28 Maggio 2015

Biscotti Rose al cioccolato per festeggiare e condividere un amore

By Aria
Insieme (più o meno ;), io e Diego,  abbiamo deciso che ci saremmo sposati in Maggio. 
Si, a Maggio, perchè in Maggio, 16 anni fa, ci siamo conosciuti ed innamorati dietro un palco.
In Maggio, perchè come dice Cremonini,  
ad ogni Maggese che ritorna a dar vita a un seme, sarà vita nuova anche per me…
(per me è proprio vero!)
In Maggio,  perchè è il mese delle Rose.
E’ nitido il ricordo di me bambina, con il grembiulino rosa antico e i codini biondi legati da un nastro di raso rosa che mia nonna sistemava tirandolo stretto proprio all’ingresso dell’asilo delle suorine che ancora oggi accoglie tanti bambini del mio paesello e
 dove proprio ieri sera sono stata a vedere una recita.
Più di 30 anni fa avevo tra le mani ogni mattina un mazzo di rose colorate e profumate, che mia nonna coltivava con grande dedizione e che, ancora oggi, rinnovando il miracolo, ad ogni Primavera rinascono con lo stesso profumo e gli stessi, vividi colori.
Mi sentivo bella con quel bouquet di rose tra le mani, le avrei consegnate di lì a poco al fioretto come il più bello dei doni, sulle note di Salve Regina, o ne avrei sparso i petali per le strade del mio paese, durante la processione.
Pensavo già da piccola al mio matrimonio, ed è per questo che non ho avuto dubbi quando ho scelto di addobbare la Chiesa, la mia casa, la Spider rossa e soprattutto il mio abito con le spendide 
Rose Avalanche: dalle sfumature raffinate, dalla forma sofisticata e
 dalla loro semplice essenza al contempo.
Il mio matrimonio è stato un giorno indimenticabile.
Iniziava davvero per me una nuova vita, insieme a un compagno di viaggio straordinario: premuroso, autorevole, gentile, sincero, complice, romantico ma realista al contempo. 
Non trovo gli aggettivi giusti per descrivere quel principe che è “mio marito” e ancora quando pronuncio queste parole mi trema la voce e mi si riempie l’anima di orgoglio.
In questo nostro ottavo anniversario di matrimonio, volevo fargli trovare una colazione speciale.
Mi sono cimentata anche ieri in questi biscotti, ma durante la cottura la forma non ha tenuto, 
forse perchè avevo scaldato troppo il burro. Mi sono avvilita, lo ammetto, ma oggi ho ritentato, anche se con timore, e il risultato è stato all’altezza della pena: un biscotto scioglievole, goloso e friabile.
Mio marito li ha apprezzati tantissimo e Anais si è innamorata della loro forma elegante.
Non si comincia mai un viaggio senza cibo nello zaino, 
per condividerlo durante la strada insieme, non trovate? 
Buon viaggio a noi, amore mio!!!!
Buon viaggio
Che sia un’andata o un ritorno
Che sia una vita o solo un giorno
Che sia per sempre o un secondo
L’incanto sarà godersi un po’ la strada
Amore mio comunque vada
Fai le valigie
E chiudi le luci di casa
Coraggio lasciare tutto indietro e andare
Partire per ricominciare
Non c’è niente di più vero
Di un miraggio
E per quanta strada ancora c’è da fare
Amerai il finale
Share the love
Share the love
Share the love
Share the love
Chi ha detto
Che tutto quello che cerchiamo
Non è sul palmo di una mano
E che le stelle puoi guardarle
Solo da lontano
Ti aspetto
Dove la mia città scompare
E l’orizzonte è verticale
Ma nelle foto hai gli occhi rossi
E vieni male
Coraggio lasciare tutto indietro e andare
Partire per ricominciare
Che sei ci pensi siamo solo di passaggio
E per quanta strada ancora c’è da fare
Amerai il finale
Share the love
Share the love
Share the love
Share the love
 In fondo è solo un mare di parole
E come un pesce puoi nuotare solamente
Quando le onde sono buone
E per quanto sia difficile spiegare
Non è importante dove
Conta solamente andare
Comunque vada
Per quanta strada ancora c’è da fare
Share the love
Share the love
Share the love
Share the love
Buon viaggio
Che sia un’andata o un ritorno
Che sia una vita o solo un giorno
E siamo solo di passaggio
Voglio godermi solo un po’ la strada
Amore mio comunque vada
Buon viaggio
Share the love
Share the love
Share the love
Share the love


 Ingredienti
(la ricetta è tratta dal blog di Erika che ringrazio per i preziosissimi consigli)
40 g di albumi
100 g di zucchero a velo
40 g di cacao amaro
260 g di farina 00
250 g di burro di ottima qualità
1 pizzico di sale

Fate ammorbidire il burro a temperatura ambiente
montatelo con le fruste nella planetaria fino ad ottenere una crema morbida.
Aggiungete lo zucchero a velo e proseguite a montare ancora per un paio di minuti.
Unite quindi gli albumi e un pizzico di sale, montando costantemente per
qualche minuto. Aromatizzare con semi di vaniglia se piace
Aggiungete ora la farina e il cacao
setacciati aiutandovi con cucchiaio di legno, cercando di ottenere un impasto omogeneo e perfettamente
liscio. 
Riempite una sacca da pasticcere munita di bocchetta a stella. Iniziate a
formare i biscotti direttamente su una placca coperta con carta forno.
Fate quindi cuocere in forno ben caldo a 180°C per circa 10 minuti. I
tempi di cottura possono variare in base alle dimensioni dei biscotti.  Non
appena inizieranno a dorarsi, sfornate e lasciateli raffreddare