Home

venerdì 25 maggio 2012

Budino di asparagi verdi con madelaines al basilico e prosciutto croccante su fonduta di pecorino


Per fortuna avevo già preparato alcune ricette per l'MT Challenge, perchè davvero in questi giorni mancano sia il tempo che la voglia di cucinare...

a dire il vero sembra di essere sospesi in un limbo, e anche fare la lavatrice è un ostacolo grande, 
non so cosa mi impedisce di farlo, ma non ho affatto voglia di sistemare la casa.

Non voglio lamentarmi, voglio solo raccontarvi cosa vivo...

Mi ha svegliata poco fa una scossa rumorosa, esattamente 3.2 ma a solo 3,8 km di profondità.
la notte è stata lunga e anche accompagnata dai forti tuoni....

ieri sera sono tornata tardi dalla Tendopoli che finalmente abbiamo anche a Scortichino, ma vederla finita è stata una grande tristezza: tanti bambini, anche piccolissimi.... non è un campeggio come sembra!!!!

Certo, i bambini ci riempiono di sorrisi, e stiamo cercando di organizzare servizi di supporto ed animazione durante queste giornate bizzarre senza scuola, senza casa, senza le loro importanti certezze.

 tantissime sono le chiamate dei volontrai che mi sono arrivate e che ringrazio, e adesso la sfida è far sì che tutto questo non sia vero solo sotto l'onda emotiva di questi primi giorni, ma che ci sia la voglia di tutelarli e pensare a loro lungo tutto il percorso nei centri d'accoglienza....che speriamo non sia interminabile.

Molti con la casa inagibile sono già in albergo, altri in attesa hanno dormito qui in tenda...ma sembra tutto così irreale.

Finchè sono al lavoro (per fortuna Bondeno ha conservato il Suo Municipio, la piazza esiste, c'è una parvenza di normalità) mi sento piena di energie, (nonostante il pensiero vada sempre ai miei bimbi con i nonni...)
ma quando torno a casa sento il cuore affaticato...

non trovo la forza di sistemare il secondo piano della casa, di stirare, di andare a fare la spesa...
mi vesto con i 4 vestiti che ho al piano terra recuperati in fretta.

Ieri sono passata per Finale Emilia, che è irriconoscibile.
Solo Macerie, tutta la storia e tantissime case sono rase al suolo.

Sant'Agostino anche.

Il resto lo sapete, lo avete visto sui giornali.

Ma io vi racconto quello che vedono i miei occhi, occhi che fino a ieri vedevano questi posti come i luoghi più amati al mondo, quelli nei quali quando torni da un viaggio ti fan sentire a casa, ti fan sentire che fai parte di loro, che appartieni a una Storia.

Voglio tornare a casa...la casa dov'è? diceva una canzone....

Ieri sera, appisolandomi sul divano, mi sono semplicemente sentita fortunata. 
Quello che non si sa, è quanto potrebbe durare ancora, come proteggere i miei bambini che, prima di vedermi uscire per una riunione ieri sera, mi han detto: 
speriamo che il terremoto non venga più e non butti giù la nostra casa....

Non è certo un pensiero adatto alla loro piccola e pura testolina.

Grazie per le vostre dimostrazioni d'affetto, non ho la possibilità di passare da ognuno di voi, ma spero di poterlo fare quanto prima, per ora vi lascio un grande Grazie generale, e un abbraccio e, perchè no, una buona ricetta.

Per il budino salato di asparagi vi rimando alla ricetta di Francesca, del blog Acquolina che ho seguito passo a passo (d'altra parte era molto simile alla mia)


per 8 budini piccoli:

500 g di asparagi crudi,
100 ml di panna fresca,
2 uova,
30 g di parmigiano,
sale.

Pulire gli asparagi (se sono abbastanza grandi pelare i gambi con il pelapatate), tagliare la parte più legnosa e cuocere in acqua leggermente salata. Scolare, lasciare intiepidire, tagliare in pezzi e tenere da parte alcune punte come decorazione. 
Accendere il forno a 180°C. Frullare gli asparagi insieme alla panna, unire le uova, il parmigiano grattugiato, mescolare bene e regolare di sale. Versare negli stampi imburrati (io imburro anche quelli di silicone) e cuocere nel forno a bagno maria (versare due dita di acqua calda in una teglia e adagiarvi gli stampi con i budini)  per 30 minuti circa (dipende dagli stampi). 
per le madelaines al basilico e primosale
 (circa 15)
120 gr di farina di kamut
2 uova
40 gr di olio extravergine d'oliva
6 cucchiai di latte
mezza bustina di lievito
una manciata di foglie di basilico
50 gr di primosale
sale aromatico
In una ciotola sbattere le uova, unire l'olio, il sale, la farina, il lievito. Amalgamare bene, poi unire il basilico sminuzzato e il primosale. Solo alla fine unire il latte e mescolare bene, se dovesse servire, aggiugerne ancora qualche cucchiaio.
Lasciar riposare il composto un'oretta, poi cuocere le madelaines nell'apposito stampo in silicone (per me Pavoni), per una decina di minuti o poco più, a 180°

per la fonduta di pecorino e il prosciutto crudo croccante

200 gr di panna
100 gr di pecorino toscano Caseificio Spadi
una noce di burro di cacao Venchi
pepe q.b

Fondere a fuoco basissimo la panna con il burro di cacao, poi unire il pecorino e mescolare attentamente finchè non è sciolto.
Insaporire con il pepe.

Nel frattempo, in un'altra padella, fondere un altro quadretto di burro di cacao Venchi e rosolarvi le striscioline di prosciutto crudo, almeno una per piatto.

Impiattare mettendo nel fondo dei piatti la fonduta, lo sformatino, una fettina di crudo croccante e una madelaine per persona.
Ho servito questi budini con un rosato frizzante buonissimo, il Burlesque, da uve di Negramaro, Racemi.


con questa ricetta partecipo a
MTC di Maggio  2012: gli sfidanti!

28 commenti:

  1. Ricetttina super ...davvero carini ...
    da viaggiatori golosi il pensiero che alcuni luoghi d'Italia cambino aspetto drammaticamente ci intristisce molto ... Tu continua a raccontare, la rete serve anche a questo, ad avere informazioni dirette da chi vive in queste ore un disagio che, se non lo si prova direttamente, non lo si capisce fino in fondo ...
    Un abbraccio dai viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  2. Tesoro, sai che ti sono vicina, almeno con il pensiero... Un bacio enorme

    RispondiElimina
  3. ma è stupendo tesoro, complimenti davvero..sii forte, tutto passa! un abbraccio!!

    RispondiElimina
  4. Certo nessuno si aspettava che l'Emilia fosse colpita così duramente dal terremoto :-( Spero che tutto ritorni alla normalità nel più breve tempo possibile!
    Ma lo sai che anche io li ho provati i budini agli asparagi di Francesca? Buonissimi, eh?
    Ciao

    RispondiElimina
  5. Tesoro devi resistere e devi farlo soparattutto per i piccoli che gia nn ci capiscono piu niente quindi hanno bisogno di sicurezze e ovvimanete devi fare doppia fatica ma vedrai che pian pino tutto si sistemerà!!!Bellissimo il tuo budino davvero molto molto gustoso!!!baci,imma

    RispondiElimina
  6. Tu non preoccuparti di non voler sembrare quella che si lamenta, tu scrivi quello che ti senti dentro...è un modo per superare anche questo. Alla fine il terremoto è una violenza ai nostri affetti, ai posti che più amiamo della nostra città e al posto più sicuro che conosciamo, la propria casa. Quindi mica passa così, in qualche giorno. Non è facile Aria, ma vedrai che anche i tuoi bambini supereranno tutto. Ricettina molto bella e dai colori stupendi. Ciao

    RispondiElimina
  7. mi ripeto lo so, ma resisti e fatti forza ...passerà e i bimbi recupereranno serenità. Certo ci vorrà un po' di tempo, ma vedrai che andrà tutto bene :-)
    Per il resto, un grazie gigantesco per aver avuto la voglia di giocare ancora con noi, nonostante tutto. Ci rendi davvero orgogliose! ricetta tra l'altro molto bella accompagnata dalle tue belle foto.
    solo una sciocchezza: c'è un piccolo refuso ne titolo!
    Un abbraccio gigntesco e un bacione a tutta la famiglia
    Dani

    RispondiElimina
  8. fai benissimo a scrivere i tuoi pensieri qui, così possiamo sentirci più vicine a te e alla tua famiglia! e la tua casa la sistemerai quando sarà il momento giusto per te :)
    grazie per questa bellissima ricetta, la tua partecipazione questo mese vale doppio e triplo!!
    un abbraccio forte forte

    RispondiElimina
  9. Per fortuna i bambini dimenticano in fretta o per lo meno sono capaci di distrarsi facilmente e sicuramente tu sarai in grado di far recuperare la serenità ai tuoi bimbi.
    E i tuoi budini sono fenomenali ;-)

    RispondiElimina
  10. Leggere quello che scrivi dà un'emozione più forte e un'immagine più reale rispetto a quello che vediamo in tv e forse fa bene anche a te condividere le tue emozioni. Resisti per i bambini e per te stessa, sei una donna forte, vedrai che presto ti tornerà anche la voglia di sistemare la tua casa! Ti abbraccio

    RispondiElimina
  11. ti penso e capisco che giornate lunghe e piene di ansia siano queste, con le tendopoli e la terra che trema ancora, ho ancora in mente la paura di quella notte anche a questa distanza.
    Grazie per avere partecipato comunque, la tua proposta è davvero bellissima e sfiziosa, le madeleines sono deliziose!
    un abbraccio
    Francesca

    RispondiElimina
  12. Un piatto elegante e raffinato che appagherà sicuramente chi avrà l'onore di gustarlo :)

    Un bacione e buon week end

    RispondiElimina
  13. forse il tuo compito adesso è continuare a far sorridere quei bambini.. i tuoi figli... sei una donna forte, lo dimostri ogni giorno.. devi "solo" continuare ad esserlo... ti abbraccio fortissimo.. un bacione!
    p.s.: magnifico budino dell' ottimismo :O)

    RispondiElimina
  14. Speriamo che le persone che ci governano invece di trovare solo il modo per creare nuove tasse, questa volta diano un aiuto concreto a una regione che ne ha fortemente bisogno. La tua ricetta è perfetta e le madelaines al basilico molto originali. Ciao

    RispondiElimina
  15. davvero un piatto sfizioso...forza, forza, forza!!!

    RispondiElimina
  16. io ho fatto la panna cotta agli asparagi!!! anzi, devo mettere la ricetta nel blog... l'avevo postata in quello che ho chiuso!!!! delizioso budino smakkkk

    RispondiElimina
  17. attraverso i tuoi racconti, penso che gli occhi di tutti vedano molto meglio quel che è successo alla nostra Emilia...

    RispondiElimina
  18. Che il sorriso rimanga sui vostri volti sempre!
    I bimbi hanno bisogno di espressioni serene...ma anche noi adulti non riusciremmo a farne a meno, con la serenità, anche se è davvero difficile essere sereni in tali situazioni e condizioni, il disagio e la sofferenza si sopportano meglio...
    Bellissime le madeleines "salate"
    Un bacio stella

    RispondiElimina
  19. ciao! sono capitata nel tuo bellissimo blog... se hai voglia passa a trovarmi!
    marina
    http://lacucinadimandorla.blogspot.it/

    RispondiElimina
  20. Leggere le tue parole mi ha fatto riflettere a quanto, tante volte, non sappiamo di essere fortunati.
    Lo so che ti dico una cosa scontata, ma viene dal cuore, fatti forza.
    I piccoli ci guardano sempre, anche quando non sembra, e la nostra serenità è la loro e la cucina di casa fa tanto.
    Vedrai che, nonostante i crolli, le macerie, le scosse che sembrano non voler finire, tutto si sistemerà.
    Vorrei poter fare qualcosa di più concreto che scrivere 2 parole.
    Dai, siamo tutti con te.
    Nora

    RispondiElimina
  21. Non so dove trovi la forza ti ammiro per questo....ma d'altronde bisogna essere forti, vedere un tuo post è sempre una gioia....baci.

    RispondiElimina
  22. Passo da te per un saluto e un abbraccio a tutti voi, forza forza forza!! baci

    RispondiElimina
  23. La tua ricetta è bellissima!!! E ti faccio tanti in bocca al lupo.....per tutto!!!!!!

    RispondiElimina
  24. La forza delle donne è unica , delle mamme è insuperabile! C'è la farai!
    Bello il tuo budino!

    RispondiElimina
  25. Sono sconcertata e non so cosa dire se non "fatti forza" per te e per la tua famiglia ...
    Ti abbraccio forte forte!!!

    La ricetta è di gran classe e ti faccio un grosso in bocca al lupo :D

    RispondiElimina
  26. Ti leggo... Ti sono vicina!!! :)

    RispondiElimina


Il Blog di Aria: cucina e vita

In questo spazio raccolgo le mie ricette sparse, ma anche pezzi di vita che ad esse inevitabilmente si sovrappongono.
Qui trovate profumi e sapori che evocano ricordi e riflessioni: le mie ricette sono per lo più dolci e piatti vegetariani