Home

mercoledì 13 marzo 2013

Spatzle di kamut e zucca con Valcasotto


In questi giorni corro come una pazza.
 Sono così stanca che ieri sera mi sono addormentata alle 9 sul divano, 
ed è la seconda volta che mi capita in questa settimana....

Per fortuna c'è un marito meraviglioso che fa la lavastoviglie, rimette in ordine, cambia i bambini e li prepara per la nanna, ieri proprio non ce la potevo fare ;)

Ma questa mattina ho ancora qualche minuto, prima di ricominciare a correre, per presentarvi questi gnocchetti fatti in casa con la zucca buonissima che mi ero cotta al forno in precedenza e congelata per il bisogno.


Mi piace nascondere la verdura dove si può...e qui, abbinata al Valcasotto, fa davvero la sua figura.
Io mi sono dimenticata di fotografare l'ultimo passaggio: un giro di aceto balsamico di assoluta qualità...è davvero indispensabile per avere anche la lode!



Buona giornata a tutti voi!

Per 3/4 persone

200 gr di farina di Kamut
(io la preferisco perch mantiene gli gnocchi morbidi, ma va bene anche quella di grano)
200 gr di zucca cotta al forno
1 uovo grande
(un pò di acqua o latte se l'impasto dovesse necessitarne, a me non è servito=

Per il condimento
qualche cucchiaio  di panna fresca

aceto balsamico

Procedimento

In una ciotola schiacciare la polpa di zucca, amalgamarla con l'uovo ed il sale, unire gradualmente la farina fino ad ottenere un impasto denso e appiccicoso.
Portare ad ebollizione abbondante acqua salata per la cottura degli gnocchi.
In una padella a parte, mettere la panna fresca e poi il formaggio a cubetti, portandolo a fusione proprio qualche istante prima di scolare gli gnocchi, che si fanno sul momento con l'apposito atrezzo sopra la pentola, e sono pronti dopo pochissimo che tornano a galla.
Io mi muovo molto velocemente per farli piccoli...ai miei bimbi piacciono di più ;)
Condire gli spatzle con il formaggio fuso e qualche goccia di aceto balsamico.
Guarnire il piatto con foglioline di salvia.

Curiosità sul Valcasotto : Questo prelibato formaggio, ambito dai "Re", è fatto con buon latte crudo di vacca. La forma quadrata serviva un tempo per ben adattarlo al basto dei muli nel trasporto ed il peso è adeguato ad una lunga stagionatura. Gusto pieno ed invitante, profumo intenso e persistente come quello che ricordava ai re il sole e le profumate erbe dei pascoli della loro cascina più amata: la "Grangia Reale" di Valcasotto.Il Valcasotto, prodotto in forme da 4 o 6 kg, ha una stagionatura che va dai 3-4 mesi (Valcasotto Selezione), fino ad un massimo di 5-6 mesi per il Valcasotto Gran Riserva.


30 commenti:

  1. Che bel piatto!!!Molto invitante!!!!

    RispondiElimina
  2. Tesoro credimi io fino alle 10 di sera non mi fermo mai poi quando finalmenete posso rilassarmi e guardare magari un po di tv...mi addormento sempre sul divano!!!!Questi gnocchetti sono davvero appetitosi tesoro mi piacerebbe averne un piatto per pranzo!!bacioni,Imma

    RispondiElimina
  3. Bellissimo piatto e sicuramente buonissimo!! Mi piace l'idea di variare l'impatto degli spatzle..brava!

    RispondiElimina
  4. mannaggia quanto voglio comperarmi quell'attrezzino lì....dalle mie parti non lo trovo..
    Un piatto colorato e gustosissimo questo, mette allegria!

    RispondiElimina
  5. Da questa estate, in un attacco di shopping caccavellaro compulsivo, mi sono appropriata dell'attrezzo per gli spaetzle.... mai usato.
    Adesso ho un ottimo motivo per collaudarlo... a parte il formaggio che non trovo di sicuro dalle mie parti ma che cercherò comunque dal furmagiatt di fiducia.
    Per la farina di camut... ce l'ho sempre in casa e quindi.... stasera (o domani) spaetzle!!!
    Grazie Francesca!
    Nora

    RispondiElimina
  6. Buona giornata a te, coccinella... non sai quanto ti capisco! Fatico a trovare un attimo di riposo e ieri è stata davvero una giornata impegnativa. Crollo ovunque! :)) Ma passerà!! Questi spatzle sono adorabili e deliziosi, amica!! Complimenti e un bacione!!

    RispondiElimina
  7. una donna , una mamma una moglie non ha un attimo di tregua .. mia mamma sai come mi diceva sempre : la donna si ferma per fermarsi ma se vuole nella casa non ci si fermasse mai ... e aveva ragione su questo..
    prima o poi troverò quella attrezzino in tanto mi guardo e sbavo a vedere il tuo piatto..
    baci cara
    lia

    RispondiElimina
  8. Io mi impongo (a fatica, credimi!) di resistere ad andare a dormire quando vanno i miei figli, per poter concentrarmi sulle cose che non riesco a fare durante il giorno. Per ora resisto, sarà forse perchè la primavera è dietro l'angolo? :)
    Mi piacciono molto gli spaetzle e ho comprato da poco la macchinetta per farli!
    Appena posso, voglio provare la tua ricetta appetitosa con verdura nascosta :D

    RispondiElimina
  9. sono splendidiiiiiiiiiii!!! sei troppo brava!!!

    RispondiElimina
  10. Ciao aria! ma che buoni! bravissimaaaa e poi hai usato la zucca che io adoro! baciiii

    RispondiElimina
  11. fantastici i tuoi spatzle...una versione innovativa e di sicuro deliziosa! brava davvero!

    RispondiElimina
  12. Io invece ultimamente la sera faccio sempre tardi perchè ho troppi pensieri che mi frullano per la testa e che non mi fanno rilassare ed addormentare!!!
    A volte mi metto ad impastare a tarda ora!!!
    Mi piacciono un sacco i tuoi spatzle, gustosi e filanti!!!
    Un abbraccio,
    More

    RispondiElimina
  13. Ciao, accidenti che invitanti questi spatzel! Diversi e non troppo dolci, ma belli filanti! complimenti.
    baci baci

    RispondiElimina
  14. Per me crollare alle nove di sera è un sogno. Vado a letto tra mezzanotte e l'una e non ti dico a che ora mi sveglio. Tra un pò il caffè me lo inietto endovena.
    Buoni questi gnocchetti, con la zucca poi.... lo sai che la adoro.

    RispondiElimina
  15. Ciao tesoro :) A me invece sta capitando di avere sonno sempre più tardi anche se sono stanca... mah! Questi spatzle sono deliziosi e il giro di aceto balsamico, alla fine, deve starci benissimo! Complimenti tesorino! :) Ti abbraccio forte, buona serata! :**

    RispondiElimina
  16. Quanto mi piacciono gli spatzle. Quelli alla zucca mi mancano ancora, ma ci credo che siano gustosissimi. Hanno una faccia invitantissima :)

    RispondiElimina
  17. non parliamo di stanchezza....
    adoro gli spatzle.... mi hanno conquistata in trentino un paio di anni fa. Deliziosi.. questa versione è tutta da provare :D

    RispondiElimina
  18. Grazie mille! Oggi ho comprato una zucca e spero di mettermi all'opera per provare gli spaetzle.
    E grazie per l'altra ricetta: ai miei figli piaceranno sicuramente (io sono allergica agli spinaci, purtroppo!!!)!
    Ciao
    Isabel

    RispondiElimina
  19. un po' ti invidio io di solito alle 21 ho appena appena finito di cenare e dopo ci sono altre 1000 cose e fino alle 2 come stasera che sono passata di qui a salutarti e' difficile riuscire ad andare a letto ...ciao a domani ..

    RispondiElimina
  20. cara un piatto sublime..un abbraccio simmy

    RispondiElimina
  21. La lode è assicurata con questi deliziosi spatzel!!!! la zucca è adorabile!!!!
    bacioni

    RispondiElimina
  22. Una favola questi spatzle,da provare assolutamente!!!

    RispondiElimina
  23. Kamut e zucca.. un binomio che mi stuzzica molto..

    Not Only Sugar

    RispondiElimina
  24. Ciao, complimenti come sempre... se passi da me http://foodandbeautypassion.blogspot.com c'è un premio per te

    RispondiElimina
  25. Devi andare nel post il mio primo premio mio primo

    RispondiElimina
  26. ma quanto sono invitanti!!!!!
    baci cara.

    RispondiElimina
  27. il mio compagno col cavolo che lava i piatti, li lascia lì e l'indomani toccano sempre a me ahahahahahah, gli spatzle non li ho mai preparati ma mi gustano parecchio, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  28. ciaooo piacere di conoscerti complimenti x il blog e per le tue creazioni golose---tua nuova follower :-) passa a trovarmi...ti aspetto...

    http://assaggi-incucina.blogspot.it/

    RispondiElimina
  29. Questi gnocchetti devono essere buonissimi, proverò sicuramente a farli

    RispondiElimina


Il Blog di Aria: cucina e vita

In questo spazio raccolgo le mie ricette sparse, ma anche pezzi di vita che ad esse inevitabilmente si sovrappongono.
Qui trovate profumi e sapori che evocano ricordi e riflessioni: le mie ricette sono per lo più dolci e piatti vegetariani