Home

giovedì 21 febbraio 2013

Petal Cake (Red Velvet) gluten free



No, non sono impazzita. 
Questa è la seconda Red Velvet nel giro di una settimana ma...
un tarlo mi disturbava la testa. 
 Anzi, due.

Il primo tarlo era questa decorazione che volevo assolutamente provare.
Il secondo tarlo era che, seppure il gusto della mia prima Velvet Cake Foresta Rossa Gluten free fosse superbo, la lievitazione non mi aveva dato proprio il risultato sperato.
Nel complesso mangiandola non si avvertiva ma, alla vista e al tatto appena sfornata, qualcosa non mi aveva convinto fino in fondo.
 
 Ho fatto quindi un'ulteriore prova sostituendo il buttermilk al latte acidulato con il limone.
Non so per quale arcana ragione ciò mi abbia dato il risultato sperato. 

 Altre colleghe dell'MT Challenge non hanno avuto problemi con il latte e limone, tuttavia io devo ammettere che la base della torta in quest'ultimo modo era proprio perfetta.

Quindi ecco di nuovo la ricetta di Stefania, la nuova farcia e la decorazione a petali, che mi ha soddisfatto mooolto di più di quella precedente!


 Red Velvet Cake
160 gr di farina di riso sottilissima tipo amido (Le Farine Magiche Lo Conte, Pedon, Rebecchi)
60 gr di fecola (Cleca, Pedon, La Dolciaria, Sma & Auchan)
30 gr di farina di tapioca (che potete sostituire con Maizena)
1/2 cucchiaino da tè di sale
8 gr cacao amaro (omesso)
110 gr burro non salato a temperatura ambiente
300 gr di zucchero
3 uova medie (io uso quelle bio codice 0, ma non è rilevante ai fini della celiachia)
1 cucchiaino da caffè di estratto vaniglia bourbon (o i semi di una bacca, ma non usate la vanillina)
240 ml di buttermilk
1 cucchiaio di colorante rosso (Rebecchi e Loconte)
1 cucchiaio di aceto bianco
1 cucchiaino da tè di bicarbonato di sodio

Pre-riscaldate il forno a 175°C.
In un recipiente mescolate le farine, il sale, il cacao. In un altro recipiente, sbattete il burro per 2-3 minuti, finché sarà soffice e poi aggiungete lo zucchero e sbattete per altri 3 minuti.
Aggiungete le uova, una alla volta, sbattendo 30 secondi dopo ogni aggiunta.
Mescolate il colorante al buttermilk e quindi versate poco per volta al composto di burro, alternando le polveri al buttermilk. Possibilmente iniziate e finite con la farina. Aggiungete anche la vaniglia e mescolate.
In una tazzina (capiente) mescolate il bicarbonato all’aceto bianco, facendo attenzione a versarlo subito nell'impasto (altrimenti ve lo troverete per tutta la cucina) e incorporatelo bene con una spatola.
Imburrate due teglie da 18/20 cm e spolverizzate con farina di riso. Fate cuocere per 40/45 minuti, o finché non vedete che è cotto (con il trucchetto dello stuzzicadenti!)
Lasciate raffreddare la torta dentro la teglia (potete usarne anche una in silicone, ma è meglio usare la  carta forno per evitare contaminazioni) per 10 minuti. Poi toglietela dalla teglia e lasciatela raffreddare, quindi fasciatela nella pellicola trasparente. Fatela riposare in frigo per diverse ore (io l'ho lasciata tutta la notte). In questa maniera sarà più facile da tagliare senza che si sbricioli e sarà più semplice mettere la farcitura. Non spaventatevi se vi sembra troppo dura, perché a temperatura ambiente tornerà morbidissima.
Questa è la ricetta base, a questa si possono aggiungere infiniti sapori. Si può conservare in frigo in un contenitore ermetico e riutilizzare quando se ne ha bisogno.
Farcia:
500 gr di mascarpone
500 gr di panna fresca
1 tubetto di latte condensato
zucchero a velo 
gocce di cioccolato 

Ho lavorato il mascarpone con il latte condensato, a parte ho montato la panna aggiungendo pochissimo zucchero a velo.
Ho unito delicatamente la panna al mascarpone.
Assggiate e regolate eventualemente di zucchero a velo, ma non credo ce ne sia bisogno.
Decorazione
Ho farcito la torta con strati di crema e gocce di cioccolato e la crema che mi è rimasta è stata sufficiente per ricoprire la torta, spatolarla per bene e poi decorarla utilizzando una sac a poche usa e getta e una bocchetta liscia tipo quella che si utilizza per fare le classiche meringhe
In verticale si fanno dei ciuffetti di crema poi, con la spatola, si tira la crema partendo da metà ciuffetto verso destra. Questa operazione per nulla difficile ma abbastanza "scocciante" va ripetuta per ogni ciuffetto di crema. Successivamente si fa un'altra fila di ciuffetti di crema in verticale e si ricomincia a "spatolarli" tirando la crema verso destra e così via fino a ricoprirla tutta ai lati.
La copertura sopra invece va fatta partendo dall'esterno della torta ciuffo per ciuffo, senza fare file, muovendosi in senso circolare fino a raggiungere il cuore della torta con l'ultimo ciuffetto.
Avremo così la nostra Petal Cake.
A me questa decorazione piace molto, ci si può sbizzarrire con più colori utilizzando diverse sac a poche, io ho preferito farla tutta bianca per lasciare la sorpresa del rosso della Torta, 
che ancora una volta mi ha dato tante soddisfazioni quando le mie cuginette l'hanno assaggiata!

Era una torta così bella che mi è venuto spontaneo metterci sopra anche la ciliegina.
Non voglio sembrare immodesta, tutt'altro. Sono consapevole dei tanti difetti che ha la torta, ma nel suo complesso la trovo davvero delicata e originale, almeno rispetto a quel che io so fare.
Sono sempre alla ricerca di nuovo modi per fare e decorare torte e mi fa piacere condividerli con voi.

Non finirò mai di ringraziare L'emmetichallenge che ogni mese ci esorta a tirare fuori qualcosa di noi che non conosciamo! E voi, conoscevate la Red Velvet e la Petal Cake????

Beh, raccontantemi, intanto vogliate gradire una fettina....




questa ricetta partecipa a
 Gli sfidanti di  febbraio  2013


35 commenti:

  1. è semplicemente meravigliosa e questa decorazione davvero fantastica!

    RispondiElimina
  2. Che bella!!!!!!!!!! QUesta decorazione è davvero bella, la devo provare! Fa un effetto elegante e raffinato.
    Complimenti!

    RispondiElimina
  3. Da svenimento anche questa...é un periodo che vedo red velvet da per tutto ma questa è la piu bella di tutte!! Sei unicaaaa tesoro, la decorazione é spettacolare!! Bacioni, Imma

    RispondiElimina
  4. Sei testarda, eh? :-D Ma considerando il risultato hai fatto davvero bene ad insistere! Se l'altra torta era bellissima, questa è proprio superba! Sarà che anche l'occhio vuole la sua parte e questa decorazione... lo soddisfa in pieno!!!

    RispondiElimina
  5. Bravissima....io le trovo buonissime entrambe!!! un bacione

    RispondiElimina
  6. Bellissima!!!!! Devo assolutamente provare a far questo dolce che m'intriga parecchio.

    RispondiElimina
  7. Stupenda!! e sicuramente buonissima!! la decorazione.. io non riuscirei mai a farla io!!

    RispondiElimina
  8. ottima!!!! e bellissima questa tecnica di decorazione!

    RispondiElimina
  9. Questa decorazione la rende ancora più deliziosa, mentre l'esperimento con il latte acidulato è geniale, mi sa che lo sperimenteremo anche noi, solo che la decorazione ti diciamo già che non saremmo in grado di rifarla
    Bacioni da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  10. bellissima la decorazione ma sicuramente buonissima un saluto Maria

    RispondiElimina
  11. Coccinella mia! A noi non dispiace affatto un bis.. e la tua caparbietà, la tua passione, la tua voglia di riuscire sempre al meglio mi rende fiera di te. Sei meravigliosa! E che risultato! Un petalo di nuvola dopo l'altro.. Bellissimaaa! <3 <3

    RispondiElimina
  12. ciao carissima, ora il tarlo della red velvet è venuto anche a me, figurati che io ne ho scoperto da poco l'esistenza, non ho mai assaggiato quella originale, ma ultimamente me ne sono fatta una cultura, ne avete sfornate una meglio dell'altra, sono tutte strepitose
    un bacione

    RispondiElimina
  13. Ed effettivamente è una bellezza questa torta e poi quella ciliegina ci sta divinamente!

    RispondiElimina
  14. Ti è venuta davvero bene! La decorazione esterna mi piace un sacco...
    Complimenti!
    Giudy

    RispondiElimina
  15. Ahhh i tarli! al tuo bisognerebbe fargli un monumento, visto al risultato che ti ha portato!! bravissima Aria, secondo me il buttermilk ha dato più sofficità all'impasto. Io ho usato il latte e limone ma sono stata contenta ugualmente. Comunque a me è rimasto il tarlo del buttermilk fatto in casa.. ognuno ha i tarli che si merita evidentemente..:-)
    bellissima anche la decorazione!
    bacioni!

    RispondiElimina
  16. Ahhh i tarli! al tuo bisognerebbe fargli un monumento, visto al risultato che ti ha portato!! bravissima Aria, secondo me il buttermilk ha dato più sofficità all'impasto. Io ho usato il latte e limone ma sono stata contenta ugualmente. Comunque a me è rimasto il tarlo del buttermilk fatto in casa.. ognuno ha i tarli che si merita evidentemente..:-)
    bellissima anche la decorazione!
    bacioni!

    RispondiElimina
  17. ma ti è venuta benissimo! Lo sai che questa decorazione mi frulla per la testa già da tempo? Complimenti...

    RispondiElimina
  18. mascarpone e panna, la morte sua :-D ma ci dobbiamo aspettare anche una terza?

    RispondiElimina
  19. fantastica pure questa!!! sei instancabile!!!!!!

    RispondiElimina
  20. Tarlo o non tarlo , hai fatto una meraviglia di torta: mi piace la decorazione che hai voluto provare e sia ripieno che colore mi convincono assolutamente...e se ha soddisfatto anche una perfezionista come te.. A proposito : si ne gradirei molto una fettina...magari anche una seconda ... :-)
    Dani

    RispondiElimina
  21. Questo tipo di decorazione sono mesi che sto cercando di provarlo. L'ho visto su un numero di Sale e Pepe dell'anno scorso e mi si è flashato nel cervello. Ed in effetti, visto il risultato del tuo capolavoro, è di grandissimo effetto. Sulla Velvet poi ci sta davvero splendidamente. LA ciliegia non potevi ometterla, è favolosa!
    Un grande abbraccio, Pat

    RispondiElimina
  22. Tesorooo :) Credevo di aver commentato... ma sto proprio rimbambita, eh?! Colpa del cucciolotto che è arrivato? :D Questa torta è stupenda, golosissimaaaa <3 Complimentoni, un abbraccio forte forte e buona giornata :**

    RispondiElimina
  23. Anche questa è da urlo, una decorazione strepitosa! E tu non sei immodesta sei solo bravissima e quella ciliegina è il tocco della perfezione!
    bacioni
    Alice

    RispondiElimina
  24. è bellissimaaaaaaaaaaa!!! romanticissima...

    RispondiElimina
  25. che bella aria!! e la decorazione?? come ti capisco!! anche io ne ho in mente una!!ahahahah buona giornata!!

    RispondiElimina
  26. molto bella anche questa versione

    RispondiElimina
  27. tout simplement il est magnifique et surement délicieux bravo
    bonne journée

    RispondiElimina
  28. uffaaaa, non sono capace.....

    RispondiElimina
  29. la red velvet...buona!!!
    ho letto il procedimento per la decorazione....AIUTOOOO!!!!
    ma quanto ci hai messo???
    al prossimo post Nahomi

    RispondiElimina
  30. meno male che c'era quel tarlo!!!!!!!! non avresti sfornato questa delizia, è meravigliosa!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  31. Ciao tesoro..ti assicuro che non sei impazzita tu, a sfornare red-velvet, una più bella dell'altra, ma io a guardarle e non poter assaggiare.
    Belle foto e presentazione.
    Baci a presto.
    Inoronata

    RispondiElimina
  32. E' il caso di dirlo repetita iuvant...bellissime tutte le torte e se ne fai ancora io sono d'accordo: le posso mangiare tutte !!

    RispondiElimina
  33. Tesoro, pure una seconda versione???? Sei una meraviglia, così come una meraviglia è la tua torta e la ciliegina ci sta proprio!

    RispondiElimina
  34. Bellissima! e quella ciliegina, è la morte sua! :D

    RispondiElimina


Il Blog di Aria: cucina e vita

In questo spazio raccolgo le mie ricette sparse, ma anche pezzi di vita che ad esse inevitabilmente si sovrappongono.
Qui trovate profumi e sapori che evocano ricordi e riflessioni: le mie ricette sono per lo più dolci e piatti vegetariani