Home

sabato 12 ottobre 2013

Estratto di vaniglia fatto in casa



In questi giorni, saranno il tempo e il cielo grigio (quanto sono metereopatica!!!)
 mi sento nervosa, pigra, distratta, ansiosa, melanconica e 
...ho la costante sensazione di essermi dimenticata qualcosa!
Ma a voi non capita di sentirvi tristi per qualcosa che non sapete definire? 
Di cambiare d'umore per un nonnulla, qualcosa anche banale
 che però influenza negativamente tutto il resto della giornata? 

A me succede, purtroppo, e mi ritrovo ad essere svogliata,
a non riuscire a concentrarmi su nulla,
o a rispondere nel modo che non vorrei anche a persone a me care oppure 
a lamentarmi di sciocchezze futili e ridicole se confrontate con i problemi veri...
ma che posso farci? sono la prima a rendermene conto, eppure, in quei momenti,
quel senso di frustrazione non mi lascia andare....


Ci sono volte in cui la mia cura è davvero la cucina: impastare, annusare, decorare....
sono gesti rituali che mi danno sicurezza e mi mettono in pace con me stessa e con il mondo...
altre rarissime volte, invece...perdo anche la voglia di cucinare.

Ricordo che la volta in cui questo mi è successo per un periodo più lungo e con più angoscia è stato proprio dopo il parto di Anais: due giorni prima mi sembrava di essere l'unica donna al mondo che aveva fatto un figlio...carica come una molla come avessi scavato l'Everest...due giorni dopo l'apatia totale e un senso di disagio si erano appropriati di me fino al punto di farmi sempre piangere.

In questi giorni non è così ma, è stranamente vero, non ho voglia di cucinare.

Allora vi propongo un alleato in cucina al quale non potrei rinunciare, dall'odore inebriante che ha il potere di placare le mie ansie: l'estratto di vanigliafatto in casa o, 
come fa molto cool dire: homemade.
Lo metto nei biscotti, nelle torte, nelle creme al burro...
ovunque la mia fantasia me lo suggerisca
Io me lo preparo così

Ingredienti

15 baccelli di vaniglia;
1/2 lt. di vodka che contenga circa il 40% di alcol.

Procedimento
In un contenitore ermetico, versare la vodka e i baccelli di vaniglia aperti nel senso della lunghezza e tagliati in piccoli pezzetti.
Chiudere il barattolo e agitare bene. (Ripetere quest'ultima operazione tutti i giorni per i primi 15 giorni, poi diminuire a una volta a settimana). 
Riporre in un luogo buio e fresco per sei mesi, dopodichè, filtrare e imbottigliare.



45 commenti:

  1. Posso chiederti dove compri i baccelli (presumo su internet in grandi quantità)? Mi sono ripromessa di fare l'estratto da un bel po' e devo decidermi! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. esatto, su Internet. ma ho provato a farlo anche con la vaniglia già in polvere che ho trovato a Naturasì e oltre ad essere un metodo più veloce ed economico, non mi è dispiaciuto l'estratto. Forse ha un colore meno intenso. Ciao!

      Elimina
  2. mi sembra di sentire il profumo....

    RispondiElimina
  3. le parole che hai scritto avrei potute scrivere io!!! A volte penso di essere pazza!
    Posso sniffare un po' della tua essenza di vaniglia per rilassarmi???
    ti abbraccio
    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io e te ci somigliamo molto, lo sai;)

      Elimina
  4. io amo il tempo cosi...però anche io sono un pò fusa ma non e colpa del tempo :) ..
    domanda: ma se si usa la vaniglia in bacche della bourbon che si trovano in commercio al centro commerciale va bene oppure bisogna per forza comprarla su internet..?
    lia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è che non vada bene, ci mancherebbe...ma sono molto secche...e meno profumate. Come dicevo sopra ad Alice, preferisco la vaniglia in polvere che si trova a Naturasi. E' più profumata!

      Elimina
  5. Che bella idea che mi hai dato!

    Baci
    Taty

    RispondiElimina
  6. Anche io ho momenti cosi in cucina!! Ma a volte ci stanno dai!!
    Questo estratto é perfetto da tenere a portata di mano per i dolci! Grande idea!! Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, basta che non durino troppo...mio marito si preoccupa un sacco ihih ;)

      Elimina
  7. Ciao tesoro :) Anche io mi sento così, con in più mal di testa da due giorni... e vabbè, passerà... Utilizzo l'estratto di vaniglia ma non l'ho mai fatto, prima o poi devo provare :) Bravissima, un abbraccio forte e buona serata :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vale, anche io mal di testa!!! anche di notte!

      Elimina
  8. Come ti capisco! A me questi periodi capitano spesso. In genere io mi sveglio carica di energie e poi basta un niente per cambiarmi d'umore. A volte anche la parola o il gesto di una persona vicina. Oggi ho avuto una giornata così e non vedo l'ora di chiudere gli occhi e di ricominciare domani con animo migliore.
    Quindi forza a tutte e due!.
    Salvo la ricetta è la prima volta che leggo dell'estratto home made.
    Baci e buona notte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, io faccio esattamente così. L'altro giorno mi è successo dopo aver visto un bambino maleducato nei confronti di mio figlio e il genitore, davanti, che non ha detto nulla...a volte devo sgridare io i miei figli per far capire che qualcosa non va quando invece, i diretti resposnabili proprio se ne fregano!

      Elimina
  9. A me capita spesso...per non parlare del post parto che è stato un incubo vero e proprio...pensavo di non venirne fuori!
    Normalmente mi passa la voglia di cucinare quando cucino poco....mi spiego, se per una settimana mi trovo a mangiar fuori, a farmi un panino...prendere la pizza...beh allora mi impigrisco e mi passa la voglia di cucinare e allora devo subito correre ai ripari!
    Ottima questa ricetta, lo proverò di sicuro, ma secondo te se lo facessi con l'alcool a 90° allungato con l'acqua per fargli raggiungere la gradazione di 45 viene lo stesso o ci vuole proprio la vodka?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simona, penso che con l'alcool si possa provare, non l'ho mai fatto a dire il vero. Mi piace il gusto che prende con la vodka!

      Elimina
    2. ps...ma sai che anche me succede spesso per gli stessi motivi? si fa presto a diventare pigri! anche se poi passa subito ;)

      Elimina
  10. Non ti preoccupare capita a tutti ,sono arrivata a pensare che sia normale avere questi stati d'animo , infondo non siamo macchine. Mi segno la ricetta.
    Bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, ma in casa la più volubile sono io ;) Un bacio!

      Elimina
  11. Leggo la tua ricetta proprio al momento giusto perchè volevo preparare l'estratto di vaniglia da regalare a Natale, ma non pensavo che il tempo di infusione fosse così lungo! Mi conviene provare con la vaniglia in polvere, in questo caso quanto tempo occorre?
    Quanto al tuo stato d'animo credo sia un pò tipico di noi donne, io dò sempre la colpa agli ormoni :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova così, vedrai che un pò il tempo si velocizza! ;)

      Elimina
  12. Tesoro questoo è proprio un vero e proprio elisir...che delirio deve essere solo sentirne il profumo e poi anche prezioso visto il prezzo delle stecche:D!
    Un bacio grande e felice weekend mica mia!!
    Imma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. P.s. Tesoro bello per l'apatia e gli sbalzi di umore credimi siamo tutte nela stessa barca..io un momento sono su di giri un altro non riesco nemeno ad alzarmi dal divano..sono metereopatica ai massimi livelli ma bisogna prendere la vita come va senza farsi abbattere troppo anche perchè con due figli non ci è permesso giusto:D!!!!!???
      Baci

      Elimina
  13. Stesso mio procedimento.... ma con il Rum Bianco ;-)
    Costa sicuramente meno di quello che compri e sei sicura del contenuto!
    Brava Franci
    Nora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dai, proverò con il rum! grazie del tuo passaggio Tatanora!

      Elimina
  14. Anche a me capita, il tempo mi condiziona molto, ma a volte è una sensazione che si appropria i me all'improvviso e spesso e volentieri senza nessun motivo.
    Proverò anch'io questa delizia, è bello sapere sempre cosa c'è dentro le cose che si consumano in cucina.
    A presto.
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono d'accordo. e comunque la vanillina l'ho eliminata da anni ormai, e lo consiglio a tutti.

      Elimina
  15. Per me oggi e' una giornata grigia malgrado qui sembri ancora estate. Unsnso di angoscia misto a tristezza e spossatezza mi schiaccia e con fatica sto cercando di fare almeno il minimo indispensabile in casa...a volte mi sentola sola ad attraversare questi momenti in cui sento la necessita' di piangere a dirotto per liberarmi. A voltevorrei essere nata uomo,mica loro c'hanno tutte ste turbe...Amica mia non sei sola,in quanto ad ansie e momenti no ti faccio compagnia! Un abbraccio. Valentina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Valentina. è sempre bello leggerti a me vicina!

      Elimina
  16. E' la vodka che mi frena: non vado oltre il porto e lo sherry, mi stenderebbe a tappeto in un baleno! Diciamo una sorta di apatia indotta... ma credo benefica...

    Sabrine

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dici che faccia così male? o è proprio che non la reggi? ;)

      Elimina
  17. Ciao credo che i cambiamenti di umore repentini siano del tutto normali soorattutto in noi donne che sicurame te siamo molto sensibili e purtroppo in preda a dei repentini cambiamenti ormonali che condizionano tutta la nostra giornata (mi sento di dirtelo sia come amica che come ginecologa che si occupa proprio di questi problemi)
    Il rimedio? Cerca sempre di guardare avanti , alle cose belle intorno a te.Cosa guardo io? I miei tre meravigliosi bambini!!E forza vedrai che passa....
    Un abbraccio
    Bea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio quello che mi fa sentire in colpa, a volte sono suscettibile anche con loro...ma dura poco...la loro meraviglia i fa tornare presto il sorriso! sono passata da te ;)

      Elimina
  18. Gli sbalzi di umore son comuni a noi donne,chi non ne ha?Non ci si alza sempre a mille,a volte ti prende la pigrizia,accompagnata anche da un pò di malinconia mista a malumore e nervosismo,forse è tipico soprattutto di chi è molto sensibile...Mi rilasso anch'io nella mia cucina e non vedo l'ora di rifare in casa questo estratto di vaniglia...son sicura che dopo non potrò più farne a meno!Ciao carissima da una che negli ultimi giorni va in giro con i capelli dritti in testa,per quanto è elettrica e suscettibile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Damiana, che piacere averti qui! fammi sapere se provi l'estratto!

      Elimina
  19. Eccome se ti capisco tesoro!!!!! Ti direi che è la stagione, ma nel mio caso è ben altro. E a volte anche io perdo la voglia di cucinare. Come, altre volte, le mani in un lievitato sono la giusta terapia.
    Questo estratto sembra sia davvero un elisir di felicità. Nell'attesa di riuscire a provarlo, me ne cederesti un paio di gocce? ^_^
    Un abbraccio deliziosa creatura. A presto!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. te le cedo solo perchè sei tu, meravigliosa creatura!

      Elimina
  20. forte, pure aromatizzato...i cambi di stagione sono terribili pure per me, già che fa buio prima mi viene mal di testa, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara! anche io sono alla seconda settimana di mal di testa continuo, grrrr

      Elimina
  21. Ciao Aria, ma sai che è davvero geniale questo estratto alla vaniglia! Bellissima idea! Io sono totalmente metereopatica, la mattina il mio umore dipende dalla luce che entra dalla finestra al risveglio. Cupa, sarà una giornata no, brillante, mi alzo col piede giusto! Forza, dopo la pioggia viene sempre il sole ;-) Un abbbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. idem io.poi, a volte come oggi, ci si aggiunge la cervicale...quantosarà duro l'inverno!!!!;)

      Elimina
  22. ciaooo sono d accordo in pieno io sono tutte quelle cose che avete scritto saro normale bayyyyyy antonia .....

    RispondiElimina


Il Blog di Aria: cucina e vita

In questo spazio raccolgo le mie ricette sparse, ma anche pezzi di vita che ad esse inevitabilmente si sovrappongono.
Qui trovate profumi e sapori che evocano ricordi e riflessioni: le mie ricette sono per lo più dolci e piatti vegetariani