
Procedimento

Montare a lungo le uova con lo zucchero, unire il latte, la farina con il lievito, e infine l'olio a filo.
Imburrare ed infarinare uno stampo per crostata di diametro 26-28, di quelli con l'incavo, possibilmente. Cuocere in forno preriscaldato per 15-20 minuti circa a 180°, facendo ovviamente riferimento al proprio forno.
Sfornare, lasciare raffreddare, sformare e ricoprire nella parte di incavo con abbondante nocciolata.
Decorare a piacimento: per me granella di pistacchio e confettini colorati!


mercoledì 20 giugno 2018

Cheesecake ribes rosso e pesca


E così, eccoci quasi arrivati alla fine della primavera e all'inizio dell'estate, in un soffio....Io, che non mi sono ammalata in tutto Inverno adesso sono a casa con la febbre e l'antibiotico, per questo mi faccio sentire poco.
Una bella notizia però c'è: dopo ben 7 anni, ho reintegrato le fragole nella mia alimentazione, che è minata da una brutta allergia alimentare....Risentirne il sapore è stato qualcosa di indescrivibile.
Godete delle piccole cose, come mangiare un frutto succoso nella sua stagione naturale...una gioia alla portata di (quasi) tutti, che ci offre la potenza generosa e smisurata della Natura.

Per celebrare il passaggio dalla Primavera all'Estate che ho atteso tanto vi lascio questa cheesecake scacchiera doppio gusto, grazie alla farcitura con Fiordifrutta Rigoni di Asiago.
A presto, baci a chi passa!


Ingredienti


300 g di biscotti
150 g di burro
1 cucchiaino di mielbio arancio Rigoni d'Asiago

Per la crema

250 g di ricotta
100 g di zucchero
200 g di philadelphia
un vasetto di yogurt alla pesca
semi di vaniglia
3 uova
1 cucchiaio raso di farina
per guarnire



Procedimento
Sbriciolare i biscotti nel mixer, fondere il burro. Miscelare i biscotti con il burro e il miele e, con il composto ottenuto, foderare lo stampo ricoperto di carta forno.
Premere bene con le mani e riporre in frigorifero mentre si prepara la crema.

Per la crema lavorare formaggi con lo zucchero, unire le uova uno alla volta, lo yogurt, i semi di vaniglia e infine la farina.
Stendere il composto sulla base di biscotti e cuocere in frono preriscaldato a 180° per circa 35-40
 minuti . Lasciate raffreddare il vostro dolce nel forno, con lo sportello aperto, poi passatelo tutta la notte in frigo e il mattino successivo guarnite con la confettura tagliandolo a quadrotti e guarnendolo come una scacchiera.
Servite freddo ;)

mercoledì 13 giugno 2018

Quadrelli con asparagi, pomodorini e zafferano




Ora che ho i bimbi a casa da scuola vedrete sicuramente più pasta su questi schermi!
Può capitare, infatti, di essere in pausa pranzo insieme a loro e la richiesta è sempre la stessa: pasta con verdure!
Pensavo di faticare a trovare nuovamente gli asparagi, quando ho postato i ditalini risottati con gli apsaragi, invece ne ho trovati dei freschissimi e allora abbiamo aperto il frigorifero e usato la fantasia!
A Gioele e Anais è piaciuta tantissimo questa ricetta, ancor più il formato dei quadrelli all'uovo Pastificio Andalini, una vera bontà! Mi hanno già chiesto quando la rifaccio!

Ingredienti per 4 persone

260 gr di pasta all'uovo Quadrelli Andalini
1 bustina di zaaferano
500 gr di asparagi
10 pomodorini
olio extravergine
sale aromatico
pecorino grattugiato
pepe


Procedimento

Pulire gli asparagi e tagliare la parte verde a tocchetti. Rolosarli in padella con un filo di olio extravergine, regolare di sale, mettere il coperchio e continuare la cottura per 10 minuti. Gli ultimi 3 minuti, aggiungere i pomodorini lavati e tagliati a metà.
Nel frattempo, portare l'acqua a bollore, salare e cuocere la pasta.
Tenere un mestolo di acqua di cottura e versarlo sulle verdure, sciogliervi la bustina di zafferano.
Scolare la pasta, insaporirla nella padella delle verdure, impiattare e gratutggiarvi sopra abbondante pecorino e pepe fresco.
Buon appetito!


venerdì 8 giugno 2018

Torta stracciatella



E così, anche quest'anno scolastico è passato...Non è stato assolutamente semplice, abbiamo studiato tantissimo (anche io!!!) e fatto tanti sacrifici, ma alla fine sono certa che arriveranno le meritate soddisfazioni. 
Adesso è ora di godersi un pò di vacanza, pensare all'estate, mettere da parte le scarpe da ginnastica acquistate su Spartoo e indossare sandali e infradito.... fare pulizie generali....anche del frigo, dove ho scovato un sacchettino di cioccolata avanzata dall'uovo di Pasqua e dimenticata in un angolo :)
Che farci se non una bella torta stracciatella per festeggiare questo nuovo traguardo?
Un pò di felicità non guasta mai, mista alla nostalgia canaglia: quella di sapere che il tempo vola e che questo meraviglioso percorso della scuola primaria corrisponde agli anni più felici e puri della vita.
Non abbiate fretta di crescere!

Ingredienti

2 uova
13'0 g di zucchero semolato
50 g di olio
200 ml di panna fresca
200 g di farina
1 bustina di lievito
150 g di cioccolato tagliato a coltello

Procedimento

Tagliare il cioccolato con il coltello.
Montare nella planetaria le uova con lo zucchero, unire l'olio, la farina e il lievito.
Unire anche la panna e infine il cioccolato, tenendone una parte da parte per metterlo sulla superficie della torta una volta che avrete riempito una teglia imburrata e infarinata cm 20 (la mia era 24 cm, ecco perchè è bassa).
Fate cuocere per circa 40 minuti a 180°, lasciate intiepidire e sformare. 


martedì 5 giugno 2018

Ditalini al farro risottati con asparagi


 


Ah, non chiedetemi cos'è questa pigrizia che mi tiene lontana dal blog...non lo so nemmeno io...e non ne ho voglia di parlarne! Oggi però pensavo alle ultime ricette in archivio e, anche se può apparire sempliciotta, non me la sentivo di non lasciari questa semplice pasta con cui mi accingo a salutare gli asparagi, compagni fedeli di tante primavere!
E' così, sono stranamente di poche parole....ma fidatevi, il sapore non manca. Ovviamente scegliete dei prodotti di prima qualità :)


Ingredienti per 4 persone

320 g di pasta ditalini di farro Monograno Felicetti
brodo vegetale
un mazzo di asparagi
pepe
olio extravergine d'oliva

Procedimento

In una casseruola preparate un buon brodo vegetale.
Tagliate a tocchetti piccoli gli asparagi e lavateli con cura.
In un ampia casseruola bassa mettete qualche cucchiaio di olio extravergine, poi gli asparagi e fate insaporire. Ora unite la pasta e cuocetela come un risotto, aggiungendo pian piano mestoli di brodo vegetale.
Quando la pasta sarà pronta gli asparagi avranno formato una deliziosa cremina.
Impiattate, macinate del pepe fresco sopra la vostra pasta e fate un altro giro di olio extravergine a crudo.

 

Gustate!

Il Blog di Aria: cucina e vita

In questo spazio raccolgo le mie ricette sparse, ma anche pezzi di vita che ad esse inevitabilmente si sovrappongono.
Qui trovate profumi e sapori che evocano ricordi e riflessioni: le mie ricette sono per lo più dolci e piatti vegetariani