Home

sabato 18 dicembre 2010

Il Panpepato di Ferrara






La nascita e la formazione della cucina ferrarese è molto legata alla presenza sulterritorio ferrarese della corte Estense, considerata luogo d'eccellenza per la ricerca culinaria del tempo.
Il nome di questo dolce ferrarese trae in inganno, di primo acchito farebbe venire alla mente un dolce pepato, invece nella ricetta non è presente il pepe, il nome deriva da una contrazione di Pan del Papa che divenne nel tempo Panpapato e successivamente Panpepato.
Questo è quello che ho trovato su internet qui ma sapete che vi dico?
Che partendo da una ricetta di un'amica ho apportato diverse modifiche sino a raggiungere quella che mi ricordava di più il panpepato che si mangia nelle nostre pasticcerie soprattutto a Natale e...io il pepe gliel'ho messo!
Bene, allora, poche chiacchere...mentre i pupi dormono ho giusto il tempo di segnare la ricetta, è buonissimo...provatelo!


Ingredienti
350 gr di farina
125 gr di mandorle
250gr di miele millefiori
70 gr di caco amaro
50 gr di canditi
125gr zucchero
2uova
4 chiodi di garofano polverizzati
mezza bustina lievito
1dl di olio extra vergine d' oliva
un pizzico di sale
un pizzico di pepe

Per la glassa . :300 gr di cioccolato fondente
20 gr di burro
2 cucchiai di latte

Procedimento
Sciogliere il miele con lo zucchero e l' olio mescolando con cura. Mescolare a parte la farina con il lievito , i chiodi di garofano polverizzati, il cacao, un pizzico di sale, di pepe e aggiugere le uova, le mandorle, i canditi e infine lo sciroppo di miele preparato all' inizio.
Lasciare riposare la pasta coperta con un canovaccio x 2ore in un luogo buio e fresco. Ora dare la forma del panpepato (circolare e abbastanza bassa) e mettere in forno a 180 gradi x mezz'ora. Nel frattempo preparare la glassa sciogliendo a bagnomaria il cioccolato grattugiato con 2 cucchiai di latte e una noce di burro. Ricoprire il panpepato e lasciare raffreddare.

Con questa dose si ottengono 2 panpepati grandi o 5 piccolini.

Con questa ricetta partecipa al contest di Minù

14 commenti:

  1. questo non l'ho mai assaggiata sembra buono!

    RispondiElimina
  2. mamma mia che delizia!bravissima!baci!

    RispondiElimina
  3. l'ho assaggiato una volta da una ragazzadi Ferrara e mi era piaciuto molto!
    Mi copio la ricetta semmai mi venisse voglia di provare a farlo!

    ciao

    RispondiElimina
  4. Ciao tesoro, grazie per le tue bellissime parole che mi hai lasciato, sei veramente cara.
    ti abbraccio forte forte

    RispondiElimina
  5. Mai assaggiato!! Ma a vederlo mi sembra molto buono!!!
    Ciao e buon fine settimana!

    RispondiElimina
  6. Ciao! Congratulazioni per il tuo blog, molto bello e interessante! Le ricette sono divine! Facciamo un affare? Sei interessato a scambiare i legami tra i nostri blog?
    Nonna Margherita

    RispondiElimina
  7. Non l'ho mai assaggiato...ma so per certo che è il genere di dolce a cui non potrei resistere!
    Baci

    RispondiElimina
  8. Non l'ho mai mangiato, sembra buonissimo, da provare senz'altro grazie per la ricetta, un abbraccio e buona notte.

    RispondiElimina
  9. Una bellissima ricetta, io adoro le ricette tradizionali e quasta lo è senz'altro.
    Certo che tu sei proprio brava. Mi hai stupita col pandoro ma le tue ricette sono sempre deliziose. Poi la nostra passione per l'alchermes è come la ciliegina sulla torta. Insomma, non posso proprio fare a meno di passare di qua, malgrado i capricci del pc :)
    Un bacione e buon w.e
    Smack

    RispondiElimina
  10. non l ho mai assaggiato ma mi ispira tantissimo brava aria....
    baci da lia

    RispondiElimina
  11. mai provato ma sicuramente ottimo! un bacio e auguri :)

    RispondiElimina
  12. Classico ma non proprio classico dolce di Natale, lo mangio sempre molto volentieri... ^^

    Il tuo di sicuro è migliore di tutti quelli che ho mangiato finora, mi farebbe tanto piacere assaggiarlo! :D

    Bravissima, mia cara!
    Un bacione grande grande!
    Babi

    RispondiElimina
  13. Ci credo che è buonissimo!!!!....complimenti!

    RispondiElimina
  14. Che brava!
    Auguroni di cuore, cara!

    RispondiElimina


Il Blog di Aria: cucina e vita

In questo spazio raccolgo le mie ricette sparse, ma anche pezzi di vita che ad esse inevitabilmente si sovrappongono.
Qui trovate profumi e sapori che evocano ricordi e riflessioni: le mie ricette sono per lo più dolci e piatti vegetariani