22 Marzo 2015

Pizza tonda di Diego

By Aria

Solitamente, nel week end, io mi dedico ai primi piatti e ai dolci dei nostri pranzi tutti assieme e mio marito si dedica alle cene, anche perchè capita spesso che il pomeriggio io abbia impegni di lavoro.
Tornare e trovare una pizza fumante è piacevolissimo, soprattutto quando sono stata fuori tutto il tempo e non ho voglia di uscire a cena, ma soltanto di togliermi i tacchi, infilarmi la tuta e stare in assoluto relax!

 

La pizza che fa mio marito è così buona che io non ho nemmeno mai voluto sapere la ricetta, non credo riuscirei a farla meglio! Così come succede per le sue pizzet da Buffet, una delle ricette più lette e rifatte del blog!
A proposito, avete deciso quale ricetta di Aria In Cucina rifare per il mio blogcompleanno?
Ho deciso che non si sarà un termine, perchè in questo periodo sono incasinatissima …quindi fino a fine anno
potrete mandarmi le mie ricette fatte da voi e a Natale farò un regalo a chi ha partecipat e sarà estratto!

Tornando a noi, mi sono decisa a chiedere a mio marito la sua ricetta, nonostante lui vada molto ad occhio e abbia faticato a pesare tutto, perchè questa volta, complice la Piastra da forno Pepita in terracotta, la pizza era ancora più speciale!
La terracotta, usata da millenni per cucinare, è ancora oggi
indispensabile per cuocere in modo uniforme senza olio o grassi ed
esaltare i sapori naturali. Risultati impossibili da ottenere con il
calore violento delle superfici metalliche.
Con PEPITA, inserita nel forno di casa, potete disporre della più
antica superficie di cottura, per riscoprire antichi e genuini sapori,
per cuocere facilmente alla perfezione senza rischio di bruciature.
Pepita è un prodotto italiano 😉

Ingredienti
280 g di acqua
335 g di farina 0
65 g di farina integrale
30 g di olio evo
5 gr di lievito secco
8 gr di sale
Procedimento
Unire nella planetaria le farine, il lievito, l’acqua tiepida e l’olio, per ultimo il sale e impastare fino ad ottenere un panetto omogeneo ed elastico.
Mi raccomando, dosate i liquidi poco alla volta in modo da diminuirli se necessario, in ogni caso…potete aumentare la farina senza problemi…mio marito va sempre ad occhio 
e viene buonissima 😉
Dividere l’impasto in 3-4 palline, a seconda delle dimensioni della
 pizza che desiderate fare, e posizionarle in altri 4 contenitori e farle lievitare anche tre ore. Passato il tempo stenderle su carta forno ad uno spessore abbastanza sottile, fare lievitare ancora un’oretta.
Farcite con buona passata di pomodoro condita con sale, olio evo e origano e quel che la vostra fantasia vi suggerisce!
fate cuocere in fornoc caldissimo, con Pepita 😉
Buona pizza!!!!