Home

martedì 17 dicembre 2013

La torta di mele più buona del mondo...e Piumetta ;) Per Natale, certo!!!!



Qual è l'odore della vostra infanzia? 

La mia profuma di frolla e marmellata,
in una sorta di pasticcino chiamato "nastrino" che la mia nonna paterna 
mi preparava da portare all'asilo.
Ho un dolce ricordo di quando preparavamo quei biscotti insieme,
di quando li sfornava e io lo assaggiavo ancora caldi e
dei lunghi pomeriggi che trascorrevo con lei.
Nonostante la mia non sia stata un'infanzia propriamente felice
l'odore dell'infanzia resta magnetico comunque,
perchè quella è l' epoca della scoperta, della sorpresa, 
dello stupore e della novità.
Tutto ha un carica magica.


Tra i profumi della casa di mia nonna paterna,
c'è anche quello di una torta di mele a me molto cara.
Per me è senza dubbio quella la Torta di mele più buona del mondo
e forse un giorno scriverò quella ricetta.
Ogni volta che salgo le scale per raggiungere l'appartamento di mia nonna
gli odori mi parlano di me
e mi sembra siano restati appiccicati alle pareti per più di 30 anni...
Quando arrivo alla porta un senso di angoscia mi pervade,
soprattutto quando, entrando, noto che tutto è rimasto come allora
persino la mantellina a fiori appesa nel bagno,
che io usavo come gonnellina
e ora è tornata alle "normali" dimensioni anche per me.
Ora che sono adulta
e il lavandino
dove fingevo di lavare i piatti o fare lo shampo alle bambole
mi sembra piccolissimo.


Tanti anni sono trascorsi da allora
e, adesso, io sono felice.
Mi manca come l'aria mia madre
ma vivo indubbiamente e con consapevolezza
 gli anni più belli della mia bizzarra esistenza.

Per questo, nella letterina a Babbo Natale di quest'anno,
volevo scrivere di non portarmi niente...
ma al contempo di non togliermi nulla...
ma poi ho visto un libro e, ammetto, l'ho desiderato, in cuor mio gliel'ho domandato...
e solo 2 giorni dopo, tornando a casa, ho trovato questo libro ad aspettarmi!

L'ho aperto, estasiata dalle immagini
l'ho letto ai miei figli, lasciandomi cullare dalle parole
inebriandomi del profumo che una ricetta emanava nel mio cuore
e quando i bimbi hanno preso sonno mi sono ritrovata a sbucciare le mele.

 

Un profumo antico pervadeva la mia casa
e riflettevo sul tantissimo tempo trascorso dall'ultima volta
 che ho preparato una torta di mele.
Purtroppo, essendone diventata fortemente allergica,
da circa 3 anni evito le mele e le preparazioni con esse.

Le mele hanno un profumo magico, soprattutto mentre cuociono.
I miei bimbi si sono svegliati immersi in quell'aroma delizioso.
La sera avevano un saggio di pattinaggio
e ho pensato di portare la torta con noi.
Chi l'ha assaggiata, ha detto che era deliziosa.
Ma non so dirvi se è la torta di mele più buona del mondo.
Per saperlo con certezza la dovete provare.

Ma la torta avrà un'atro sapore se prima di prepararla avrete letto

scritta da Viviana, creatura meravigliosa
e illustrata da Tiziana Mattioli, 
illustratrice capace di emozionare e far sognare 
anche gli adulti...

Informazioni su questo libro le potete trovare qui.
La ricetta invece ve la dò io...
ma senza la magia di Piumetta non vi verrà perfetta.
Perchè la magia è l'ingrediente segreto e, quella, 
non la si può trovare 
se non nel proprio cuore-


1 kg di mele golden (per me 800 g)
120 g di zucchero di canna
150 g di farina
150 g di burro
vaniglia
2 uova intere e un tuorlo
2 cucchiai di zucchero di canna
il succo di un limone


Procedimento

Accendete il forno a 180°. Sbucciate le mele e tagliatele a fettine, mettetele in un contenitore con il succo di limone e due cucchiai di zucchero di canna.
Polverizzate il resto dello zucchero, e lavoratelo con il burro, aggiungete anche i semini di una bacca di vaniglia e le uova.
Non appena il composto è cremoso unite la farina un poco alla volta.
Imburrate il fondo di una tortiera da 26 cm (per me lo stampo Bloom di Pavoni) e spalmate bene il composto.
Fate un primo strato di fettine di mele spingendole sul fondo e un secondo strato sopra, spolverate con zucchero di canna e fiocchetti di burro.
Cuocere in forno per 50-55 minuti. 


Ah, dimenticavo...come immaginavo Babbo Natale esiste ;)


23 commenti:

  1. Tesoro certi profumi evocano momenti lontani e di sicuro i dolci sono quelli che rimangono più impressi e la torta di mele é la torta per eccellenza, quella che ha cullato tutte noi e sono certa che la tua é strepitosa e il libro di Viviana spero di trovarlo anch'io sotto l`albero. Un bacio grande dolcezza!! Tvb

    RispondiElimina
  2. Buongiorno cara! Che torta meravigliosa, mi sembra di sentirne il profumo. Anche per me le mele hanno il profumo dei ricordi, in particolare quelle cotte, quante ne ho mangiate da piccola.
    Ogni volta che leggo un tuo post come questo mi viene la pelle d'oca! Bellissimo.

    Ps. fammi sapere del pandoro, io sono alla prima lievitazione del panettone!!!!!!! Speriamo bene. Baci.

    RispondiElimina
  3. Quanta dolcezza e quanta emozione in questo post tesoro. La mia infanzia profuma di pane cotto a legna, crostata e torta di mele, profumi che porto e porterò sempre nel cuore.
    Questa torta di mele è una dolcissima coccola, bella "melosa" proprio come piace a me :) Un abbraccio, buona settimana

    RispondiElimina
  4. Sei sempre dolce come un angelo, quando descrivi emozioni. Leggere queste parole è come entrare in quel libro e sentire il profumo di magia.
    Brava Aria, sei sempre genuina in quello che fai e questo è un grande valore aggiunto. Ti stringo con affetto.

    RispondiElimina
  5. La tua torta legata ai ricordi sa di buono e sa di casa e grazie per condividere con noi i tuoi cari ricordi ❤

    RispondiElimina
  6. anche per me alcuni profumi sono evocativi e tra questi c'è sicuramente quello della torta di mele.
    com'è andato il saggio?
    un abbraccio
    Sara

    RispondiElimina
  7. Voglio quel libro... ma anche una fetta di questa torta che profuma d'amore e se fosse possibile darti un abbraccio, di quelli lunghi e dirti... sei una grande donna... nonostante tutto quello che la vita ti ha tolto sei riuscita a trasformare le lacune in amore... un dono prezioso... sei speciale amica:*

    RispondiElimina
  8. Tesoro caro, sono veramente felice di aver scritto una letterina a Babbo Natale anche io quest anno :*
    grazie grazie grazie per questo tuo post, prezioso e sincero, emozionante e dolce. Sono certa che Piumetta è felicissima di trovarsi nelle tue mani, e si sente a casa :-)

    RispondiElimina
  9. Mi piace il profumo del ricordo della nostra infanzia. E' quello che anche per un momento, ci riporta a quando eravamo bambine e tutto era diverso.
    Questa è la torta di mele più buona, perchè è anche quella dei ricordi
    Ciao
    Isabel

    RispondiElimina
  10. le torte di mele sono magiche! bellissimo il libro :-)

    RispondiElimina
  11. Ciao!
    Questo post mi ha emozionato tantissimo perchè mi hai fatto ricordare mia nonna che non c'è più. Lei non preparava la torta di mele, ma il pollo al forno con patate più buono del mondo! Il tuo dolce sembra squisito e hai ragione, forse per venire al meglio bisogna leggere la storia di Piumetta!
    Un abbraccio
    Giudy

    RispondiElimina
  12. per una torta di mele non esiste stagioni o festività e sempre ben accetta
    lia

    RispondiElimina
  13. Adori i dolci con le mele bravissima !!!

    RispondiElimina
  14. 6 dolcissima tesoro e questo torta di mele ti rappresenta tantissimo..dolce al punto giusto, morbida e avvolgente, Sto arrivando! di buono e genuino..l'adoro!
    Un bacio
    la zia Consu

    RispondiElimina
  15. incantata come non mai da tutto il post immersa nelle parole e nel profumo di mele
    provata e riprovata non so quante volte la torta di viviana
    e mi manca solo questo splendido libro
    aria ti mando un bacio immenso a te e ai tuoi cuccioli

    RispondiElimina
  16. Una volta le case secondo me profumavano sempre di cucina, profumi che un po' abbiamo perso...
    Poi come dico sempre per me i dolci con le mele non passeranno mai di moda, perchè ci ricordano le nostre origini...
    Un abbracciotto

    RispondiElimina
  17. Nella mia infanzia tanti profumi teneri...ma il profumo della ciambella di mia madre cotta nel forno a legna, che mi ha accompagnato per tante colazioni prima della scuola...fatta come la sua, non l'ho mai più trovata. Bello il libro di Piumetta, adoro le favole illustrate e anzi, ultimamente sono andata a rispolverare le mie in un vecchio armadio. Che nostalgia!

    RispondiElimina
  18. La proverò sicuramente.......
    http://www.ilcavolorosso.blogspot.it/

    RispondiElimina
  19. e chi non puo' amare la torta di mele??'e' veramente bellissima e immagino anche buonissima

    RispondiElimina
  20. Ma che bela torta!
    Perchè non partecipi al contest "La Mia Torta di Mele"?
    Trovi tutto qui: http://www.ricettedalmondo.it/contest-la-mia-torta-di-mele.html

    Ti aspetto, Marianna

    RispondiElimina


Il Blog di Aria: cucina e vita

In questo spazio raccolgo le mie ricette sparse, ma anche pezzi di vita che ad esse inevitabilmente si sovrappongono.
Qui trovate profumi e sapori che evocano ricordi e riflessioni: le mie ricette sono per lo più dolci e piatti vegetariani