Home

lunedì 6 giugno 2016

Torta rovesciata all'ananas


E così, un altro anno di scuola se ne va.... l'estate è già alle porte.
E' stato il primo anno di scuola per il mio bimbo, un anno che ha affrontato a 5 anni anzichè a 6, perchè ho scelto di mandarlo come anticipatario e, considerando che conosce già tutte le tabelline e fa pure le divisioni meglio della sorella che ha terminato la seconda, penso di avere fatto davvero la scelta giusta. Gioele non si stanca mai di imparare: la prima cosa che vuole fare al mattino e l'ultima alla sera prima di addormentarsi sono le operazioni: gli piace giocare con i numeri, ha compreso perfettamente il meccanismo della scomposizione e si diverte moltissimo a risolvere i problemi....Per me, che ho sempre detestato la matematica, e che l'ho mandato a scuola perchè a 4 anni e mezzo aveva imparato a leggere e scrivere da solo, vederlo così entusiasmato dai numeri è una vera sorpresa!

Anais ha svolto il suo anno come ci aspettavamo: disciplina e rigore in tutte le materie, comportamento ineccepibile e grande sensibilità e capacità di ascolto.
Devo ammettere che ne sono orgogliosa, sono una di quelle persone che considera la bravura a scuola e la volontà di acculturarsi sempre più come valori aggiunti nelle persone, anche se sono perfettamente consapevole che ogni persona ha qualità differenti, e che chi non è capace a scuola molto spesso sa realizzarsi in modo eccezionale nel lavoro, anche manuale.
E di questi tempi credo sia una carta assolutamente vincente.
Insomma, prendere dieci non  significa valere dieci, è chiaro!

Credo che tutti noi vorremmo figli bravi a scuola o nelle discipline sportive o artistiche che ci interessano, ma i nostri figli non sono quasi mai quello che noi abbiamo pensato loro fossero.
O, parlando per me, quel che ho desiderato.
I miei figli sono molto, molto di più di quel che avevo creduto.
E soprattutto sono molto diversi da come li avevo immaginati.
Non credo ci sia nulla di male a sognare che il proprio figlio ci assomigli, e magari possa superarci, nel senso di vincere quelle partite della vita in cui noi non siamo stati proprio all'altezza.
Credo sia umano.
Ma la vera partita inizia non appena i figli hanno la possibilità di esprimersi:
gusti, attitudini, e a volte talenti.
Mi rendo anche conto che il fatto di andare bene a scuola non dipende in modo totale da quanto io li possa seguire in questo percorso, tutt'al più lo può facilitare, ma forse nemmeno.

Così, la vera sorpresa è scoprirli, proprio come i regali, perchè loro sono il dono più grande: togliere la carta a poco a poco e lasciarsi sopraffare dalle loro inclinazioni, assecondandole anche quando non ci entusiasmano e non forzandole quando invece ci appassionano.
Perchè loro non sono noi, e noi non siamo loro.
Non sappiamo nemmeno chi siamo noi stessi.... sarà divertente scoprire chi sono loro, e sarà molto meglio di quanto immaginiamo.
Anche se non è facile a volte, vederli crescere....Anais ha già iniziato a salutarmi con meno enfasi, all'entrata della scuola ;)
Eppure, ci sono momenti, molto intimi, nei quali sembra non averne mai abbastanza del mio affetto.
Forse dell'infanzia restano pochi ricordi, ma quelli che restano sono indelebili.
Ai miei bimbi piace molto restare con noi nel lettone per le coccole, il sabato o la domenica mattina.
Io non ho mai avuto occasione di stare a letto con i miei genitori, e inoltre non ho mai voluto fare il riposino quotidiano.
Tuttavia, è indelebile nella mia mente quel pomeriggio in cui, eccezionalmente, mi coricai vicino alla mia mamma.
Lei dormì, io mi annoiai tanto, anche se mi sembra di essere ancora lì, se chiudo gli occhi, e sentire nella penombra la sua presenza rassicurante accanto alla mia.


Questa è una torta che faceva la mia mamma.
Sempre tanti giri...per arrivare ogni volta a quel punto.
L'avevo già pubblicata nel 2010, perchè è una delle mie torte preferite, ma le foto non gli rendevano giustizia.
Anche il gusto di questa torta mi ricorda la mia infanzia, ed ha un gusto indelebile


Ingredienti:
250 gr di zucchero
200 gr di farina
75 gr di burro
3 uova
1 barattolo di ananas in sciroppo naturale
mezza bustina di lievito

Caramellare in un pentolino 150 gr di zucchero. Nel frattempo, fondere 75 gr di burro.
Versare prima lo zucchero caramellato sul fondo di una tortiera, distribuirvi sopra il burro fuso e le fette di un barattolo di ananas sciroppato fino a ricoprire tutta la tortiera.
In una ciotola mettere 200 gr di farina, 6-7 cucchiai di sciroppo d'ananas, 100 gr di zucchero, 3 uova e mezza bustina di lievito.
Lavorare con le fruste ottenendo un composto morbido e versarlo nella tortiera.
Infornare a 180 gradi per circa 30 minuti e, una volta raggiunta la cottura, togliere dal forno e rovesciare subito la torta sul piatto da portata.
Servire una volta fredda!




16 commenti:

  1. buonissima torta,torta speciale per te ,bellissime parole per i tuoi bambini

    RispondiElimina
  2. Meravigliose le tue parole così com'è meraviglioso il cuore di una madre...Grazie di mettere a disposizione le tue belle ricettine. Ho appena sfornato i tuoi plumcake soffici soffici. Che bontà! Non ti ho mai scritto anche se ti seguo ormai da tre anni, l'unica food blogger che mi ha sempre deliziata con il suo mondo fatto di incantevole quotidianità. Grazie Aria! Miky

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bel commento, grazie, mi ha colpita..e affondata ;) A volte mi chiedo che senso ha scrivere questo blog e aprire il mio cuore così tanto....per accompagnare qualche ricetta ma...io non saprei fare altrimenti e...il senso sta tutto nelle tue parole!!! Grazie a te Miky, torna quando vuoi!

      Elimina
  3. ...boh, questa rincorsa al talento a tutti i costi, quando si tratta di bambini, mi fa un po' paura....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ogni bambino ha qualche talento, niente paura!

      Elimina
  4. E che delizia questa torta e poi, al ananas, a me piace ancora di più, viene molto profumata e golosa !

    RispondiElimina
  5. Mi sono vista passare questi mesi come un niente e mi ritrovo con i miei piccoli hanno già finito il loro primo anno a scuola. Quanti passi avanti e quante soddisfazioni. E come te sono giunta alla conclusione che ogni persona deve seguire quello per cui è portata. Si eccelle in alcune cose e con un po' di impegno si può fare bene anche in altre.
    Complimenti ai tuoi cuccioli che sono veramente dei bravi bambini.
    La torta rovesciata all'ananas è tra le mie preferite. A me l'ha fatta conoscere mia suocera e la bagna sempre con la succo d'ananas e la famosa strega.
    Un abbraccio e scusami se in questo periodo ci sono stata poco ma ho un casino di impegni. Baci

    RispondiElimina
  6. Carissima Aria,i tuoi bimbi sono veramente bravissimi e speciali merito sicuramente dell'immenso amore che hai nei loro confronti...fa davvero piacere constatare che ognuno di loro ha un talento che sfrutta al meglio;queste sono soddisfazioni impagabili...e non possono che renderci felici:)).
    La tua torta ha un aspetto perfetto a dir poco e meravigliosamente invitante e goloso,senza ombra di dubbio inoltre è di una bontà unica:))bravissima come sempre:)).
    Un bacione e buona domenica:))
    Rosy

    RispondiElimina
  7. I bambini sono il futuro, amarli come fai tu significa dare al futuro una possibilità. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  8. Una torta buona e umida al punto giusto.
    Ah!!! Dimenticavo anche profumata

    RispondiElimina
  9. Il nostro è davvero il mestiere più complicato del mondo.. menomale che sono proprio i nostri piccoli ad insegnarci a farlo nel modo migliore..
    Condivido ogni tua parola e anche io mi ritrovo in questa quotidianità a tratti difficile ma che spalanca giorno dopo giorno le porte alla felicità più assoluta.. la vita assieme a loro!
    E cosa c'è di più bello di godersi la propria famiglia condividendo un dolce speciale come questo? Quando la dolcezza si unisce con il ricordo.. è ancora più prezioso!

    RispondiElimina
  10. Gli anni a volte tesoro passano davvero troppo velocemente e ti ritrovi dei figli che ormai vanno da soli e il tuo Gioele é proprio un ometto....pensa aria che mio figlio quest'anno inizia le medie e mi sembra impossibile!!! Cara una torta questa che é da sempre tra le mie preferite!!! Baci grandi, Imma

    RispondiElimina
  11. Bravissima cara! Anche le tue parole...STUPENDE!
    unospicchiodimelone!

    RispondiElimina
  12. sono felice per te. Non ho mai avuto questo tipo di soddisfazioni purtroppo.... e non sai quanto mi mancano...
    tanti baci e una fettina quasi quasi me la prendo!
    buona settimana!

    RispondiElimina
  13. Anche mia mamma mi preparava spesso questa torta (aggiungendo le noci) e la adoro!!!! E' davvero incredibile come una semplice fetta di torta ti possa catapultare indietro nel tempo! Complimenti per i tuoi bimbi, deve essere una soddisfazione immensa per una mamma :-)

    RispondiElimina


Il Blog di Aria: cucina e vita

In questo spazio raccolgo le mie ricette sparse, ma anche pezzi di vita che ad esse inevitabilmente si sovrappongono.
Qui trovate profumi e sapori che evocano ricordi e riflessioni: le mie ricette sono per lo più dolci e piatti vegetariani