27 Agosto 2015

Gelo di Melone (gelo di anguria)

By Aria

Questo budino di frutta è un dolce tipico siciliano che, pur essendo stata in Sicilia e avendola amata con tutta me stessa, non ho mai assaggiato in loco.
Tra l’altro, l’ho sempre sentito nominare ma non ne sono mai stata ispirata in quanto ci sono dolci con nomi particolari che non “m’ispirano” e così non mi cimento per principio! Un esempio? I biscotti “Ovis Mollis”, nome terribile secondo me, e questo “Gelo di Melone o Mellone” come si legge in giro, che in realtà è fatto con l’anguria perchè poi ho scoperto, nel tempo, che la traduzione del siciliano muluni significa proprio anguria!
Insomma, alla fine mi sono lasciata tentare, e il risultato è stato proprio come lo immaginavo guardando le foto: questo dolce assomiglia ad un budino a base di uva nera che si fa dalle mie parti e del quale sono ghiotta fin da piccola.
Ovviamente le ricette di questo “gelo”sono le più disparate, variano di famiglia in famiglia, la consistenza cambia in base ai gusti così come la dolcezza e la decorazione a base di cannella, pistacchi, chiodi di garofano o gocce di cioccolato, come ho scelto io.
Io mi sono lasciata guidare dalle indicazioni di un’amica siciliana, Valentina, conosciuta in un gruppo sulla mia allergia, che tra l’altro con l’anguria inizia a darmi qualche segnale.
Proprio per questo, se mai dovessi abbandonarla in fretta, prima volevo assaggiare questo gelo e postarlo per chi come me non lo conosce ancora.  
Quando tornerò nella mia amata Sicilia voglio assaggiare l’originale e abbracciare Valentina, compagna di tante chat piene di coraggio 😉
Ecco qua la mia versione! 
Ingredienti
600 g di succo di anguria filtrato
75 g di zucchero semolato
25 g di frumina (per me farina)
gocce di cioccolato
Procedimento
Tagliare a pezzi l’anguria, privarla dei semi, e frullarla in un frullatore.
Con un colino filtrare questo composto e ottenere un succo liscio.
In un pentolino mettere la frumina (o farina) e stemperarla con un pò di succo.
Unire lo zucchero e tutto l’altro succo, mescolando bene.
Portare il composto su fuoco dolce e mescolare fino a che non bolle, e ancora 5 minuti oltre perchè si addensi.
Versare subito nelle coppette, per me Le Creuset, e portare in frigo.
Le coppette Le Creuset sono ideali perchè hanno il coperchio e non fanno assorbire altri odori al dolce. Lasciare raffreddare il budino almeno 3-4 ore.
Al momento di servire guarnire con gocce di cioccolato. (Questa dose è per 2-3 persone, raddoppiare in caso di più ospiti) Per un risultato più denso, aumentare di 5-10 g la frumina, e lo stesso discorso vale per la doclezza in rapporto allo zucchero!