Home

lunedì 4 marzo 2013

La torta di compleanno per il mio nonno Kenzer



Purtoppo, involontariamente, ho cancellato il post e forse anche i commenti bellissimi che mi erano stati fatti.
Mi dipiace da matti.
Per fortuna avevo stampato questi fogli per darli, forse, a mio nonno.

Come dicevo stamattina, ho pensato a lungo a cosa avrei scritto in questo post, ma soprattutto ho pensato a lungo se pubblicarlo o meno. 

Credo che ognuno di noi abbia dentro sè mille storie, e ognuno è libero di decidere se tenerle dentro sè o farle venire alla luce.

Io ho deciso di mettere al mondo questa storia, ed è  stato doloroso e mi ha fatta piangere come un vero parto.
Ma come ogni madre ho cucito addosso alla mia storia un paio d'ali perchè potessero farla volare in alto andando incontro alla sua sorte.

Se non avete voglia di leggere una luuunga storia, saltate e andate alla ricetta ;)

Fare questa torta è infatti stato moooolto più facile che scriverne il post e, anche se non è bella come quella della quale mi ero innamorata, è la torta che volevo, esattamente per lui.
Il mio adorato nonno Kenzer.



Oggi mio nonno compie 80 anni e credo sia la prima volta che mi dico, dentro di me,
cosa vuoi che siano?

L'ho sempre visto "vecchio", in fondo, un pò per i suoi lineamenti un pò per quel suo carattere austero, non certo autoritario, ma ligio alle regole, tutte, e tutte imposte dagli altri.

Non posso dimenticare l'immagine di lui seduto sul divano difronte a me, quando scendevo le scale da piccola, e me lo ritrovavo davanti aprendo la porta.
Tra di noi c'era il tavolo della cucina, e io ero così piccola che quel tavolo mi impediva di vedere il suo volto, non le sue mani, strette tra loro, a volte in preghiera.

Io non sapevo che pregava, lui non ha mai ostentato questa sua fede senza confini, ma l'avevo intuito cogliendo tra le sue labbra qualche parola che io avevo conosciuto all'asilo dalle Suore, dove mi piaceva tanto andare e dove mi sentivo protetta sapendo che vi era una rete tra me e chi veniva sempre a trovarmi di nascosto, portandomi caramelle avvolte dalla carta azzurra.

Mi chiedevo spesso perchè pregasse mio nonno, e soprattutto per chi. Ora lo so.
Queste immagini seriose cozzano con un'altra sua immagine che mi è più cara, sempre legata alla mia infanzia: quella dei tanti giri sull'argine che abbiamo fatto a piedi, noi due soli, nelle sere d'estate e d'autunno, fino alla casa dove vi era il Pavone, che io volevo assolutamente vedere a coda aperta....poi  c'erano i cachi, o i fichi, come premio al ritorno, da cogliere direttamente dall'albero tornando per la strada che costeggiava la ferrovia.


Ora che scrivo mi vengono in mente anche altri momenti felici accanto a lui da bambina, come quando mi portava con sè al lavoro, e potevo giocare con la macchina da scrivere o con la carta copiativa, e fare anche timbri sui miei disegni,  e prima di tornare a casa c'era sempre una zolletta di zucchero nel cartone marrone a rallegrarmi...

O quando trascorrevamo insieme lunghi pomeriggi alla Scuola di Musica dove lui insegnava.
Mi ha insegnato a solfeggiare e suonacchiare il pianoforte e, anche se non sono mai diventata brava come invece il resto di tutti i suoi allievi, la musica mi è certamente entrata nel sangue.

Era bello sentirlo suonare tutti i santi giorni, mentre anche il canarino gorgheggiava: quella musica è stata la colonna sonora della mia infanzia e ogni volta che risento il suono di un clarino penso a mio nonno nella penombra, quasi lui sia l'unica persona in grado di suonare un clarino nel mondo.

Di tutta la mia Infanzia turbolenta, dove ogni personaggio aveva un ruolo e dove il suo era senz'altro positivo,  un solo momento non mi è stato chiaro fino a quando non sono diventata più grande: il giorno in cui l'ho visto con le braccia sbarrate a difendermi vietando a mio padre di passare mentre lui gridava che mi voleva vedere....Io non capivo quella sera perchè non lo facesse entrare ma ora apprezzo il suo coraggio e la sua grinta che, forse, non ho mai più visto nell'uomo che sempre accetta tutto pur di non entrare in contrasto con l'altro.




Quando mia madre, la sua unica e adoratissima figlia, è venuta a mancare a soli 27 anni, io non ho mai pensato al suo dolore di padre, non l'ho davvero mai fatto fino a quando sono diventata mamma, 5 anni fa.
Non l'ho mai fatto perchè ero troppo presa dal mio dolore di undicenne, a fare i conti con un'adolescenza non facile, che sicuramente ha dato a mio nonno dispiaceri e preoccupazioni inutili.
Di questo me ne rammarico, è vero, ma guardandomi indietro e vedendo la ragazza distrutta e delusa dalla vita che ero, posso solo sinceramente dire che quella rabbia non era nei suoi confronti, anche se forse a volte può essegli sembrato il contrario.

E so che questo non mi giustifica.
 

Non riuscivo a dormire la notte, avevo paura. Lo chiamavo e lui si svegliava, restava ai piedi del mio letto, ci restava per ore. 
Non ci dicevamo niente, ma in fondo so che mi capiva.

Non volevo andare a scuola, o meglio...volevo andarci ma senza prendere il treno, l'autobus, senza incontrare le persone...e così lui mi portava, svegliandosi prestissimo, accompagnandomi all'ingresso quando era ancora buio e quasi nessuno era ancora arrivato.

Soffrivo di coliti insopportabili, che mi facevano desiderare la morte...e lui pazientava con me ora davanti alle porte dei medici, cercando soluzioni per quello che era semplicemente un male d'amore.

Non che lui e mia nonna non sapessero amarmi. Io non sapevo amare me stessa, è diverso.


Ma ringrazio mio nonno per avermi dato ugualmente fiducia e libertà, per avermi concesso di studiare in Inghilterra e in Irlanda, dove nessuno mi conosceva, dove ci sentivamo al telefono una volta alla settimana, dove ero lontanissima, è vero...ma nel cuore portavo comunque i valori che in qualche modo mi aveva trasmesso,
quelli che inconsapevolmente mi hanno impedito di fare passi falsi.

Lo ringrazio per aver lasciato che io frequentassi il Dams, seguendo le mie inclinazioni artistiche...Lo ringrazio per avermi comprato la chitarra elettrica e pagato le mie lezioni di canto...perchè tutto questo mi ha fatto bene, mi ha riempito la testa e il cuore di quel che mi ha fatto ritrovare me stessa, placando i miei dolori fisici e morali, dandomi la serenità e la lucidità di andare incontro alla mia nuova vita con il coraggio e la forza di preservarla, di non distruggerla come avevo fatto fino a quel momento con quella vecchia.

Desidero dire a mio nonno, che forse non leggerà mai queste righe (anche se proprio qualche anno fa mi ha confessato di voler imparare ad usare il computer e in qualche mese ha davvero imparato, internet compreso...) che in quegli anni avevo una PAURA più grande di tutte le altre,
ed era quella che mi faceva impazzire.

Era la paura di perdere anche lui, anche mia nonna, anche loro,
che erano TUTTO quello che mi rimaneva.
 Avevo paura che tutti mi lasciassero sola.
Ed ero legittimata ad avere Paura,
dal momento che la vita mi aveva già portato via mio padre e poi mia madre.


Non riuscivo ad immaginarmelo nella mia Nuova vita felice,
 perchè temevo che questa vita sarebbe mai arrivata.....

Invece uno dei momenti più belli della mia vita è stato uscire dall'atelier di abiti da sposa con lui, che ha voluto comperarmi l'abito e sorrideva mentre lo faceva...così come è stato bello abbracciarlo dopo il 110 e lode della mia laurea, ripagandolo così di tanti sacrifici....
è stato bello vederlo commosso al mio matrimonio....è stato ancora più bello vederlo rinascere quando sono nati i miei figli.

Mio nonno è stato ed è tuttora il loro babysitter ufficiale.

Gli ho affidato il piccolo Gioele di sole tre settimane portandoglielo alle 8 del mattino mentre andavo al lavoro. Lui me lo riportava alle 11 perchè io lo potessi allattare e poi lo riportava a casa per cambiarlo, per fargli il bagno, per addormentarlo....
per fare tutte quelle cose che mi ha confessato di non aver mai fatto, nemmeno per sua figlia.

Era l'unico in grado di addormentare Anais di giorno...girando con quella carrozzina sotto il sole, la pioggia, la neve...e non esagero.
Ancora oggi, a 80 anni, tutti i giorni è con loro e si fa saltare in groppa, gioca con loro a Lupomangiafrutta, prepara loro il pranzo assecondando tutti i loro desideri e se io non ci sono li addormenta cantando loro la ninna nanna...Guarda con loro ore di Barbapapà e di Pimpa e...io non l'ho mai visto sorridere tanto.


 Ricordo che un giorno, quando avevo 17 anni, mi disse che a lezione di clarinetto, nella Scuola dove lui insegnava, era venuto un ragazzo bellissimo e dai modi tanto gentili ed educati
- Am piasris tant un ragazit acsì par ti- mi aveva detto in dialetto (mi piacerebbe tanto un ragazzo così per te)
Io non ci avevo fatto troppo caso.

Ma quache anno dopo, quando facendo entrare Diego a casa mia,
in camera dovetti rispondere alla sua domanda "Cosa ci fa il Professore a casa tua?", 
ho compreso che da lassù qualcuno mi aveva fatto uno strano scherzetto ;)

Io quel ragazzo dai modi tanto gentili e cortesi l'ho sposato, e con lui è nata la Mia Nuova Vita nella quale mio nonno è uno dei protagonisti principali
Quasi la mia mamma. La sua stessa dolcezza.

E ora che dovrà soffiare sulla torta 80 candeline, non l'ho mai visto così giovane...e sento che, in fondo, di tutta quella rabbia sono riuscita forse in qualche modo a scusarmi, e di tutto quell'affetto...in qualche modo a ricambiarlo.

So che mio nonno in Anais rivede sua figlia...e forse non ha tutti i torti
Quel carattere timido e docile tanto diverso dal mio...quel sorriso uguale che io non ho mai avuto e che ho sempre invidiato...Anche Gioele assomiglia a mia mamma...c'è una foto dove sono identici...e tutto questo mi riempie il cuore di gioia pensando che, in fondo, ho restituito a mio nonno un pò di serenità. Anche se non sarà mai abbastanza per placare il suo dolore di padre, anche se non sarà mai abbastanza per ricambiare ciò che lui ha dato a me.


Ti voglio bene, nonno.
Sarai per sempre il miglior esempio che ho avuto nella Vita.
Buon compleanno, il mio augurio è che tu possa trascorrere tanto tempo felice
 insieme ad Anais e Gioele, capendo che sei per loro quello che sei stato per me.
Per te, che sei la persona più semplice e golosache io conosca, la torta più semplice e golosa che potessi fare,



INGREDIENTI

ricetta di Sabrine, Mowie Kay e Donna Hay ;)

per la torta:
farina bianca 00: 150 gr
zucchero semolato fine: 200 gr
cacao amaro: 40 gr
burro: 100 gr
uova: 2
latte: 125 ml
vanillina: 1 bustina (per me estartto di vaniglia)
lievito vanigliato: 2 cucchiaini

per la farcitura:
cioccolato fondente: 200 gr
mascarpone: 200 gr
panna da montare: 200 ml

Tirate fuori il burro e le uova dal frigo con un po' di anticipo. Accendete il forno a 170° e imburrate uno stampo rotondo da 20 cm di diametro. (io vi consiglio uno da 22, da me è cresciuta molto, ho dovuto tagliare la cupoletta che mi è venuta al centro e le basi sono venute più basse...ma forse è stato un errore mio)

Mettete in una ciotola burro, zucchero e vanillina, e lavorate con le fruste elettriche finché non vi appare una crema soffice: dateci sotto, almeno 5-6 minuti, e raschiate spesso le pareti della ciotola con una spatola (non spaventatevi se all'inizio vi ritroverete con degli straccetti di burro che pare impazzito... riuscirete a domarlo).

Aggiungete le uova, una alla volta: non aggiungete il secondo finché il primo non si è perfettamente amalgamato al composto.

Mescolate in una ciotola a parte la farina, il cacao e il lievito: setacciateli poco alla volta direttamente nella ciotola con il mix di burro e zucchero, alternandoli al latte quando vedete che il composto si ispessisce troppo (e comunque sappiate che è un composto molto più denso di quello di una normale torta.

Rovesciatelo nello stampo, livellatelo con la spatola e infornate per 35-40 minuti.

Fate raffreddare la torta su una griglia prima di farcirla (potete anche prepararla il giorno prima e conservarla avvolta nell'alluminio).

Montate la panna e il mascarpone (tranne un paio di cucchiai che vi serviranno per la copertura di cioccolato), e utilizzate questa crema per farcire la torta. Io ho usato la sac a poche e una bocchetta a stella chiusa per fare l'effetto che vedete in foto



Fate fondere il cioccolato a bagnomaria, stemperateci i due cucchiai di mascarpone che avevate tenuto da parte e rovesciatelo sulla torta.

Fate in fretta perchè il cioccolato tende a solidificare velocemente!!!!



111 commenti:

  1. io ora non riesco a scriverti niente sono solo emozionata tu hai avuto il coraggio di scrivere ,scrivere di tuo nonno io non ci sono riuscita .... :(ho vissuto con loro i miei 25 anni ...poi poi mi hanno abbandonata ......
    basta non ci riesco più..
    p.s. abbiamo fatto la stessa torta @.ò giurooo la farcisco dopo le crèpes solo la farcia è un po' diversa :)
    un bacione aria grandissimissimissimo
    e auguri NONNO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un bacione a te, Veronica, tante cose ci accomunano, non sempre quelle belle...ma in fondo, abbiamo anche quelle e siamo fortunate!

      Elimina
  2. Tuo Nonno sa sicuramente che non eri arrabbiata con lui e io credo che siate stati bravissimi a sostenervi, seppure a distanza, senza rinchiudervi ciascuno nel suo dolore.
    E leggere che poi la tua vita nuova e felice è arrivata, fa bene al cuore. Il dolore passato non si cancella, ma tu l'hai usato come fondamenta per qualcosa di bellissimo.
    Auguri al nonno, che ha reso una bambina insicura e infelice una donna forte e meravigliosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai davvero sintetizato alla perfezione...ero unabambina sicura e infelice...ora sono forte, meravigliosa non lo so, ma certamente più bella di prima, perchè non riuscivo ad amare la vita!

      Elimina
  3. Posso solo dire una cosa: auguri al tuo giovane nonno!
    Un abbraccio e buona domenica.
    Stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Stefania, grazie di cuore.

      Elimina
  4. ho letto riga per riga, senza perdermi nemmeno un pò della poesia che ispira il tuo amore per il nonno.
    L'amore può avere diverse forme per esprimersi e il tuo nonno l'aveva ben chiaro anche quando tu con il tuo comportamento urlavi tutta la tua sofferenza, lui sapeva che in realtà lo amavi dal profondo del cuore.
    La tua storia mi ha commosso molto, la tua vita, purchè ancora breve, è stata segnata da esperienze forti e toccanti.
    Che sei una ragazza speciale e sensibile, lo sapevo da quando ti ho conosciuto, ora ti ringrazio per averci aperto un pochino il tuo cuore, facendoci spettatori partecipi di questo grande amore che ti lega indissolubilmente al nonno, al quale auguro un felice compleanno e gli porgo un ammirato bravo per l'uomo forte e sensibile che ti ha dimostrato di essere.
    La torta, un bellissimo dettaglio!
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ondina, grazie, grazie davvero per aver letto e per le tue parole così care.

      Elimina
  5. L'amore fa strani giri.
    Ma quelli qui sono ghirigori che formano un merletto prezioso, la tua vita.
    Grazie per aver condiviso e auguri a questo nonno fuori dal comune.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una metafora meravigliosa. ed è proprio vero, ho imparato ad amre questo merletto prezioso...anche se un pò arzigogolato!Grazie a te, Stefi, di aver letto la mia storia.

      Elimina
  6. Sono senza parole... Invidio letteralmente la capacitâ di apristi così tanto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non riesco a tenermi dentro le cose, fin da piccola...sono così. Mi chiedo sempre se sia un bene o un male..e ancora non so rispondermi!

      Elimina
  7. grazie per averci regalato un'altro pezzo di te. Mia cara sei una persona così speciale che non potevi avere origine che da una famiglia altrettanto speciale. un abbraccio strettissimo per te e tanti auguri al tuo meraviglioso nonno.
    tvb
    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sara!!! anche io ti voglio bene, davvero!

      Elimina
  8. Cara Aria ho letto tutti i tuoi post in allegato... La lacrima è scesa ma la tua forza e il tuo amore per la vita mi hanno riportato alla realtà e ti mando un grande abbraccio ed un augurio speciale a tuo nonno . La vita, a volte, ci mette a dura prova siamo noi stesse che dobbiamo lottare ed averla vinta stringendo i denti, tu hai la fortuna di avere due piccoli angeli, tieni li stretti stretti al cuore e continua così!
    Vale

    RispondiElimina
  9. Cara Aria ho letto tutti i tuoi post in allegato... La lacrima è scesa ma la tua forza e il tuo amore per la vita mi hanno riportato alla realtà e ti mando un grande abbraccio ed un augurio speciale a tuo nonno . La vita, a volte, ci mette a dura prova siamo noi stesse che dobbiamo lottare ed averla vinta stringendo i denti, tu hai la fortuna di avere due piccoli angeli, tieni li stretti stretti al cuore e continua così!
    Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio così Vale, sono quei due angeli che mi danno la forza...è come se avessi sempre saputo che sarebbero arrivati. Sono felice che, nonostante le lacrime, sia riuscita a trasmettere il mio amore per la vita! Un abbraccio!

      Elimina
  10. Aria, i tuoi post sono davvero speciali. Non sto neanche a dire che questo è così commovente ed autentico che ci colpisce tutti dritti al cuore... scrivi post pieni di vita, meravigliosi. E la torta lo è altrettanto! Un abbraccio a te e auguri al tuo fantastico nonno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia! La vita è speciale, a volte è durissima, ma dobbaimo rialzarci, eprchè il sole è dietro l'angolo. E' anche nelle vostre parole.

      Elimina
  11. Che emozione...hai scritto cose stupende per una persona davvero speciale! Tuo nonno è sicuramente fiero di te! Ti abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di aver letto, Tiziana. Anche io ti abbraccio!

      Elimina
  12. Ciao Aria, che sei brava e che le tue ricette sono favolose, come questa torta, te lo dico sempre. Quello che voglio dirti oggi, è che sei una bellissima persona. E questo è merito anche di tuo nonno, che ha contribuito sicuramente a fare di te la moglie, la mamma e la nipote meravigliosa che sei.
    Brava Aria, e auguri al nonno!!!
    Bacioni, a buona domenica :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ely! a dire il vero io non mi vedo affatto meravigiosa, ma più bella di quando ero adolescente si, perchè allora non amavo la vita! Grazie di cuore per le tue parole!

      Elimina
  13. Carissima Aria, come ti ho detto avevo commentato d'impulso, fra le lacrime, questo post... hai toccato le corde più profonde del mio cuore, parlando di questo nonno, che è come il mio papà... per i miei figli, al posto di chi non ne è stato capace, o non ne ha avuto voglia... l'amore che ti ha dato, e che ha tanto meravigliosamente dato i suoi frutti, è un dono preziosissimo che fa di te la donna speciale che sei, e che ho imparato a conoscera attraverso delle "semplici" ricette di cucina... grazie, per saper dire quello che io tengo nel cuore, e che a volte pesa come un macigno... grazie perchè è la seconda volta in poche settimane che mi aiuti a sciogliere questo nodo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per queste parole. So quanto valgono. Mi chiedo sempre se è giusto scrivere cose così intime ma vengono fuori prepotentemente senza che io riesca a tenerle a bada ed effettivamente, poi, il macigno scivola giù nel dirupo finchè non ne arriva un altro. Sapere che questa condivisione può fare bene a qualcuno è per me un grande dono, sei sempre la benvenuta!

      Elimina
  14. Cara sai sempre impressionarmi ed emozionarmi x la capacita' che hai ad esprimere le tue emozioni! Sei una persona fantastica! Tanti auguri al tuo nonnino straordinario! Baci luisa

    RispondiElimina
  15. commevente ...ritrovarsi con la faccia innondata da lacrime perche' questa storia sembra in tanti punti la mia storia....grazie per averla condivisa con noi ...non e' sempre facile raccontare agli altri il nostro dolore a volte ssembra che uno lo voglia tenere nascosco ma semplicemente parlarne ti fa stare talmente male che preferisci evitare ....auguri Kenzer ....auguri per la persona che sei ...con le lacrime ti mando un'abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, è proprio così...sembra divoler tenere sìnascosto ma proprio non ce la si fa a parlarne...bisogna elaborare queste cose...possono passare anni...e il macigno resta sempre li a farci del male. grazie per gli augrui! non volevo farti piangere!

      Elimina
  16. Aria sono commossa dopo aver letto questa storia ma ti ammiro tanto per tutto quello che sei riuscita a tirar fuori sei una persona fantastica tanti auguri a tuo nonno e un forte abbraccio a te Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maria, grazie davvero di avermi letta e di avermi lasciato questo bel commento!

      Elimina
  17. Mi hai fatto piangere... Mi ritrovo in tante cose, sai... Ti auguro tutto l'amore del mondo, Aria... Grazie per queste emozioni e per aver condiviso qualcosa di tanto grande e importante... Tuo nonno sarà felice e orgoglioso, la torta e' meravigliosa, come te :-) Ti abbraccio forte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vale!!!! Grazie davvero!!!!

      Elimina
  18. Mi hai lasciata senza parole e molto emozionata se non commossa. Ti abbraccio forte forte e faccio tanti auguri al tuo nonno che di sicuro è tanto orgoglioso di avere una splendida nipote come te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mary!!!! Grazie, ricambio il tuo caldo abbraccio!

      Elimina
  19. Tesoro sono arrivata alla fine del post che non vedevo più nulla perché avevo gli occhi velati dalle lacrime per questa lettera a cuore aperto e per questo nonno che è stato ed é la tua ancora la tua forza e traspare l` immenso amore che provate l` uno per l`altro....Grazie per ver condiviso con noi questi momenti ricchi di vita e per questa visione davvero super golosa!!! Un bacio grandissimo e tanti auguri a super nonno!!
    Imma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace averti fatta piangere Imma, ma sono felice di essere arrivata al tuo dolcissimo cuore. Un bacio anche a te, grazie di avermi letta!

      Elimina
  20. Non ti conoscevo e sono capitata per caso sul tuo blog ma .... mi hai fatto piangere e sorridere nello stesso tempo, auguri al tuo magnifico nonno!

    RispondiElimina
  21. Questo non è un post, ma una vera lettera d'amore per quel nonno che per te è stato mamma e papà insieme. Grazie di aver voluto aprire il tuo cuore con noi, nonmi vergogno di dirti che mi sono emozionata leggendo e i miei occhi si sono velati di lacrime, mi hai commosso come non mai:)
    Un augurio affettuoso al tuo nonnino per i suoi mitici 80 anni e un complimento a te per questa torta che come dici tu sarà semplce ma io la trovo golosissima!!!!!
    ti abbraccio forte forte
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ti abbraccio forte Alice, hai ragione quando dici che è stato la mia mamma e il mio papà insieme. l'ho capito tardi, ma per fortuna l'ho capito.

      Elimina
  22. Emozioni forti,violente,forse non improvvise,ma che sono lì e aspettano solo un'occasione per uscire fuori.Tanti cari auguri al NONNO ed anche a voi per un futuro sereno.Anche per lacrime e commozione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, hai ragione, forse non improvvise ma che aspettano quell'occasione per librarsi in volo, facendoci sentire più leggeri. Grazie!

      Elimina
  23. Tutto il dolore che ha provato per la perdita di una figlia non potrà mai essere colmato, ma la fortuna che ha avuto ad avere una nipote come te e dei nipotini come i tuoi figli, devono renderlo un uomo molto orgoglioso...ciò che hai scritto qui è una dichiarazione d'amore bellissima e a me è scesa una lacrimuccia...
    La torta è stupenda, il nonno deve aver apprezzato molto!!!
    Tantissimi auguri a lui è un forte abbraccio a te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero davvero che lo sia. La torta la vedrà domani, riccambio il tuo abbraccio di cuore!

      Elimina
  24. Non ti conosco, seguo questo blog da pochi mesi, ma queste tue parole mi hanno emozionata!
    Tanti auguri al Caro Nonno!
    Sabrina

    RispondiElimina
  25. All'inizio volevo mandarti un messaggio privato ma poi ho pensato che, con lo stesso coraggio che hai avuto tu nel raccontare questa storia, sarebbe stato carino lasciarti un commento "pubblico".
    Mi hai fatta commuovere fino alle lacrime, si è bagnata tutta la tastiera del Mac. Chissà la faccia di tuo nonno nel vedere questa meraviglia :)
    Buon compleanno a lui e buon proseguimento di vita a te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti mi fa piacere vedere il tuo commento qui, tra tutti gli altri, ma sentiti libera di scrivermi come meglio credi. Non volevo farti piangere, ma sono felice di essere arrivata al tuo cuore

      Elimina
  26. Mi hai commosso profondamente aria, e le parole che hai detto le deve asolutamente leggere a tuo nonno, se lo merita! Merita di udire tanta dolcezza, merita di sentirsi cose che anche se sa hanno un sapore diverso una volta dette! Sai io amo profondamente le persone anziane, sono un mondo fantastico, sono fragili anche se fuori hanno una corazza dura dura, che la vita e gli eventi hanno reso ancora più dura... ma non lasciarti ingannare sono fragili fragili... sono dei bambini piccoli piccoli ed indifesi... però i bambini hanno le loro mamme, i loro nonni che stanno lì a proteggerli. Loro invece no... non hanno nessuno che li protegga e li divenda dal mondo1 Un abbraccio forte forte al tuo nonno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto hai ragione, Serena, gli anziani non hanno nessuno e davanti a loro c'è la stagione dell'Inverno...eppure continuano a proteggerci...dovremmo ricordarcelo più spesso.

      Elimina
    2. Anche io provo questa indicibile tenerezza verso gli anziani, anche se il mio papà mi ostino a vederlo giovane... in realtà ha quasi 80 anni anche lui

      Elimina
  27. tesoro, che parole splendide, mi hai commosso profondamente... hai tanta forza e coraggio, traspare da quello che scrivi.. come traspare l'amore che provi per il tuo dolce nonnino... questa torta se la merita tutta, fagli i miei più sinceri auguri...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere che si avverta questo grande amore che ho per lui, gli porterò i tuoi auguri!

      Elimina
  28. Mi ha fatto emozionare e commuovere il tuo racconto! Io non ho conosciuto nessuno dei miei nonni ma lo avrei voluto proprio uguale al tuo!! Tanti cari auguri al tuo "diversamente" giovane nonno!!

    RispondiElimina
  29. Tantissimi auguri a tuo nonno. E' fortunata ad avere una nipote come te. Non potevi fare di meglio..la torta è un vero spettacolo.
    Baci.
    INco

    RispondiElimina
  30. Grazie per questo racconto di vita. E' difficile guardarsi dentro quando si è così giovani ed in particolar modo, adolescenti. C'è tanta rabbia, dolore e paura. Se si hanno le persone giuste vicino, tutto questo lo si prova in maniera molto minore, perchè danno una forza che è vitale per crescere.
    Questo dolce è perfetto per una persona che ti ha dato questa forza
    Auguri a questo fantastico Nonno
    Isabel

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero, da giovanissimi è dura guardare dentroo troppo fuori da sè. ma se qualcuno ha seminato bene poi raccoglie....la prenderò come lezione per i miei figli! Baci e grazie!

      Elimina
  31. Nel cuore c'è un mondo pieno di anime che ci accompagnano. Quello che ci hanno insegnato ci resta per sempre. Il mio nonno non è più vicino a me da tanto tempo ma so che c'è ogni giorno, in tanti gesti che faccio e che mi ha insegnato.
    Il dolore spesso è rabbia ma nel cuore resta il bene.
    Auguri speciali ed un bacione a tuo nonno .... da me.
    Nora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PS.... Per la torta non faccio commenti... svengo!

      Elimina
    2. E' proprio così, un bacio anche a te!

      Elimina
  32. Come non leggere le tue parole meravigliose.. le tue carezze d'affetto tra una stellina di zucchero e un abbraccio di cacao? Non solo questo dolce è meraviglioso, coccinella. Un tripudio di bellezza e amore puro.. la storia di te e del tuo nonno, del sentimento celeste che vi lega.. fa ricordare a tutti che il cielo ascolta e che gli angeli esistono davvero. Lui ne è un esempio lampante, fresco di rugiada e turchese come la volta celeste. Tanti auguri, tanti tanti.. al tuo stupendo nonno. Che le lacrime siano sempre e solo di gioia e felicità.. che la vita vi regali milioni di momenti insieme, meravigliosi e indimenticabili. Sai.. anche il mio nonno era musicista.. ma suonava il pianoforte. Solo che ora suona nel mio cuore e mi manca tanto stringerlo. TVTTTTTB!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non si è mai pronti a salutare un nonno, vero? però nel nostro cuore ci sarà sempre un posto speciale per loro....grazie del tuo passaggio, farfallina!

      Elimina
  33. il est magnifique ton grand père a du vraiment se régaler
    bonne journée

    RispondiElimina
  34. Cara Francesca, non ce l'ho fatta a non leggere tutto, piano piano le parole mi hanno catturata, trasportandomi nel tempo e nello spazio, ti ho vista bambina felice, ma anche adolescente inquieta e arrabbiata, ho seguito tutta la tua evoluzione, il tuo percorso doloroso e sofferto , ma anche la magia che ha avvolto tutto come un velo da sposa, la magia dell'amore di questo uomo incredibile , di tua nonna, della tua mamma dal cielo che ha saputo e ancora ti segue proteggendoti con ilsuo abbraccio.
    Difficile non commuoversi e non volerti bene

    un abbraccio, anche al nonno ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e io ti sento accanto a me, capace di comprendere ogni singola sfumatura,non è da tutti, grazie Loredana!

      Elimina
  35. Cara Aria, che post da groppone in gola. Una storia che è come una favola, e la presenza di persone meravigliose nella tua vita, questo nonno magnifico che ha saputo assecondare i tuoi sogni e ti ha guidato come una persona saggia sa fare. Anche un nonno un po' magico, che riconosce l'amore per te prima ancora di incontrarlo.
    Auguri a lui, ma anche a te che sei una persona speciale ne riconoscere le cose importanti della vita.
    Un forte abbraccio, Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, Pat, è stato anche un nonno magico...non ci avevo mai pensato in questi termini...ma è stato proprio così! Grazie di essere passata:)

      Elimina
  36. Ecco, queste sono le soddisfazioni più grandi della mia esperienza di blogger: seguire le ricette che dalla mia piccola cucina sui tetti spiccano il volo e approdano in quelle degli altri... sapere che finiscono dedicate a un nonno, poi, non ha prezzo. Grazie a te per averci provato e avermelo fatto sapere. E tantissimi auguri al signor Nonno Kenzer, per il quale il titolo di nonno è, a quanto si racconta, riduttivo essendo lui anche madre, padre, baby-sitter e... goloso!
    Un caro abbraccio a tutti voi, in compagnia di quella torta per la quale non avrei potuto sperare in un approdo migliore

    Sabrine

    PS: e adesso finisci dritta dritta nella pagina dedicata a "le mie ricette nelle cucine degli altri"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contentissima delle tue parole e la torta...he spettacolo!!!!piaciuta a tutti, soprattutto a lui ;)

      Elimina
  37. aria...che post! veramente bello bello bello...emozionante!! e la torta fantastica!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Julia....a dire il vero non pensavo che arrivasse così tanto agli altri, e in fondo non può che farmi piacere....grazie!

      Elimina
  38. Auguri a tuo nonno , che ha saputo darti tanto amore quanto tu glie dai a lui...
    Anche io ho amato e amo più della mia vita il mio che mi ha fatto da padre e che adesso mi guarda e protegge da la su.
    Buonissima e bella la torta.
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. continueranno sempre a proteggerci da lassù, è verissimo!!!!!!

      Elimina
  39. ti leggo da molto, ma oggi hai toccato profondamente il mio cuore.
    anche se non ci conosciamo, ti mando un forte abbraccio e tanti auguri al tuo prezioso nonno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore, lo accetto come un dono prezioso!!

      Elimina
  40. Ciao Aria, ho scelto il giorno migliore per scoprire il tuo blog.
    Che emozione.. che belle parore.. quanto amore e quante lacrime mi hai fatto scendere!!!
    Tanti auguri al fantastico nonno !!!
    Barbara

    RispondiElimina
  41. ops dimenticavo.. la torta è fantastica... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Barbara, e benvenuta!!!!

      Elimina
    2. Grazie..:-)
      E' piaciuta la torta al nonno??

      Elimina
  42. Che bello sentire così tanto sentimento....mi hai fatta piangere....le tue parole mi hanno toccata nel profondo....la vita a volta ci fa brutti scherzi, ma sono sicura che quello che hai passato ti ha resa più forte e l'amore che tuo nonno ti ha trasmesso lo sta trasmettendo anche ai tuo figli....queste sono le cose importanti, quelle che rimangono...tutto il resto conta poco....
    Auguri al tuo caro nonno,
    ciaooooooooooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è davvero così, ora cerco di non farmi scappare nulla con i miei piccoli...grazie del messaggio!

      Elimina
  43. auguri nonno...
    ciao aria, tesoro... hai scritto un post bellissimo, pieno di poesia, e sai, avrei voluto tanto che il mio papà potesse vivere quel che tuo nonno vive con i tuoi figli....
    non mi perdonerò mai di averlo fatto aspettare tanto.
    troppo.
    ti abbraccio, e grazie per le emozioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. capisco cosa provi, io vorrei che ci fosse anche la mia mamma con loro, così come anche io avrei voluto avere una mamma e un papaà accanto...ma cosa possiamo farci, la vita è anche questo.un abbraccio e grazie a te!

      Elimina
  44. piango tanto!!! e non posso, devo nascondermi perchè sono a lavoro!!! Aria, fai gli auguri al tuo nonnino caro, che bello che vi volete tanto bene! Questo post è stupendo, ma mi commuove troppo. Spero passiate ancora tanti bei momenti tutti assieme...è l'unica cosa importante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie amica!!!beh, proprio qualche giorno fa, se non sbaglio leggevo da te qualche cosa in merito alla crudeltà dell'adolescenza, sbaglio? quel post mi ha smosso qualcosa....ha fatto scaturire tanti ricordi!sono felice che sei passata...ma non volevo farti piangere!!! ;)

      Elimina
  45. che bel post....e che bella persona il tuo nonno, una persona forte e vera!
    Spesso ripenso alla mia nonna Gina, anche lei una donna meravigliosa e piena di carattere...i nonni sono uno dei più bei doni che Dio ci ha mandato su questa terra!
    Per non parlare della torta........da urlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simo, condivido in pieno le tue parole...sono doni preziosissimi, che resteranno sempre in noi!

      Elimina
  46. mentre leggevo ed ammiravo la ricetta aumentava la salivazione deve essere stata spettacolare

    RispondiElimina
  47. bella e brava come sempre, Aria :*

    RispondiElimina
  48. Tesoro, io ti voglio ringraziare. Perchè hai avuto il coraggio di far uscire da te questa storia così dura ma anche così intensamente profonda ed emozionante. Una storia che insegna tanto, e quindi grazie, ancora una volta per avercela donata, scoprendo te stessa e le tue fragilità, ma mettendoci anche tanta forza, quella forza che viene dal dolore temprato comunque nell'amore di chi è rimasto e di chi poi è arrivato per starti vicino. Io sono contenta oggi, di aver letto questa storia. Hai reso il mio giorno migliore. Tanti auguri al tuo meraviglioso nonno. Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Margot. me l'hai insegnato tu che alcune storie vanno messe al mondo, prima però...costruendo loro una casa. Grazie per esserci entrata!

      Elimina
  49. altro che saltare dritto alla ricetta! me la sono gustata tutta la tua splendida storia.. mille auguri al nonno di tanti anni ancora di felicità insieme a te e ai suoi bellissimi pronipoti|

    RispondiElimina
  50. Forse inutile dirti che il tuo racconto, per me che non conoscevo nulla della tua storia, ha toccato profondamente. Tuo nonno non può che essere fiero di te...
    E, proprio per me che nulla sapevo della tua storia, ma che ho avuto occasione di vedere la tua bella ed unita famiglia (ancora ho negli occhi le immagini dei tuoi pupetti con i camici da tecnici alimentari :P), posso affermare con una discreta certezza che sei riuscita a costruire qualcosa che non è dato a tutti, un nucleo fondamentale di amore e serenità, che sarà sicuramente la base di una vita felice per te e i tuoi cari.
    E a volte gli alberi più belle, purtroppo, hanno le radici innaffiate dal dolore. Ma sarà per quello che poi crescono più forti?
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie delle tue parole!!!!! che bell'immagine mi hai restituito! Un abbraccio anche a te!

      Elimina
  51. Amica, io sono già emozionata per il mio rientro, ma non riesco a trattenere la lacrimuccia che scende dai miei occhi umidi per la vista dell'infinito di dolcezza che si scorge dai confini del tuo cuore! Ah, come ho fatto senza di te tutto questo tempo??!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che bello che sei tornata...avevo quasi timore a scriverti...paura che tu avessi bisogno della tua intimità...come è giusto che sia...ma sono troppo felice che sei tornata in cucina...ora spettegoleremo un bel pò!!!!

      Elimina
  52. Penso che la tua mamma non ti abbia lasciata sola in questa vita.. Ti ha donato un angelo forte e meraviglioso che ti è stato e ti sta accanto con tutto l'amore che solo le persone speciali sanno donare.. La tua vita felice, i tuoi innumerevoli traguardi e il tuo realizzarti come donna e come persona,sono sicuramente la tua più grande dimostrazione d'amore e di gratitudine nei confronti di questo splendido nonno che sicuramente dalla vita non ha desiderato altro..
    Ti abbraccio.
    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi hai commossa. Sembra quasi che tu mi conosca. E' vero, quell'angelo c'è....Grazie!

      Elimina
  53. Fatina mia, io i nonni non li ho avuti e con questa lettera mi hai fatto davvero commuovere :*)
    Ti abbraccio forte forte.

    RispondiElimina
  54. Ciao, sono nuova :)... Mi sono molto emozionata... Sei una bellissima persona ..:) io ho perso mio papa' un anno fa e mi e' rimasta solo mia mamma... Anche io ho paura di rimanere sola... Faccio tanti auguri di buon compleanno a tuo Nonno... E da oggi hai una follower in piu' ...se ti va di passare da me sei la benvenuta... Un abbraccio grande

    RispondiElimina
  55. E' super golosa complimentii :)

    RispondiElimina
  56. Bellissima questa torta! Sicuramente la cucinerò...per il mio papà!

    RispondiElimina
  57. Ho concluso la lettura con le lacrime agli occhi.
    Il tuo amore sconfinato per tuo padre e tutti quei sentimenti che in parte ho letto e in parte ho ''sentito'' sono gli stessi che io provo per mio padre...solo che io dentro quella rabbia ancora ci sto, ancora nella confusione, ancora in tante cose....ma il desiderio di poterlo un giorno felice di me permane, come una fiaccola, e spero anche io di potergli dare le stesse soddisfazioni che gli hai dato tu.
    La torta sembra meravigliosa, specialmente la glassa, ma la cosa più meravigliosa è stata leggere questo racconto...pieno di dolori passati ma anche di gioia.
    Auguri a tuo nonno e lunghissima vita e felicità alla tua famiglia.
    A presto,
    Marcella.

    RispondiElimina


Il Blog di Aria: cucina e vita

In questo spazio raccolgo le mie ricette sparse, ma anche pezzi di vita che ad esse inevitabilmente si sovrappongono.
Qui trovate profumi e sapori che evocano ricordi e riflessioni: le mie ricette sono per lo più dolci e piatti vegetariani