lunedì 1 settembre 2014

Torta sublime al cacao e fichi


Per fortuna Imma è tornata dalle vacanze!!! Mi mancava ;)
Mi mancavano le sue delizie che ogni volta mi fanno capitolare e venire l'acquolina!
Quando ho visto questa ricetta ci ho lasciato le papille gustative sul monitor, ma siccome non è stato molto gratificante ho pensato che era meglio riprodurla...e non potendo mangiare la frutta che Imma ha utilizzato ne ho approfittato per smaltire dei fichi maturi buonissimi!
Fichi e cacao....un binomio che mi ha suggerito il nome per questa torta: sublime!!!!
Penso che venga molto buona anche con le banane, la rifarò sicuramente, è una goduria pazzesca: umida, cioccolatosa, e profumatissima.

Ideale per iniziare Settembre!
Settembre è sempre frizzante ed emozionante, ma per me questa volta lo sarà ancora di più
E allora festeggiamo, dai, c'è sempre un motivo per festeggiare, no?
E non c'è festa senza torta, quindi mettete le mani in pasta ;)

Buona settimana!
ma soprattutto Buon Settembre...che è sempre un pò come un nuovo inizio ;)

Torta cacao e fichi
 Stampo 18-20 cm. 
Ingredienti

5-6 fichi neri freschi
1 banana
 170 g di farina 00
 50 g di cacao amaro
 100 ml di acqua calda
 2 cucchiaini di lievito
 1 cucchiaino raso di bicarbonato
 2 uova 
100 g di zucchero di canna 
80 ml di olio ( per me di oliva leggero Dante)
Procedimento
Sbucciare e tagliare i fichi in pizzoli pezzetti. 
Mettete il cacao in una ciotolina e unite l'acqua calda quindi mescolate il 
composto e mettetelo da parte. Montate con lo zucchero le uova, 
montate bene il composto, unire la banana. 
Unite quindi  l'olio, il cacao con l'acqua e in ultimo 
la farina setacciata con il lievito e il bicarbonato.
Versate la frutta e con una spatola mescolate bene il composto quindi 
versate in uno stampo precedentemente inburrato e infarinato. 
Cuocete in forno statico a 180 gradi per 40 minuti circa. 
Sfornatela e lasciatela riposare nello stampo 5 minuti quindi posizionatela 
su di una gratella a raffreddare.
 Quando sarà completamente fredda, spolveratela con del cacao amaro.


sabato 30 agosto 2014

Girl's Birthday Choco Pops: e altre idee per un compleanno


Questa è l'ultima ricetta del compleanno di Anais che vi lascio, poi, prometto, non ne parlo più fino al prossimo anno ;)
Dunque...vi ricordate che quando vi ho raccontato della torta Barbie vi avevo anche detto che avevo dovuto usare il pan di spagna al cacao destinato ai cake pops???

Ma Anais ci teneva tanto ai cake pops, e io non avevo più tempo per fare un'altra torta....

giovedì 28 agosto 2014

Brioches integrali salate

 

Per l'appuntamento salato di metà settimana vi offro queste brioche integrali, che sono state un successo al buffet di compleanno di Anais.

La mia allergia non vorrebbe che io mangiassi farina integrale, o meglio...mi correggo, non tutti coloro che ne soffrono la tollerano..Trovo che la farina integrale faccia tanto bene, e finchè riesco senza reazioni ne faccio ampio uso in cucina...anche i bimbi la gradiscono. 
In queste brioches, ci sta a meraviglia!


A proposito di bambini sapete che l'altro ieri Gioele ha imparato ad 
andare in bicicletta senza le ruotine? 
E' incredibile, ogni loro conquista è sempre una gioia incommensurabile nel mio cuore, 
non mi abituo mai a vederli crescere, provando in questo, gioia e paura al contempo.

Quando lo vedo andare così forte un brivido mi percorre la schiena
"mamma, vado come una scheggia adesso!" dice mentre sfreccia fiero in cortile.
Mi vengono in mente le parole che a Maggio di un anno fa pronunciò Anais nella stessa occasione
"Mamma, senza ruotine mi sembra di volare!"
Che bello vederli così orgogliosi, ma nello stesso tempo che piccolo strappo all'anima ogni loro slancio di indipendenza che li porta via da me.
Si fa sempre più nitido il ricordo di quando anche io, 30 anni fa, imparari a correre con la mia bicicletta rossa molto vintage ;)
Mi presi su e andai in strada e feci tutto un giro prima di rincasare.
Al ritorno, invece di una mamma felice, mi ritrovai una madre arrabbiatissima che mi diede qualche sberla ;)
Non capii il perchè e non lo chiesi, ero così felice di aver imparato, io!!!

Beh, torniamo alle brioches...facili, e tutto sommato veloci. 
Al prossimo buffet non mancheranno, e nel vostro?


Ingredienti 
(per circa 20 brioches)

350 g di farina integrale Molino Rossetto
150 g di farina 0 biologica
250 g di latte
4 g di lievito di birra secco
1 uovo 
40 g di latte
30 g di zucchero
13 g di sale

tuorlo e latte per spennellare
 semi di girasole Molino Rossetto

Procedimento

Impastare tutti gli ingredienti nella planetaria, partendo dalle farine, zucchero, lievito, poi latte tiepido, olio, uovo e infine il sale.
Se dovesse essere necessario, unire altra farina a poco a poco.
Quando l'impasto è omogeneo, fare una palla e metterla a lievitare in una ciotola unta e coperta di pellicola.
Trascorse due ore, o quel che servirà al raddoppio, stendere la pasta sottilmente in un rettangolo
Tagliarlo a metà e da ogni metà ricavare dei triangoli .
Fare un taglietto alla base di ogni triangolo, e arrotolare il triangolo su stesso per formare le brioches.
Far lievitare un'altra oretta.
Miscelare tuorlo e latte, spennellare le brioches, spargere di semi di girasole, e infornare in forno caldo a 190° per una quindicina di minuti.
Fare raffreddare e servire.
Io le ho congelate da cotte e scongelate al bisogno, farcite con spinacini, formaggio di capra e...salame per la versione non vegetariana!
 



martedì 26 agosto 2014

Torta Barbie/Principessa per Anais ;)


Grazie per i tanti auguri arrivati ad Anais, e grazie per esservi emozionati/e attraverso le mie parole...mi capita spesso, da quando sono piccola, che le persone me lo dicano, ma io non mi abituo mai, quando scrivo è tutto così naturale e semplice per me...che non considero il fatto che ad altri i miei pensieri potranno far scaturire emozioni così forti...Se davvero è stato così ne sono felice, perchè in fondo, non scrive mai solo per se stessi, soprattutto in un blog.

E dopo avervi fatto partecipi del mio immenso amore per quella delicata creatura che è mia figlia, non posso non mostrarvi la Torta che lei ha scelto e io ho cercato di realizzare per rendere la sua festa perfetta.


Come sempre ho guardato qualche tutorial, pensato pazzamente che "sembrava un gioco da ragazzi" (chissà perchè quando vedi gli altri che lo fanno sembra così facile?!) e chiesto consigli ad amiche fidate e preziose...
ma poi, come sempre, mi sono ritrovata con la cucina sottosopra, le mani nei capelli, e la realizzazione finale completamente diversa da quella che mi figuravo nella mia testa come punto di partenza!

eh, si, io sarò brava con le parole, ma con le mani sono una pasticciona...e quindi vi spiegherò esattamente dove mi sono intoppata, e come ho cercato di risolvere il problema!

 
Come si fa la Torta Barbie
 
Per questa torta avevo preparato:

un pan di spagn da 4 uova per la base cotto in uno stampo a cerniera di cm 20 (ricetta qui)
un pan di spagna da 3 uova cotto in uno stampo a zuccotto di diametro 20 (non troppo grande, ma con la cupoletta per fare l'effetto vestito)
un pan di spagna da 4 uova al cacaco (ricetta qui) che in realtà mi sarebbe servito per dei cake pops. ricoperti di cioccolato bianco.
Per i pan di spagna ho usato farina per dolci Molino Rossetto.

Per farcire e ricoprire:
500 g di panna fresca montati con 500 g di mascarpone, zucchero a velo q.b. 
e una goccia di colorante in gel rosa
250 g di lamponi freschi

Per decorare
125 gr di ribes rosso
zuccherini e cuoricini colorati Molino Rossetto

 

Inizialmente avevo tagliato i miei pan di spagna bianchi in 3 strati ciascuno.
Ho preso l'alzatina e ho messo un pò di crema sul fondo.
Con un coppapasta in cui potesse entrare il corpo della bambola ho tagliato al centro ogni disco di pan di spagna.
Ed ho iniziato a montare la torta alternando uno strato di pan di spagna, bagnato di maraschino e acqua e zucchero insieme, a uno strato di crema rosa, e lamponi interi.
Ben presto mi sono accorta però che i due soli pan di spagna classici non mi sarebbero bastati quindi ho tagliato in tre dischi anche il pan di spagna nero, e ho quindi assemblato la torta alternando 2 strati bianchi e uno nero fino ad esaurimento, terminando con la cupoletta.
A questo punto, alzando la torta con il pan di spagna nero per poter arrivare a coprire tutte le gambe della bambola fino al punto vita, mi sono accorta che anche la crema preparata era sufficiente soltanto per farcire e ricoprire la torta, non certo per decorarla come avevo inizialmente immaginato.
A quel punto ho ricoperto la torta di crema livellandola con una spatola e mi sono chiesta come avrei potuto decorarla.

Dal momento che avevo in frigo una scatolina di ribes rosso, ho pensato di lavare i chicchi e posizionarli sull'intera gonna, come fossero pietre preziose.
E poi ho terminato con cuoricini rosa e confettini colorati Molino rossetto di cui non sono mai sprovvista.
A questo punto, le gambe della bambola avvolte strette nella pellicola per proteggerla, possono essere infilate nella torta e...il gioco è fatto.
La torta è piuttosto pesante e quindi non mi stava proprio dritta, ma una volta messa in frigo e raffreddata tutto è stato ok.

Io giravo per la casa inviperita, un pò perchè ho dovuto usare il pan di spagna dei cake pops, un pò perchè avevo esaurito la crema e ho dovuto optare per questa decorazione che poi alla fine è piaciuta davvero a tutti, un pò perchè la torta non stava bella dritta e...con le mani nei capelli continuavo a ripetere ad Anais, appena entrata in casa, che era un pasticcio.

L'avevo sistemata sul set per fotografarla e mi sono allontanata per prendere la macchina fotografica.
Quando sono rientrata nella stanza, Anais aveva le lacrime che le rigavano le guance.
Io, confusa, le ho chiesto come mai.

Lei, visibilmente commossa, mi ha detto esattamente queste parole un pò sgrammaticate:
"Mamma, sono emozionata. E' proprio la più bella torta che desideravo!"
 Sono scese le lacrime anche a me e ci siamo abbracciate strette strette.
Ammetto che se la torta non mi ha soddisfatto al 100% per come l'avevo immaginata, 
per questa emozione grande resterà sempre indelebile nel mio cuore, e credo anche 
in quello della mia piccola Anais.


Eccola qui che guarda la sua torta poco prima della festa (io vi consiglio di preparare sempre le vostre torte il giorno precedente, il sapore ne gioverà stando in frigorifero ed armonizzandosi il tutto)
Quanto ai cake pops....abbiamo risolto con un'altra idea
molto apprezzata dai bambini...ma di questo vi parlerò nei prossimi giorni,
mostrandovi qualche altra golosità dolce e salata ;)
Buona settimana nuova!
Aria


e per finire vi lascio un biscottino fatto con il preparato per biscotti Molino Rossetto...
i biscotti a forma di 6 non potevano mancare alla festa della mia principessa ;)




venerdì 22 agosto 2014

6 anni di te...Buon compleanno Anais!!!


 6 anni...
6 anni di te non si possono spiegare scrivendo
li abbiamo vissuti a fondo, li abbiamo goduti attimo per attimo...
li abbiamo dipinti di sogni e meraviglia.

 6 anni che sono tua mamma. 
6 anni che sei mia figlia.
E quando pronuncio queste parole sento un orgoglio smisurato che sale dal profondo.

Uno slancio a fare per te anche l'impossibile,
come salire in cielo e prenderti la luna...
ma poi realizzo che a te basta la mia presenza presente tutti i giorni
ed è per questo che mi impegno, senza riserve
con tutti i dubbi, con tutti gli sbagli, che anche una mamma puà fare. 

 6 anni di giorni (e notti) intensi/e
 6 anni di baci, tenerezza, abbracci, discorsi, lacrime, amore puro e infinito.
Quanti libri! Quante canzoni!!!!

6 anni di una felicità pura e maestosa che non sapevo immaginare prima di te:
ingombrante, eppure sempre tascabile ;)
Mi basta pensarti per illuminare i miei occhi cupi e sciogliermi in un buon proposito !!

Quello che mi hai donato scegliendo me come madre non si può scrivere in una pagina bianca.
E' più di quanto avessi sognato, desiderato e mai chiesto in vita mia.
E' la risposta a tutto, è il sorriso in ogni momento, è il senso del passato e del futuro.
E' la scoperta di avere infinite paure, e il coraggio di superarle tutte per TE

Tu con i tuoi occhi colmi di vita e dolcezza,
tu che mi conforti, mi cerchi, mi trovi e mi metti in pace con il mondo
tu che mi capisci come nemmeno io comprendo me stessa
tu con quel tuo senso dell'ordine, dell'eleganza, della precisione
che mi lascia disorientata e perplessa.

Mai avrei pensato di avere così tanto da imparare da te.
Che sarei stata io a crescerti accanto.
Che avrei viaggiato indietro nella mia vita, oltre che in avanti.

giovedì 21 agosto 2014

Finta sfoglia di ricotta con pomodorini mozzarella e olive


Beh, anche se l'etstate sembra davvero non voler arrivare mai, io la porto nel piatto per il mio consueto "mercoledi salato".
La ricetta si è vista in tanti blog, quest'estate, ma non potendo io mangiare la pasta sfoglia industriale, con la quale è super fattibile, ho sostituito quest'ulitma con una finta sfoglia alla ricotta che mi è piaciuta tantissimo e adopererò per tante altre ricette!

Qui fervono i preparativi....per la festa di una principessa ;)


Ingredienti
per la sfoglia

250 g ricotta
250 g di farina 00
150 g di burro
1 pizzicotto di sale

per il ripieno
250 g di mozzarelline
pomodorini
olive
sale, pepe, origano

Procedimento
Mettere in una ciotola farina, sale, ricotta e burro.
Lavorare con la punta delle mani fino a ottenere un impasto sbricioloso, che compatteremo appena con le mani e anremo a mettere avvolto nella pellicola in frigorifero per almeno 8 ore.
Potete farlo alla sera per la mattina, anche se riposa di più non è un problema.
Ora togliere dal frigo l'impasto, stenderlo su un piano infarinato e fare la classica piega a 3 per la pasta sfoglia.
Rimettere in frigo mezz'ora e ripetere per altre due volte l'operazione.
Rimettete in frigo e dopo mezz'ora stendete la vostra pasta su carta da forno in uno strato sottile.
Mettere la pasta in uno stampo (per me Bloom Pavonidea) e mettere a cuocere in bianco, per almeno 15 minuti, a 190°
Ora togliere dal forno, e farcire con i pomodorini tagliati a metà e disposti a testa in giù, le mozzarelline, le olive intere e ricoprire di poco sale e taaanto origano e pepe se piace.
Rimettere in forno e cuocere per altri 20 minuti.









lunedì 18 agosto 2014

Filoncini con lievito di birra per un insolito antipasto



 E' stata una settimana di lavori intensi alla casa: abbiamo imbiancato, pulito e messo avanti i lavori per l'imminente festa di Compleanno di Anais.

Per l'occasione dei suoi prossimi 6 anni le avevamo promesso, da tanto, i buchi nelle orecchie e ieri, dopo aver girato inutilmente tra paeselli desolati abbandonati dal ferragosto, abbiamo finalmente trovato un'oreficeria aperta.

"Fa male?"
"Un pò si, Amore. Devono fare un buchino nel lobo, come si fa a fare un buchino senza fare un pò di male? Ma è un buchino piccolo piccolo, eh? E il male è poco e passa subito"

Io ritengo che ai bimbi le cose vadano dette, nel migliore dei modi, certo, non per spaventarli e non per infondere loro inutili paure ma....io mi sarei arrabbiata molto se mia madre mi avesse detto una cosa che poi nella realtà scoprivo diversa...Io, certamente. 
Perchè io sono fatta così, 
io sono per la verità a 
tutti i costi.

martedì 12 agosto 2014

Un week end a Riolo Terme e Fiabilandia...con Groupon!


Giorni fa ho acquistato un'ottima offerta con Groupon e grazie ad essa abbiamo trascorso un bellissimo week end tra relax e divertimento!

sabato 9 agosto 2014

Pancakes senza uova


Adoro i pancakes, e generalmente quando li vedo in ricette "senza" storgo il naso, e passo oltre. Ma questi mi hanno ispirato e mi sono buttata e devo dirvi che, sebbene il senza sia senza, e quindi non possano essere paragonati agli originali....con una buona colata di sciroppo d'acero sono davvero buoni e gustosi, soprattutto morbidi, la consistenza è davvero la stessa.

venerdì 8 agosto 2014

Bucatini ai pomodorini cotti al forno



L'estate sembra essere partita, finalmente, e io ne sono immensamente felice.
Ma...se vi capita un'altra di quelle giornate piovose (speriamo di no, io ne ho avuto abbastanza, e il sole di ieri mi ha davvero fatto bene all'anima!) provate questa pasta poca fatica massima resa! 


Il Blog di Aria: cucina e vita

In questo spazio raccolgo le mie ricette sparse, ma anche pezzi di vita che ad esse inevitabilmente si sovrappongono.
Qui trovate profumi e sapori che evocano ricordi e riflessioni: le mie ricette sono per lo più dolci e piatti vegetariani