Home

sabato 17 settembre 2011

Crostata di fichi e brie























Giovedì sono stata all'Idi di Roma e ho fatto l'Isac test. Ora sto aspettando il risultato, per avere un pò di chiarezza nel'oscurità di questa stramba allergia.

Al momento, il consiglio è quello di continuare a mangiare i cibi che normalmente ho tollerato (farà bene mangiare cibi a cui comunque si è allerigici? ) e di escludere quelli che hanno già dato sintomi.

A parte il fatto che sono così spaventata che avverto i sintomi anche quando non ci sono, sto continuando a mangiare la verdura, il pane e la pasta, non solo di Kamut, anche se con quest'ultimo ho fatto già diversi esperimenti ben riusciti di cui prossimamente vi parlerò.

Certo, ogni volta, dopo aver mangiato qualsiasi cosa, l'ansia è presente, io poi sono un tipo ipocondriaco...non vi dico la fatica psicologica di questo momento!
Ringrazio di cuore tutte le persone che continuano ad interessarsi, a darmi consigli, indicazioni, che si confrontano con me e mi raccontano di loro...ho conosciuto un mondo che prima ignoravo...e ho capito, purtroppo, di non essere la sola a convivere con queste difficoltà.

I fichi non sono nella lista nera (anche se qualche medico mi ha detto di sospettare che la LTP sia presente in tutti i vegetali....non solo quelli della lista) e sono anche il mio frutto preferito.
Tuttavia, ancora non mi sento in grado di affrontare la sfida e quindi, con grande rammarico perchè erano gli ultimi del mio alberello, ho lasciato l'intera crostata ai miei amici e a mio marito che l'hanno molto apprezzata.

Questa crostata è nata aprendo il frigo, guardando cosa c'era a disposizione, e....pensando a come potevo impiegare quei fichi per non averli sotto gli occhi e desiderarli all'infinito...solitamente mi piace mangiarli al naturale, ma l'accostamento al formaggio e al miele è un altro dei miei preferiti.
Ecco allora cos'ho combinato!

Ingredienti

1 rotolo di pasta sfoglia
brie
un cestino di piccoli fichi freschi
poco latte
semi di papavero Molino Rossetto
miele d'acacia

Preriscaldare il forno.
Stendere la sfoglia nella sua carta sullo stampo desiderato.
Affettare sottilmente il brie e posizionare le fettine sulla sfoglia.
Affettare sottilmente fichi e cospargere la torta.
Spennellare i bordi della sfoglia con poco latte e cospargerli con i semi di papavero.
Infornare per circa 15-20 minuti a 180°
Prima che la sfoglia sia completamente cotta togliere la crostata dal forno, cospargere i fichi di un leggero velo di miele e rimettere in forno per gli ultimi 5-10 minuti.
Lasciare leggermente intiepidire prima di servire.

Vi auguro un buon week end!


25 commenti:

  1. dai speriamo che con questo esame riesci ad avere le idee più chiare su cosa mangiare! ...bella questa crostata realizzata con quello che avevi a disposizione!!!!!!!!!!!!un abbraccio!

    RispondiElimina
  2. Uffa queste intolleranze, sento sempre più persone che ne soffrono! MA sono certa che troverai un tuo equilibrio.
    Molto bella la tua crostata e sicuramente buonissima.
    Buona domenica.

    RispondiElimina
  3. Ciao si per favore tenaci informati anche perche attraverso te con la sua storia personale e la testimonianza sei di grande aiuto a tutti noi per comprendere meglio quello problema dell'allegeria.

    Una crostata favolosa!

    RispondiElimina
  4. Tesoro...vedrai che pian piano troverai il modo di far fronte a queste problematiche alimentari...sii forte e positiva!
    Intanto questa creostata salata è favolosa.......
    Un bacione e felice week end!

    RispondiElimina
  5. oops scusami volevo dire allergia !

    RispondiElimina
  6. Ti rispondo qui io sto meglio , grazie . E' un problema a l'esofogo ma devo approfondirlo perche non riesco a mangiare non perche mi fa male ma perche ho un forte bruciore poi ho un senso di sazieta anche se solo assaggio qualcosa. ho gia perso 5 kili ( da 1 lato ne avevo bisogno ) pero non posso continuare cosi ...speriamo di arrivare a capo di questo tormento. BW

    RispondiElimina
  7. complimenti per la crostata!Buonissima!Ci dispiace per le tue intolleranze

    RispondiElimina
  8. Tesoro è talmente bella questa crostata che basta anche solo guardarla per gustarla ;)
    Incrocio le dita per te gioia bella X

    RispondiElimina
  9. Che bella!
    NON avere paura di mangiare, ti prego, è fondamentale la serenità.....vedrai che pian piano si risolverà tutto, un bacio

    RispondiElimina
  10. carissima Aria, all'Idi sono molto bravi, una volta c'era un dermatologo meraviglioso, bravissimo e ne hanno curata di gente, da tutta Italia, sono sicura che riusciranno a trovare gli alimenti allergizzanti, però, nel frattempo non mangiarti cose che potrebbero favorire o aumentare il problema, se devi fare una crostata, (questa l'ho fatta pure io, copiata da Bab's) non usare la pasta sfoglia comprata, fai una crostata con la frolla fatta da te, magari ci sono meno schifezze dentro....(sono una rompi vero? lo so, non riesco proprio a farmi gli affari miei, però mi dispiace sentire che stai male) baci

    RispondiElimina
  11. Originale e sicuramente gustosissima!
    La proverò sicuramente!

    RispondiElimina
  12. Certo che da quando hai scoperto l'allergia produci un'enorme quantità di cose buonissime. Non è che ti ha fatto venire più ispirazione?
    Peccato che non ho i fichi e al supermercato già non ne vedo più, perchè di questa crostata ne mangerei in quantità industriali.

    RispondiElimina
  13. Bellissimo questo abbinamento, Aria!!!

    Mi dispiace per l'allergia, comunque, quando saprai esattamente cosa devi fare, le cose andranno meglio. Buona domenica ;)

    RispondiElimina
  14. Ciao Aria, che piacere leggere una tua ricetta... visto il momento difficile vuol dire che stai reagendo. Questa crostata è davvero appetitosa, con il brie i fichi non li ho mai provati ma devono essere proprio fantastici. Ti abbraccio!

    RispondiElimina
  15. Assolutamente magnifica!

    RispondiElimina
  16. davvero speciale questa ricetta.
    per quanto riguarda la mia crostata meringata al limone, la meringa deve essere montata fino a quando resta bella soda, una volta cotta resta morbida ma non si squaglia! :)

    RispondiElimina
  17. Quelli del proprio albero hanno un sapore tutto loro, migliore di qualsiasi fico acquistato.

    DEvo dire che è proprio bella ed invitante, ma hai fatto bene a lasciarla ai tuoi amici; quando starai meglio ciascuno di loro te ne farà una!
    Cerca di stare bene!

    Stefania

    RispondiElimina
  18. Mi piace questo connubio ..deve essere buona..la asseggerei volentieri..

    RispondiElimina
  19. Aria, ho tolto i commenti... te lo dico qui perchè ho anche problemi con outlook :)

    RispondiElimina
  20. Davvero un peccato tu non abbia potuto addentare questa delizia.
    Immagino che tu stia sempre con l'ansia che possa succedere qualcosa ogni volta che mangi. Deve essere veramente dura. Vedrai che piano piano riuscirai a capire quello che per te va bene e tutto migliorerà.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  21. Tienici aggiornate sui tuoi esami....intanti ti faccio i miei complimenti perchè questa crostata è stupenda!!!

    RispondiElimina
  22. sento un filo di positività in più nonostante la paura (legittima) di ciò che non si conosce.
    mi permetto di consigliarti di non lasciare che i medici monopolizzino la tua vita, se non ti senti soddisfatta di una risposta che ricevi, pretendine altre, vai più a fondo, non accontentarti.
    la tua crostata è bellissima :)
    B.

    RispondiElimina
  23. tu sei magica, riesci a fare dei piatti incredibili!

    Cmq spero che questo esame che hai fatto aiuti a capire bene come sarà il tuo percorso verso una guarigione. Sono sicura che con il tempo e dei bravi medici potrai sentirti di nuovo bene. Lo spero davvero tantissimo! Abbraccio grande.

    RispondiElimina


Il Blog di Aria: cucina e vita

In questo spazio raccolgo le mie ricette sparse, ma anche pezzi di vita che ad esse inevitabilmente si sovrappongono.
Qui trovate profumi e sapori che evocano ricordi e riflessioni: le mie ricette sono per lo più dolci e piatti vegetariani