Home

lunedì 14 maggio 2012

Budino di asparagi bianchi con crackers rustici al timo e cialdina di parmigiano su zabaione salato



 Buon lunedi di sole! Oggi vi propongo, per la sfida consueta di MT Challenge, un antipasto vegetariano che mio marito ha gradito tantissimo.

Diciamo che gioco in casa, essendo lui vegetariano, ed avendo io sperimentato nel tempo tante di queste preparazioni...che noi adoriamo per il gioco dei sapori, colori, profumi e consistenze che creano un vortice di piacere per l'olfatto, il gusto, la vista, il tatto...insomma...un tripudio per i sensi!

Il week end per noi è stato pieno di emozioni contrastanti, (delle quali non ho nemmeno voglia di scrivere o parlare) ma è terminato in dolcezza con la nostra Anais che ha partecipato ad un saggio di Ritmia presso l'Asilo che frequenta.

Devo dire che l'ho vista attiva e concentrata, ma anche molto tesa, mai sorridente, quasi a disagio. 
Si mangiava in continuazione le unghie, quando è quella che sempre sgrida me dicendomi che se le mangio non mi posso mettere lo smalto!

E' strano fare i conti con la sua timidezza...anche se timidezza non significa debolezza, questo è chiaro.
Mi spiace solo non vederla a suo agio in un mondo che è fatto su misura per i piccoli, ma ancora non per lei.

Ovviamente non gliel'ho fatto pesare, anzi...ho cercato di appagarla con un bel "Siete stati bravissimi, anche tu!!!" senza dare comunque troppa importanza a questo evento, che sapevo le causava un bel pensiero nel suo cuoricino.

Ad ogni età si hanno i propri pensieri....non dobbiamo mai scordarlo. 

L'insegnante di Ritmia ci ha fatto notare come alcuni bimbi si bloccassero a volte senza sapere cosa fare. 

"Urlare loro contro non serve in questi casi - ha detto - anzi, li disorienta ancora di più. Si fermano perchè non sanno cosa fare, si femrano per ascoltare e capire, a volte il bambino non fa quello che gli chiediamo non per dispetto, semplicemente non HA CAPITO."

Mamme e papà si diventa ogni giorno....e ogni giorno è la nostra festa, quando ci fanno un sorriso o un abbraccio!

 Passo alla ricetta e vi auguro una Buona Settimana!


Per il budino (ricetta di Acquolina)
per 8 budini piccoli (per me 4 normali)

500 g di asparagi bianchi crudi,
100 ml di panna fresca,
2 uova,
30 g di parmigiano,
sale.

Pulire gli asparagi (se sono abbastanza grandi pelare i gambi con il pelapatate), tagliare la parte più legnosa e cuocere in acqua leggermente salata. Scolare, lasciare intiepidire, tagliare in pezzi e tenere da parte alcune punte come decorazione. 
Accendere il forno a 180°C. Frullare gli asparagi insieme alla panna, unire le uova, il parmigiano grattugiato, mescolare bene e regolare di sale. Versare negli stampi imburrati (io imburro anche quelli di silicone) e cuocere nel forno a bagno maria (versare due dita di acqua calda in una teglia e adagiarvi gli stampi con i budini)  per 30 minuti circa (dipende dagli stampi).



Cracker all'olio extravergine e timo
(ho usato la super ricetta della mia giudice Valentina per il contest gOLIOsità

Versate in una ciotola 300 g di farina 00 (per me Kamut) e aggiungete 100 ml di olio d'oliva extravergine Dante e 75 ml d'acqua. Unite anche 6 g di sale fino e presa di timo quindi mescolate il tutto con una forchetta fino a che non otterrete una massa che trasferirete su un piano per lavorarla con le mani.
Una volta ottenuto un impasto il più possibile omogeneo (vi sembrerà duro, ma resistete alla tentazione di aggiungere altra acqua o olio), stendetelo sottilmente col mattarello, quindi date forma ai crackers con una rotella dentellata di quelle che si usano per la pasta all'uovo. 
Non preoccupatevi di ottenere quadrati tutti identici. a.
Disponete i cracker su una placca di alluminio rivestita con carta da forno senza distanziarli molto (cresceranno appena e in una sola infornata potete farne molti se li disponete vicini), bucherellateli con l'estremità piatta di uno spiedo di legno e cuocete a 200° per circa 30 minuti.
Sfornate, fate raffreddare su una graticella e conservateli ben chiusi in un contenitore ermetico per preservarne la fragranza.

Per lo zabaione salato

 2 tuorli
mezzo bicchiere di acqua tiepida
mezzo bicchiere di olio extravergine Dante 
sale e pepe
1 cucchiaio di succo di limone

 In una casseruola a bagnomaria unite  sbattete i tuorli e unite il mezzo bicchiere d'acqua. Lavorate con la frusta finchè non avrete un composto gonfio e spumoso, direi raddoppiato di volume. Solo adesso unite l'olio a filo e il succo di limone, sbattendo sempre con le fruste. Togliete dal fuoco e regolate di sale e pepe.

Per la cialda di parmigiano

Mattere un pò di formaggio grattuggiato sulla carta da forno e formare un cerchio. Se volete essere più precisi disegnate il cerchio con una matita e girate il foglio seguendo la curvatura. Riempite di formaggio grattugiato tutto il cerchio.
Metter in microonde alla massima potenza per 30-40 secondi (dipende dalle dimensioni del cerchio) e togliere dal forno. Staccare delicatamente dalla carta.


Componete il piatto sistemando sulla base qualche cucchiaio di zabaione salato, il flan intiepidito, e sopra i crackers rustici al timo.
Decorate con foglie di timo e la cialdina di parmigiano.

Con questa ricetta partecipo all'MT Challenge di Maggio
ringraziando Acquolina per questa sfida vegetariana e per me senza allergie...
la mia famiglia ringrazia ;-)! 



MTC di Maggio  2012: gli sfidanti!









41 commenti:

  1. è troppo bello da vedere, chissà che bontà... bravissima tesoroooooo!

    RispondiElimina
  2. Che fico!!! Combinazione di colori, profumi, sapori e consistenza perfetta!

    RispondiElimina
  3. Ricetta meravigliosa! :D
    Anche io ieri ho proposto la mia prima versione: evviva l'MTC :D

    p.s. Se ti può rassicurare per tua figlia, anche io ero molto timida quando frequentavo l'asilo e poi sono cambiata ;)

    RispondiElimina
  4. Meravigliosa la tua proposta tesoro un mix che lascia a bocca aperta anche se preferirei riempirla con questa delizia!!baci,imma

    RispondiElimina
  5. eccco che si inizia!!!! e che inizio! complimentissimi!

    RispondiElimina
  6. Fare il genitore è il mestiere più difficile del mondo- e questa, purtroppo, è uno dei luoghi comuni più veri che ci siano. Mia figlia ha appena compiuto 17 anni e non c'è giorno che non mi chieda cosa farà, in questo mondo così diverso da lei e così marcatamente diretto su strade che non le appartengono. Non siamo profeti e non abbiamo risposte. Ma l'unico consiglio che mi sento di darti, nato sulle macerie dei miei errori, è che devi sempre dare fiducia. Sempre pensare positivo, sempre fare iniezioni di autostima, di entusiasmo, di "dai-che-ce-la-fai": e la prima a crederci devi essere tu, sempre e comunque. Altra cosa: se la cavano, molto ma molto meglio di quanto possiamo immaginare noi. Prendi fiato e vai tranquilla, Anais ti darà un mare di soddisfazioni.

    Passo al budino, ma solo per dirti che mi ha stesa sul colpo. Si vede che "giochi in casa" (bella stella, almeno una volta ogni tanto...), ma queste variazioni hanno davvero una marcia in più. Poche linee guida, molte sfumature di tono, insomma, un piccolo capolavoro di bontà e di eleganza. Bravissima!

    RispondiElimina
  7. Sai che anche io ero una bambina timidissima, alla scuola materna e alle elementari me ne stavo sempre un po' in disparte e parlavo pochissimo con le altre bambine...poi, crescendo, mi sono aperta di più ed anche se sono sempre stata piuttosto riservata ho trovato il modo di esprimermi attraverso lo sport, la musica e l'arte. La tua bimba è circondata da tanto amore, vedrai che presto troverà la sua strada e la sua sicurezza!
    baci

    RispondiElimina
  8. Complimentissimi per questo budino salato .. da capogiro direi, mi hai messo un'acquolina incredibile, un piatto favoloso, brava!Bacioni e buona sett

    RispondiElimina
  9. Antipasto meraviglioso.. complimenti! Buon lunedì..

    RispondiElimina
  10. Splendido!!!!!!
    Complimenti cara e buon inizio settimana! :-))

    RispondiElimina
  11. Bella la tua ricetta e pure le foto!

    RispondiElimina
  12. Grazie a te per questa bellissima ricetta! mio marito è quasi vegetariano (non mangia carne) e ti capisco, anche a lui piacciono molto questi budini salati. Ottimi i tuoi abbinamenti, mi piace tutto, complimenti! :-D
    ciao!
    Francesca

    RispondiElimina
  13. Ma che meraviglia questo budino!!! Bravissima!!

    RispondiElimina
  14. I nostri piccolini ci fanno provare ogni giorno un sacco di emozioni, e questo è il bello di essere mamma. La ricetta è stupenda e la foto pure. Ciao

    RispondiElimina
  15. un budino raffinatissimo. Molto brava :-)

    RispondiElimina
  16. Ma che balla questa ricetta...Un antipastino proprio sfizioso!!!

    RispondiElimina
  17. Mmm... un antipasto elegante e leggero! :)
    Ti lascio un premio:
    http://nelly-bacididama.blogspot.it/2012/05/spaghetti-integrali-con-zucchine-e.html
    Ciao e buon inizio settimana!
    Nelly

    RispondiElimina
  18. Delicatissimo e bellissimo!
    Grazie anche per quello che ci hai voluto raccontare di te e della tua bimba.. sono contenta di aver trovato il tuo blog grazie all'MTC...
    A presto
    Eli

    RispondiElimina
  19. mi sono innamorata di questi sformatini..... ciao aria!

    RispondiElimina
  20. Ciao Aria piacere di conoscere le tue ricette e il tuo blog!!!e complimenti x il tuo nome, molto originale!!!! Un kiss

    RispondiElimina
  21. waoooo, mamma mia...perfezione assoluta, baci.

    RispondiElimina
  22. ma no dico.... hai deciso di chiudere qui la gara?????? cioè, con questa meraviglia... manco mi ci metto ai fornelli io!!!
    grande come sempre sei tu.
    bacione e buona settimana cara!

    RispondiElimina
  23. Ma che belli che sono i bimbi e quanto è difficile essere genitori!!! Invece per questo piattino è facile decidere..è molto chic e goloso..complimenti cara e buona settimana!

    RispondiElimina
  24. ma che capolavoro Aria...bravissima, complimenti!
    E per il mestiere di genitori...beh, non dirmi nulla...qua l'adolescenza è prepotentemente arrivata...ed è durissima!
    Un bacio

    RispondiElimina
  25. Bravissima! Da applauso per la composizione!
    Buona settimana!

    RispondiElimina
  26. Che classe!!!! davvero eleganti e penso stuzzicanti, prendo nota....
    Braci&Abbracci

    RispondiElimina
  27. Ma che delizia!! Complimenti!!
    Ps: passavo anche per invitarti a partecipare al mio primo contest "Arcobaleno in cucina":
    http://www.cucinachetipassa.info/2012/05/arcobaleno-in-cucina-1-contest.html

    RispondiElimina
  28. come mai le tue ricette sono cosi' meravigliose!!?
    mi piacciono anche i tuoi racconti sui tuoi figli, mi sembra quasi di conoscerli (:

    RispondiElimina
  29. ogni età ha i suoi problemi e i bambini bisogna solo capirli ma senza forzarli e fargli acquistare fiducia in se stessi che è una cosa fondamentale!
    il budino? ottimo e bella molto la presentazione :)

    RispondiElimina
  30. un antipasto di grande stile, cara Aria, soprattutto per le scelte di abbinamento dei gusti... tra il crackerino al kamut (è un periodo che sono in vena di grissini, bibanesi e simili, copio! :)) e gli asparagi bianchi, hai fatto davvero un "piccolo" grande piatto!

    RispondiElimina
  31. Si presenta in maniera impeccabile... Davvero non riesco a immaginare il gusto, ma sono certa che deve essere strabuono e di certo per me doppia porzione ;o)

    RispondiElimina
  32. Ti ho risposto anche da me, riporto testualmente:
    "Ma che bello!!! Veramente li ho trovati perfetti e sfiziosi con la forma allungata, ma non mi ero resa conto fossero i miei! Sono lusingata :o) Un bacione stragrande".

    RispondiElimina
  33. troppo bello questo budino con quei crackers!baci!

    RispondiElimina
  34. beh, spettacolare questo piatto.. guarda che presentazioen poi! raffinatissimo

    RispondiElimina
  35. mi sono fermata completamente rapita dalla ricetta ( e ci credo che tuo marito abbia gradito, fortunato il ragazzo!!) ma poi sono rimasta travolta dalla tenerezza per anais....

    RispondiElimina
  36. Bello il budino, raffinato, davvero interessante, ma ancor di più le parole con le quali hai descritto lo stato d'animo vostro e di vostra figlia! Dolcissima :) Una sensibilità che troppi genitori non hanno nei confronti dei propri figli! Complimenti.

    RispondiElimina


Il Blog di Aria: cucina e vita

In questo spazio raccolgo le mie ricette sparse, ma anche pezzi di vita che ad esse inevitabilmente si sovrappongono.
Qui trovate profumi e sapori che evocano ricordi e riflessioni: le mie ricette sono per lo più dolci e piatti vegetariani