3 Ottobre 2015

Tarte con ganache al cioccolato bianco e lamponi

By Aria
Che bella la festa dei nonni, gli angeli delle nostre famiglie!
 Io ho la fortuna di averli ancora accanto, mi hanno fatto da genitori e Dio solo sa quanto difficile è stato il loro compito. Essendo rimasta orfana presto, nonostante loro avessero solo 40 anni più di me, ho trascorso tutta la mia adolescenza con il timore di perderli…Quando avevo 10 anni e loro 50… io li vedevo già vecchi, e la paura mi divorava. 
Sono grata a Dio di aver potuto percorrere con loro tanta strada, di aver avuto accanto due figure che mi hanno amata tantissimo, viziata di più e perdonata ogni oltre misura.
Ciò che mi rende più felice è pensare che abbiano conosciuto i miei figli e possano ancora coccolarli come hanno coccolato me.
La mia vita senza il suono del clarino di mio nonno, senza il caffelatte che mia nonna mi portava direttamente sul comodino, senza le parole sagge e i pazienti silenzi di mio nonno, senza i passatelli di mia nonna tutte le settimane e tanto, tanto altro che tengo racchiuso nel cuore…non sarebbe stata la stessa, non sarebbe stata così traboccante di affetto.
Non so che nonni sarebbero stati mia madre e mio madre, mi mancano tanto anche se i bisnonni stanno facendo un ottimo lavoro.
Oggi il mio ricordo va anche ai nonni volati in cielo, e a quelli che sono fermi in un letto, o in ospedale.
Penso spesso alle persone anziane, sole nelle loro case, con la testa zeppa di ricordi che a volte si confondono nelle malattie…penso a com’è difficile essere anziani oggi, mentre i giovani vanno a 100 km/h e poco tempo hanno da dedicare a loro…
penso a quanto siano vulnerabili e indifesi, sebbene siano le persone più colme di saggezza.
Non dobbiamo dimenticare che i nonni, e gli anziani tutti, sono le nostre radici. 
E’ grazie a loro se abbiamo ali per volare! E se mai avessimo la fortuna di diventare anziani anche noi …beh, un sorriso, un abbraccio, un pò di tempo trascorso con noi ci farebbe piacere…
non dimentichiamoci dei nonni: quando non sapevamo camminare ci tenevano loro la mano.
Ingredienti
250 g di biscotti al cioccolato
100 g di burro
250 panna
160 cioccolato bianco 
lamponi
Procedimento
Tritare i biscotti nel mixer e poi unire i 100 g di burro fuso.
Mescolare bene e foderare uno stampo da tarte, posizionare in freezer per mezz’ora a rassodare.
Scaldare la panna senza portarla a bollore,
tuffarci dentro il cioccolato bianco a pezzetti.
Fate raffreddare le ganache poi montate con una frusta elettrica per ottenere una crema morbida.
Versare la crema sul guscio di biscotti.
Porre in frigo a solidificare per tutta la notte poi guarnire con i lamponi freschi.