Home

martedì 16 maggio 2017

Peschine al caffè




Ci sono alcune cose di cui non potrei mai fare a meno nella vita: cucinare, scrivere e fare musica. Davvero non riesco ad immaginare la mia vita senza la possibilità di cantare, scrivere e ascoltare canzoni. Questo libera la mia anima e mi insegna chi sono. Ogni inflessione della mia voce è un dettaglio di me. Mi svela qualcosa.

Cucinare, invece, così come scrivere mi dona la possibilità di dare di me qualcosa agli altri. Attraverso la cucina, a chi amo di più. Attraverso la scrittura, a quante più persone possibili.
 Mio marito mi ripete spesso che "sono nata per scrivere". In parte credo che questo sia vero e un pò mi rammarico di non essere riuscita a diventare quello che sognavo da giovanissima: una scrittrice, una giornalista, una cantante. Nella prossima vita mi impegnerò di più. In questa mi accontento di quello che ho avuto, che è tantissimo. E continuo a coltivare, se non più quei sogni,
 i doni che ho ricevuto.


Oggi la vita profuma di caffè.
Dopo una notte di forti temporali, di quelli che ti svegliano per il trambusto che fanno, è quello che ci vuole. E mentre ringrazi per l'aba di un nuovo giorno, anche se grigio come Novembre nonostante sia Maggio, penso che è una gran fortuna avere un letto caldo e qualcuno da abbracciare quando fuori piove e i tuoni minacciano la quiete dei sogni.

Vi auguro cibi da condividere, libri per sognare, fogli bianchi da scrivere e braccia da incontrare.
E ovviamente una colazione così, 
mentre la moca sul fuoco gorgolia e la radio passa una bella canzone.
Meglio ancora se qualcuno suona il pianoforte. 

Ve li ricordate i favini al caffè di qualche giorno fa???? Ecco dove sono finiti!
Per chi desidera la ricetta delle peschine tradizionali rosse eccola qua

Ingredienti

1 moka di caffè da 6

50 g di panna fresca
100 gr di cioccolato bianco

zucchero semolato

Procedimento

Preparare i favini come nella ricetta che vi ho indicato qualche giorno fa.
Mi raccomando, fate palline piccole e lasciatele ben raffreddare una volta che sono cotte.
Preparare una ganache con la panna fresca messa sul fuoco ma non fatta bollire, dentro cui scioglierete il cioccolato bianco.
Se preferite potete semplicemente sciogliere il cioccolato bianco a bagnomaria e omettere la ganache. Se invece la preferite dovrete attendere che si solidifichi in frigo.
Rotolare i biscotti nel caffè freddo e poi farcirli e rotolarli nello zucchero semolato una volta accoppiati.
Preparate così tutte le vostre peschine e inseritele nei pirottini.



9 commenti:

  1. E' vero...è giusto ringraziare sempre per quello che si ha...anche se sognare fa bene e non dobbiamo mai smettere di crederci nei sogni!
    Rubo una di queste delizie per iniziare al meglio il lunedì...
    Buona settimana!

    RispondiElimina
  2. Ma che sono belleeeeee queste deliziose pesce monoboccone... secondo me sono peggio delle ciliegie, una tira l'altra! UN bacione La <3

    RispondiElimina
  3. Ma che goduria meravigliosa queste peschine!!!Sono senza ombra di dubbio di una bontà e di una golosità unica,da provare assolutamente!!!!Grazie infinite per la splendida ricetta e i miei migliori complimenti Aria,bravissima come sempre:)).
    Un bacione:)).
    Rosy

    RispondiElimina
  4. Taci stanotte a tratti prendevo paura perche' mi i tuoni mi sembravano boati !!!!bellissime queste peschine che profumano d'amore e cose buone ,genuine quelle fatte col cuore per chi amiamo!!!

    RispondiElimina
  5. Sono meravigliose queste pesche! Ma tu sei già una scrittrice molto apprezzata. Chi passa da te ama leggerti. I tuoi lettori adorano quello che scrivi. Sapessi quante volte mi hai fatto piangere e sorridere e riflettere.
    La vita poi ci riserva tante belle sorprese!
    Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  6. Un'atmosfera che soltanto tu sai creare amica cara.. ho sempre adorato leggerti e lo faccio da molto prima di avere il mio blog; mi hai sempre appassionata, incuriosita ed emozionata, con le tue ricette ed anche e soprattutto con le tue parole..

    RispondiElimina
  7. una cosa che non ho mai imparato... suonare, però la musica l'adoro! Ma sai che proprio per la festa della mamma Sara mi ha regalato i biglietti per un concerto di violoncello? Io e lei da sole, una serata meravigliosa! Come meravigliose sono queste peschine !
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  8. Io invece non sono mai stata brava a scrivere, forse perchè sono timida. Non so, non riesco mai a trovare le parole giuste. Invidio tanto che ha questo dono. Però mi piace tantissimo leggere, molti dicono che sono una lettrice compulsiva ;-)
    Però mi consolo pensando di riuscire a trasmettere qualcosa con la cucina, magari non con le parole ma con le ricette.
    Quanto sono belle queste minipeschine, le cose piccine mi fanno tenerezza. E poi adoro i dolci al caffè.

    RispondiElimina


Il Blog di Aria: cucina e vita

In questo spazio raccolgo le mie ricette sparse, ma anche pezzi di vita che ad esse inevitabilmente si sovrappongono.
Qui trovate profumi e sapori che evocano ricordi e riflessioni: le mie ricette sono per lo più dolci e piatti vegetariani