Home

lunedì 27 giugno 2011

Bulgur con Pomodorini del Piennolo, melanzana dell'orto e pinoli

















Il bulgur, per chi non lo conoscesse, è un alimento costituito da frumento integrale, grano duro germogliato, che subisce un particolare processo di lavorazione. I chicchi di frumento vengono cotti al vapore e fatti seccare, macinati e ridotti in piccoli pezzetti.

A casa mia il Bulgur va alla grande, piace infatti tantissimo ai bimbi, e anche io lo preferisco, sia caldo che freddo, alle insalate di riso o di pasta estive.
Essendo molto versatile ed una buona fonte di fibre, fosforo, potassio e vitamina B, direi che è assolutamente da provare!

Questa la mia versione per augurarvi una buona settimana!

























Ingredienti

1 grossa melanzana dell'orto
1 vasetto di Pomodorini del Piennolo CasaBarone
350 gr di Bulgur
pinoli
olio
sale e pepe q.b

Procedimento:

La preparazione del Bulgur è molto semplice. Esso deve infatti solamente bollire in acqua salata e cuocere nella quantità d'acqua pari al peso che si sceglie di preparare. Una volta assorbita tutta l'acqua è necessario lasciare che il Bulgur riposi ancora una decina di minuti circa per ottenere la giusta crescita del volume.

Mentre facciamo questa operazione tagliamo la melanzana a piccoli tocchetti e li facciamo saltare in padella con poco olio. Io ho utlizzato la mia bellissima padella antiaderente Ballarini Salento, in modo da limitare l'uso di olio, dal momento che le melanzane tendono ad assorbirne parecchio. Cuocere le melanzane in padella per una decina di minuti e comunque finchè non saranno tenere, a questo punto unire i pomodorini del Piennolo CasaBarone e regolare di sale e pepe.

Permettetemi ora una piccola digressione su questi pomodorini e l'azienda che li produce. L’azienda agricola casa Barone è infatti la più grande azienda biologica del Parco Nazionale del Vesuvio. Il principale corpo aziendale, di circa 11 ettari, è ubicato alle pendici del Monte Somma, il vulcano originario dal quale si è formato, per successive eruzioni, il cono del Vesuvio.
Ad oggi, la principale produzione dell’azienda è rappresentata dal pomodorino del piennolo del Vesuvio DOP, per il quale l’azienda è presidio Slow Food.
Il pomodorino viene in parte trasformato in conserve, in parte commercializzato fresco a grappoli e, naturalmente, sotto forma dei caratteristici “piennoli”.

Il pomodorino del piennolo deve il suo nome alla consuetudine dei contadini vesuviani di intrecciare, intorno ad uno spago legato a cerchio, i grappoli di pomodorini, sino a formare un grande grappolo (il piennolo) che viene poi appeso in un ambiente asciutto e ventilato.
In virtù delle sue straordinarie caratteristiche organolettiche, risultanti dalla irripetibile combinazione tra ecotipo, ambiente vesuviano e tecniche di coltivazione e dalla peculiare pratica di conservazione, Il Pomodorino del Piennolo del Vesuvio ha ottenuto il riconoscimento comunitario della Denominazione di Origine Protetta.

Per il Pomodorino del Piennolo del Vesuvio, come per altri prodotti di altissima qualità e lunga tradizione, l'associazione Slow Food ha creato un presidio di salvaguardia con l'obiettivo principale di far conoscere le potenzialità di questo prodotto ai consumatori più attenti e curiosi e alla ristorazione di alto livello.
Il delizioso sapore dolce-acidulo e il retrogusto leggermente amaro fanno del pomodorino del piennolo un ingrediente principe di numerosi piatti tipici napoletani, ma vi assicuro che esalta perfettamente anche un semplicissimo piatto come questo.
Questi pomodorini sono veramente eccezionali, ma se non li avete potete usare dei normali ciliegini avendo cura di aggiungerli prima in padella perchè possano cuocere e ammorbidirsi bene.

A parte, tostare leggermente i pinoli
Quando il bulgur è pronto, unire al condimento, aggiungere un pò di peperoncino se gradito, o del basilico fresco. Anche qualche scaglia di grana si sposa perfettamente.
Questo piatto è buono caldo, freddo, o tiepido, ed è ideale anche per un pranzo in ufficio il giorno successivo!

















Piatto, posate e bicchiere CHS

21 commenti:

  1. Conosco bene il bulgur lo mangiamo spesso anche noi alternandolo al cous cous...ottima ricetta.
    Fresca, saportita ed estiva e naturalmente anche la deliziosa fotografia :)

    RispondiElimina
  2. Non lo conoscevo deve essere favoloso!
    buon lunedì
    Anna

    RispondiElimina
  3. Il bulgur non l'ho ancora mai provato, sono sempre ferma al cous cous. Stuzzicante questo condimento, fosse la volta giusta...Baci, buona settimana

    RispondiElimina
  4. Ciao!!!!!
    Quest'anno non ho ancora preparato il bulgur, prendo la ricetta!!!!
    Ciao un bacione e a presto!!!!!!

    RispondiElimina
  5. E dopo il cous cous adesso dvo andare alla ricerca del bulgur altra impresa da trovare dalle mie parti pero questa cucina etnica mi stimola mi affascina tantissimo come questo piatto colorato e appetitoso che ci proponi oggi..davvero saporitsssssssimo!!Baci,Imma

    RispondiElimina
  6. ho sempre sentito nominare il bulgur ma non l'ho mai assaggiato! sembra invitante!!

    RispondiElimina
  7. Buongiorno cara! Il bulgur lo guardo sempre al supermercato ma non l'ho ancora mai preso... chissà perchè!! Poi andrà a finire che me ne innamorerò pazzamente ci scommetto!!!!

    RispondiElimina
  8. caspita, ma lo sai che io il bulgur non l'ho mai nè mangiato nè cucinato? Si trova al super?
    Questa ricetta è proprio favolosa, lo voglio provare........
    Buon inizio settimana, bacioni!

    RispondiElimina
  9. Aria tesoro, eccomi di ritorno dalla mia vacanza romana e subito eccomi da te attratta da questo delizioso piatto. Non ho mai cucinato il bulgur ma l'ho assaggiato da una amica sempre pronta a preparare piatti salutari e gustosi. Che bella la melanzana, è proprio un miracolo della natura l'orto. Io ieri ho fatto un giro in campagna e sono tornata a casa con il mio bottino della settimana!
    Ti abbraccio forte forte, a prestissimo

    RispondiElimina
  10. adoro i piatti come questo, freschi ed estivi, da provareeeeeeeeeee!! complimenti tesoro!

    RispondiElimina
  11. Semplicemente delizioso questo piattino!!!!

    RispondiElimina
  12. Dev'essere buonissimo, non ho mai mangiato il bulgur ma mi piace provare cose nuove e l'accoppiata melanzana pinoli è ottima.
    ciao Alessandra

    RispondiElimina
  13. Piace molto anche a me il bulgur, trovo che insieme al cous cous siano adatti in questo periodo.
    Bella quella melanzana. :)

    RispondiElimina
  14. Ottimo il bulgur in questa versione, anche a casa mia non manca mai!
    ciao loreda

    RispondiElimina
  15. Piace tanto anche a me. E va alla grande anche a casa mia. Proverò questa tua deliziosa versione. Un bacione tesoro

    RispondiElimina
  16. Bulgur e couscous a casa mia li gradiamo solo io e la piccola, il marito invece è più tradizionalista ma lo proverò nella tua versione, sia mai che cambi idea =) bacioni

    RispondiElimina
  17. adesso la colgo io quella melanzana bella grossa!Complimenti per il tuo piatto cosi' originale e ti aspetto da me!

    RispondiElimina
  18. ...Io mi sento estremamente indietro perchè questa è la prima volta che sento nominare il bulgur......ma questa preparazione è sublime.....sarò costretta a provarlo...sono veramente curiosissima.....

    RispondiElimina
  19. complimneti per questo bulghur è fatto molot bene con un bell'equilbrio di sapori e profumi

    RispondiElimina
  20. Che meraviglia! anche tu sei appassionata di orto!

    Mi sono aggiunta ai tuoi follower :-)

    RispondiElimina


Il Blog di Aria: cucina e vita

In questo spazio raccolgo le mie ricette sparse, ma anche pezzi di vita che ad esse inevitabilmente si sovrappongono.
Qui trovate profumi e sapori che evocano ricordi e riflessioni: le mie ricette sono per lo più dolci e piatti vegetariani