Home

mercoledì 20 novembre 2013

Il pane di una volta con il lievito madre non rinfrescato




Da quando Gaia me lo ha fatto scoprire, questo pane è amatissimo nella mia casa e dalla sottoscritta, perchè mi permette di utilizzare il lievito madre non rinfrescato che avrei in più, e perchè una volta impastato posso andarmene al lavoro e dimenticarmene...al mio ritorno è solo da infornare!
Si, avete capito bene, questo è un pane così come si faceva una volta, senza bisogno di attendere i tempi di rinfresco del lievito madre e senza necessità di tecniche di impasto particolari: si amalgano i pochi ingredienti, si dimentica nel forno con lucetta accesa, poi si inforna e si gusta prima il prufumo che si disperde per la cucina e poi il pane....questo alimento così prezioso e genuino, buono, indispensabile...
Quando penso al pane non posso non riflettere sullì'importanza che abbia avuto nello sfamare così tanti popoli.
Noi siamo fortunati eppure, l'alimentazione non è un diritto ancora accessibile a tutti.
Che tristezza, vero?


Io ho un blog, parlo di cucina, posso pensare al lusso di decorare e abbellire il mio cibo, ma per molti è il puro gesto di alimentarsi ad essere il "lusso".
Abbiamo il dovere di non sprecare, di portare avanti una politica del "recupero" e della valorizzazione dei cibi poveri....che in realtà sono una vera ricchezza per il corpo e per lo spirito.
Scusate, ma sentivo di doverlo dire.
Tornando a questo pane...
non verrà molto alveolato....ma così deve essere...è ottimo abbrustolito il giorno dopo per farci le bruschette o la colazione con burro e marmellata e...come dice Gaia, non corriamo il rischio che quest'ultima cada giù dai buchi ;)
Provatelo, io l'ho già fatto anche in versione al farro.
Qui vi lascio entrambe le foto e ricette

Ingredienti

600 g di farina 0 (ma anche 300 o e 300 farro)
380 g di acqua a temperatura ambiente
120 g di lievito madre in frigo da 3-4 giorni
1 cucchiaino di zucchero di canna
1 cucchiaino di sale


Procedimento

Versare in una capiente casseruola 60 g di acqua, il lievito madre a pezzetti e lo zucchero. Sciogliere il lievito e poi unire la farina. Versare l'acqua un pò per volta, amalgamare e impastare a mano, o nella planetaria.
Unire il sale e impastare ancora  5 minuti. Sbattere l'impasto su un pianodi legno per una decina di volte. Pirlarlo (ovvero arrotondarlo con le mani) e riporlo in una capiente caseruola leggermente oliata di olio d'oliva.
Qua vedete come fare
Coprire con pellicola, trasferire nel forno spento e lasciare lievitare fino al raddoppio e più, a me sono bastate 6 ore.

 
A questo punto, trasferire delicatamente l'impasto su una teglia coperta di carta da forno, facendo attenzione a non sgonfiarlo. Gaia mi ha insegnato a prendere la carta da forno, alzarla sopra il pane e cucirla con punti di graffettatrice.
Trasferire quindi il pane in forno spento, portare la temperatura al massimo e lasciare cuocere così per 15 minuti circa, poi aprire i punti e liberare il pane dalla carta e continuare la cottura per circa altri 30-40 minuti a 180°.
Lasciare raffreddare prima di tagliare a fette...se resistete ;)

 

26 commenti:

  1. Interessante, soprattutto per smaltire il lievito madre in eccesso.. chissà se si può fare anche col licoli?

    RispondiElimina
  2. Da provare immediatamente! Non sai quanto LM butto! Ma se usassi il LM a 5-6 giorni dal rinfresco dici che sono troppi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che Gaia lo faccia! Io ho provato con lm di max 4 giorni ;)

      Elimina
  3. Stupendo!!! Io non ho mai fatto il pane vero e proprio, eppure lo adoro! Prima o poi proverò... intanto mi delizio con il tuo, che bontà <3 Complimenti e un abbraccio forte, buona serata :**

    RispondiElimina
  4. vien voglia di rubarlo dal monitor.........

    RispondiElimina
  5. Ciao, che bello questo post! Ma quante cose diamo per scontate!?, il pane, un alimento considerato banale, in realtà e fondamentale. Il tuo è bellissimo, non sapevo che il lievito madre si potesse usare senza rinfresco. Interessante! Un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Meraviglioso amica mia..deve avere un profumo...io saprei rinunciare a tutto sulla tavola ma al pane mai e di questo ne farei indigestione!! Sei grande!! Bacioni e tvbbbbb, Imma

    RispondiElimina
  7. Grandissima!!! Io ho da poco fatto il lievito a coltura liquida e non vedo l'ora di poterlo utilizzare! Queste ricette con il lievito naturale mi piacciono tanto perché tornare alle origini con un tocco di praticità moderna è il modo migliore per non perdere le mie tanto amate tradizioni!!! Bacione tesoro!!!

    RispondiElimina
  8. uso una ricetta praticamente identica, che buono che viene!
    la crosta ti è venuta benissimo, mi segno il trucco della cartaforno! Grazie :-D

    RispondiElimina
  9. delizioso cara.....i miei complimenti!
    bacione

    RispondiElimina
  10. Ciao, arrivo qui per la prima volta e trovo subito una ricetta che mi attira, molto utile, grazie!
    Proverò a fare questo pane, a presto!
    Carmen

    RispondiElimina
  11. brava, mi hai anche appena ricordato che ho il Licoli in frigo da rinfrescare ed usare, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  12. ieri sera ho fattole tue crocchette di zucca, fantastiche sono piaciute molto anche a Sara. Grazie per la ricetta! Prossimamente le pubblico:) Fantastico questo pane , ma io e il lievito madre non credo si possa convivere non ho tutta la pazienza di cui necessita:)
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  13. Non c'è niente più buono del pane e il tuo è bellissimo!!
    Bacioni cara e buona serata!

    RispondiElimina
  14. a noi sembra scontato avere un tozzo di pane ma purtroppo per molti non lo è, hai ragione, è una vera tristezza.
    Io ancora con il lievito madre non mi sono cimentata, ma quando vedo certe prelibatezze mi ripeto che devo buttarmi anche io
    bacioni

    RispondiElimina
  15. Con l'amore che ci metti nelle tue realizzazioni culinarie, nutri il corpo ma anche l'anima...la tua e dei tuoi lettori.
    GRAZIE <3

    RispondiElimina
  16. meraviglia delle meraviglie amo i lievitati

    RispondiElimina
  17. Nulla di più sacro del cibo. E come sempre condivido i tuoi pensieri sullo spreco e la consapevolezza...le tue parole fanno bene... proprio come il pane... Mi alletta molto idea di questa proposta easy... sopratutto per i miei tempi e ultimamente sono davvero super frenetici... stupendo il risultato:* un abbraccio amica mia:*

    RispondiElimina
  18. È in forno...speriamo bene...ho usato LM non rinfrescato da una settimana, l'ho lasciato lievitare quasi 8 ore, aspetto il risultato! Ma come sempre sarà straordinario come sono tutte le tue ricette e quelle che ci proponi!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dai fammi sapere! un bacio e grazie di cuore!

      Elimina
  19. Ho provato ieri sera ma al posto che metterlo nella ciotola l'ho messo direttamente sulla carta forno ore 20.30... ho spruzzato con acqua e ho chiuso il pacchetto.. questa mattina ore 8 ho acceso il forno e il risultato è stato un pane meraviglioso... graziee

    RispondiElimina


Il Blog di Aria: cucina e vita

In questo spazio raccolgo le mie ricette sparse, ma anche pezzi di vita che ad esse inevitabilmente si sovrappongono.
Qui trovate profumi e sapori che evocano ricordi e riflessioni: le mie ricette sono per lo più dolci e piatti vegetariani