Home

mercoledì 14 dicembre 2011

Tarte di Kamut al caramello salato e cioccolato fondente


Arrivo proprio all'ultimo per partecipare al giveaway di Stefania, ma ci tengo veramente tanto a partecipare, e soprattutto con una tarte che da tantissimo tempo volevo preparare...dopo aver sbavato parecchio dietro agli schermi di Menù Turistico!

Lo spunto è proprio preso da lì, ho apportato un pò di modifiche e il risultato è stato...una goduria assoluta davvero!

piatto laboratorio pesaro Saint Tropez

Ingredienti per la frolla al Kamut:
260 gr di farina di Kamut
180 di burro freddo
100 di zucchero
1 uovo intero

Ho sabbiato la farina con il burro, aggiunto l'uovo e infine lo zucchero. Ho impastato e messo a riposare in frigorifero per una mezz'ora dopodichè ho imburrato e infarinato uno stampo da tarte e ho cotto la frolla per circa 15-20 minuti in forno statico a 170°

per il caramello (da preparare mentre la frolla cuoce)
ho proprio seguito il metodo "astenersi puristi" e lo riporto tale e quale.....:DDDDD
300 g di zucchero
150 ml di panna
1 noce di burro
mezzo cucchiaino di sale rosa dell'Himalaya Store Valtellina

Mettete lo zucchero in un casseruolino, meglio se antiaderente, sul fornello più piccolo del vostro piano cottura, a fiamma media. Lasciatelo lì, senza toccarlo, per un minuto o due, poi cominciate a mescolare, con un cucchiaio di legno, per evitare che lo zucchero a maggiore contatto con la fiamma si bruci, lasciando quello in superficie praticamente intatto. Non aggiungete acqua e non perdetelo di vista: scrollate un po' il casseruolino, mescolate lo zucchero ogni tanto e vedrete che nel giro di pochi minuti comincerà a brunire. Abbassa te la fiamma e proseguite la cottura, fino a quando non prende il caratteristico colore scuro. Se avete un termometro da cucina, fermate la cottura a 140 gradi per il caramello biondo e a 155 per quello scuro. Bisognerebbe mettere subito il casseruolino in un altro più grande, contenente acqua fredda, ma in questo caso non serve (io non avevo il termometro!)

Mentre state preparando il caramello, scaldate la panna, badando a che non prenda il bollore.
Appena il caramello è pronto, scioglietevi dentro una noce di burro e il sale mescolando con una frusta. Poi, aggiungete la panna goccia a goccia. Questo è l'unico punto critico della preparazione di questa salsa, perché se aggiungete la panna a temperatura ambiente o- peggio ancora- fredda di frigo, il caramello vi si raggruma tutto e lo stesso succede se la versate tutta in una volta: per quanto calda sia, non avrà mai la stessa te mperatura del caramello e questo provocherebbe uno choc termico, con conseguente "raggrumamento" del tutto. Quindi, por tate pazienza e, all'inizio, versate la panna pian piano, aggiungendola a poco a poco, solo quando la precedente è stata perfettamente amalgamata al composto. Verso la fine, potete anche andare più veloci: l'essenziale è che continuiate a lavorare con la frusta, in modo da montare il composto: alla fine, avrete una salsa morbida, tipo il dulche de leche, per capirci, che ha il pregio di non indurirsi, neppure in frigo.

Riempite quindi il guscio di frolla con il caramello:

con queste dosi io ho farcito la torta e preparato un vasetto di mou da regalare, ma se volete fare una torta più caramellosa....mettetelo pure tutto! Se invece vi basta un strato sottile di caramello (io non ho esagerato perchè a mio marito non piace molto!) allora vi basta mezza dose.



per la ganache
150 di cioccolato fondente al 70%
150 gr di panna fresca

Fondere il cioccolato a bagnomaria e scaldare a parte la panna. Quando il cioccolato sarà fuso versare la panna nel cioccolato e mescolare fino ad ottenere una crema densa e lucida che andrete a posizonare sulla tarte sopra al caramello.



Che dite? La provate? ??
Ringrazio Alessandra di Menù Turistico per l'ispirazione e partecipo al Giveaway di Araba felice, sezione Tarte and Pie


15 commenti:

  1. Mamma che goduria!!!
    Grazie ed in bocca al lupo ;-)

    RispondiElimina
  2. non sai quanto mi attira questo caramello nascosto tra la frolla e il fondente!

    besos

    (lemon meltaways fatti e mangiati! mmmmmm!)

    RispondiElimina
  3. Io la provo di sicuro!!! Grazie di aver condiviso la ricetta con noi! Simo

    P.S.: colgo l'occasione per invitarti al mio contest Cib'Arte: http://simonaskitchen2.blogspot.com/2011/10/i-contest-di-simonaskitchen-cibarte.html

    RispondiElimina
  4. mi hai steso con questo dolce e le foto che mostrano tutta la sua goduriosità. Però faccio la purista e ti dico che la frolla al kamut è quello che mi è piaciuto di più ;-)

    RispondiElimina
  5. yessssssss che la provo, appena passano ste settimane che sono in pieno sfornamento... la metto in prima fila!!!!!!!!!stupende anche le foto!!!baci!

    RispondiElimina
  6. che ricordi.... e che voglia di provarla di nuovo!!!
    Magari proprio con il guscio di kamut, visto che uno degli ultimi regali dell'anno è proprio una bella intolleranza al grano.... grazie per tutto e complimenti per la torta- foto comprese.
    ciao
    ale
    ps: ci avrei pure un'altra versione, col caramello salato e rosmarino :-))))))

    RispondiElimina
  7. da acquolina in bocca!!! un abbraccio
    Camy

    RispondiElimina
  8. "Ecco per te il 3° numero di OPEN KITCHEN MAGAZINE!
    Per sfogliarlo gratis clicca sul mio nome mittente.

    Un abbraccio,
    il Team di OPEN KITCHEN MAGAZINE

    ps: ci farebbe molto piacere se potessi condividere il banner del magazine con tutti i tuoi amici! Per farlo basterà andare sul nostro sito, nella sezione "condividi" e prelevare la copertina del magazine.
    Te ne saremmo davvero grati! ^.^"

    RispondiElimina
  9. Ciao sono qui per un invito..
    Se ti piace preparare,aperitivi,stuzzuchini e tutto quello che finisce in un boccone partecipa al mio contest!
    http://ilcucchiaiodoro.blog.tiscali.it/2011/11/12/onetwothree/

    Visto che sono qui ne approfitto per prendermi un pezzo di questa crostata che è davvero strepitosa!!!
    Ti aspetto!

    RispondiElimina
  10. Da svenimento aria carissima sono rimasta incollata al monitor...divina!!!baci,Imma

    RispondiElimina
  11. Questa si che è una golosità infinita...un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  12. che buona bravissima mi piace e voglio provarla

    RispondiElimina
  13. senza parole.
    salvata.
    un bacio a te e alla piccola

    RispondiElimina
  14. Caspita che bella!! E sarà buonissima..la proverò senza dubbio :) complimenti per il blog, sono tua sostenitrice :)

    RispondiElimina


Il Blog di Aria: cucina e vita

In questo spazio raccolgo le mie ricette sparse, ma anche pezzi di vita che ad esse inevitabilmente si sovrappongono.
Qui trovate profumi e sapori che evocano ricordi e riflessioni: le mie ricette sono per lo più dolci e piatti vegetariani