Home

sabato 25 giugno 2011

Cheesecake delle fate
























E' stato il mio amico Alan a chiamare così questa torta. Lui adora i celti, le fate, i folletti...e quando ha visto questa torta mi ha detto una cosa che mi ha fatto riflettere.

In effetti, come lui, credo di avere un'adorazione innata per i piccoli frutti, lamponi e mirtilli in particolare. Immagino che questa adorazione non si placherà neanche il 30 di Giugno, giorno in cui andrò a ritirare gli esami sulle allergie che così tante volte mi hanno condotto al pronto soccorso in questi anni....l'ultima volta forse proprio a causa dei lamponi.

Tuttavia, Alan mi faceva riflettere sul perchè, probabilmente, nasce in noi questa predilezione.
-I piccoli frutti, come i chicchi di melograno, o i succosi frutti di bosco hanno qualcosa di ancestrale, che ci riporta alla nostra infanzia, dentro alle fiabe, vero? Questa torta potrebbe essere stata fatta da una fata... -

Mi hanno colpito queste sue parole, mi hanno fatta tornare bambina. Sono tante le cose che io e Alan abbiamo in comune, ed è per questo che voglio dedicargli questa torta, e un grazie per essere una persona speciale, sensibile, che sa mediare, divertirsi, arrabbiarsi sempre al momento giusto.

Auguro ad Alan di trovare un momento anche per se stesso nelle lunghe giornate che dedica agli altri, compresa la mia famiglia intera...gli auguro di rimanere sempre com'è ma senza mai la paura di guardare dentro se stesso...perchè quel che troverà è una persona meravigliosa., che sa ancora credere alle fiabe!

Ingredienti

160 gr di biscotti Digestive
80 gr di burro
3 uova
250 gr di philadelphia
250 gr di mascarpone
1 cucchiaio di maizena
120 gr di zucchero
fiordifrutta Melograno
scaglie di cioccolato bianco Dulciar

Procedimento:
Tritate finemente i biscotti secchi nel mixer.
Sciogliete il burro a bagnomaria.
Unire il burro ai biscotti.
Disponete il composto ottenuto premendolo bene in uno stampo a cerniera ricoperto con carta da forno.
Montare le uova con lo zucchero, unire i formaggi, la maizena, 3 cucchiai di Fiordifrutta e spalmate la crema sulla base di biscotti.
Infornate per 30 minuti a 170° e lasciate poi riposare una decina di minuti a forno spento.
Lasciar raffreddare una notte intera nel frigorifero e, un'oretta di prima di servire, completare il dolce spalmandolo di confettura Fiordifrutta Melograno, guarnire con lamponi freschi e scaglie di cioccolato bianco Dulciar.
























paletta per dolci Brandani Gioia della Casa

22 commenti:

  1. bello questo post Aria,così come la dedica per Alan...che di sicuro e' una persona speciale...il tuo dolce'' fatato ''ispira davvero bonta' e golosita'..bacioni e buona giornata

    RispondiElimina
  2. Bellissima torta...fatata...

    RispondiElimina
  3. Che bello avere un amico così...è cosa rara, tientelo ben stretto!
    Ed anche questa torta è deliziosa, complimenti
    Un abbraccio e buon fine settimana

    RispondiElimina
  4. il tuo amico ha avuto una bellissima idea a chiamare così una torta. In effetti, perchè una torta venga davvero bene, ci vuole un pizzico di magia...

    RispondiElimina
  5. aaaaa che buonaaaaaa e bravo Alan che ha dato il nome alla torta ed è stato così poetico :)

    RispondiElimina
  6. ..ti auguro che i risultati degli esami allergologici siano "spiazzanti", nel senso che tu possa mangiare tutto!
    Questo dolce è fiabesco, concordo! ;)

    Francesca di SingerFood & Chiccherie

    http://singerfood.blogspot.com/

    RispondiElimina
  7. Bellissima questa torta "delle fate", chissà perchè ma tutti hanno un'amica/un amico che ci appassiona con queste magiche storie ....
    Hai tutta la mia comprensione per il discorso allergia....parola di allergica cronica di alto grado, tienici aggiornate!
    Artù
    http://lacasadi-artu.blogspot.com/

    RispondiElimina
  8. la torta è fantastica e golosissima, ma tu hai una mico meraviglioso, un'anima nobile e bimba.
    che bello!

    RispondiElimina
  9. che bella, sicuramente buonissimaaaaaaaaaaaa

    RispondiElimina
  10. Una torta magnetica che non ha paura dello scorrere delle mode e del tempo...per "lei" ci sarà sempre un bel folto pubblico di estimatori ad accoglierla ;-)

    RispondiElimina
  11. Bel post, ma soprattutto golosissima la torta, buona Domenica, ciao.

    RispondiElimina
  12. Alan ha ragione...Questa torta sembra fatta direttamente da una fata!!!
    Che brava...E' proprio una delizia meravigliosa.
    Un bacione
    Buona Domenica

    RispondiElimina
  13. Buonissima e decorata perfettamente! di solito io ci metto le fragole, ma i piccoli lamponi stanno benissimo!

    RispondiElimina
  14. Una golosità!!!
    Bravissima!!!
    Un bacione
    Lu

    RispondiElimina
  15. Ma che bella dedica, questa torta...uscita dalle mani di una fata, si si! :-)

    RispondiElimina
  16. Bellissima!! E chissà che buona!!

    RispondiElimina
  17. bellissima e golossissima! complimenti!

    RispondiElimina
  18. Ciao Aria complimenti, un domanda Veloce, ma di che dimensione deve essere la teglia?

    Grazie K.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao K.
      con queste dosi iola faccio comunemente in stampi di diversa dimensione, dal 20 al 24 indicativamente. Per farla più carina e più alta, come in questo caso, consiglio decisamente il 20 cm! Ciao e grazie!

      Elimina
  19. Grazie Aria! Sei stata gentilissima

    RispondiElimina


Il Blog di Aria: cucina e vita

In questo spazio raccolgo le mie ricette sparse, ma anche pezzi di vita che ad esse inevitabilmente si sovrappongono.
Qui trovate profumi e sapori che evocano ricordi e riflessioni: le mie ricette sono per lo più dolci e piatti vegetariani